Aziende

Parmalat

Parmalat è una società per azioni operante nel settore del latte e dei suoi derivati e delle bevande a base di frutta.

È la più grande azienda europea in questo settore e conta stabilimenti in tutto il mondo, soprattutto in Sud America, Australia e Canada.

Parmalat è stata fondata nel 1961 da Calisto Tanzi a Collecchio in provincia di Parma. Grazie alla grande richiesta di latte UHT degli anni ’70 la Parmalat cresce e comincia a imporsi prima a livello italiano e poi a livello europeo. Negli anni ’90, in seguito alla quotazione in Borsa, Parmalat comincia una serie d’importanti acquisizioni in tutto il mondo. Il gruppo Parmalat si arricchisce così anche di aziende non operanti nel settore del latte come la società calcistica A.C.Parma, Odeon Tv e il gruppo di villaggi Parma Tours.

Il 2003 per Parmalat è l’anno più difficile: l’azienda è protagonista di un grave crack finanziario ed è costretta a dichiarare lo stato di crisi. Parmalat si salva grazie all’intervento del Ministero delle Attività Produttive che nomina Enrico Bondi Commissario Straordinario e ammette buona parte delle società del Gruppo Parmalat alla procedura di amministrazione straordinaria. La nuova Parmalat nasce nell’ottobre del 2005, viene quotata alla Borsa di Milano ed ha in Enrico Bondi l’amministratore Delegato.

Dal 15 luglio 2011 è controllata dal Gruppo francese Lactalis (87, 7% delle azioni).

Lavorano in Parmalat oltre 27.000 persone tra Europa, le Americhe, Africa e Australia. Il Gruppo ha una presenza diretta in 24 Paesi e conta 92 siti produttivi e un fatturato di 6,4 miliardi (dati 2016).

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | Italia | Calisto Tanzi | Borsa Valori | Gruppo Parmalat | Società per Azioni | Borsa di Milano | A.C.Parma | Canada | Africa | Enrico Bondi | Odeon Tv | Australia |

Ultime notizie su Parmalat

    Così a Bologna la fabbrica «è entrata» in un campus internazionale

    «Percorso sul change management e la learning agility che da settembre, tra pochi giorni, estenderemo a tutti i 650 blu collars tra Ferrara e Bologna, gradualmente perché va garantita anche la continuità produttiva», precisa il manager, 46 anni e un passato nell’Hr di multinazionali come Fiat e Sea, Parmalat e Lindt.

    – di Ilaria Vesentini

    La Borsa nelle mani dei fondi: in 13 blue chip comandano loro

    Nessuna società, in effetti, può dirsi del tutto al riparo dalle iniziative di questa categoria di fondi – di solito “contestatori” – se si considera per esempio che Amber, antesignano degli attivisti in Italia, da anni ha ingaggiato una battaglia in una società “blindata” come Parmalat, controllata per oltre l’80% dalla famiglia Besnier, portando a casa anche qualche successo non scontato.

    – di Antonella Olivieri

    Perché il presidente della Consob è sotto attacco del governo

    Da Bruno Pazzi in poi; con Lamberto Cardia, fortemente criticato ai tempi di Cirio e Parmalat e Giuseppe Vegas, finito al centro delle polemiche dopo il cedimento strutturale delle due banche venete e delle quattro banche “risolte”.

    – di Stefano Elli

    Dazi, voci su nuove trattative Cina-Usa. Piazza Affari (+1,2%) svetta con Leonardo

    Parmalat chiude in rialzo dopo seduta altalenante Fuori dal listino principale, performance altalenante per Parmalat che ha chiuso a +0,68% dopo essere stata per gran parte della giornata in territorio positivo ma essere anche scesa in territorio negativo con una perdita massima del 2%.

    – di E. Miele e C. Poggi

    Per rilanciare la produttività anche la politica deve fare di più

    Per l'industria italiana, una costante degli ultimi 50 anni è la ricerca del proprio spazio nella continua ricomposizione della proprietà e del controllo del capitalismo mondiale. La posizione è sfortunatamente di obiettiva debolezza, a causa dei risaputi limiti del Sistema Italia. Come mostrano i

    – di Andrea Goldstein

    Banche, energia, telecomunicazioni: facciamo il punto sull'avanzata francese en Italie

    L'autore di questo post è Francesco Mercadante, analista del linguaggio e analista economico-finanziario. E' stato consulente del Garante dei Diritti dei Detenuti della Regione Sicilia e docente di Analisi dei Testi presso l'Università degli Studi di Palermo. E' autore di saggi su Linguaggio ed Economia - Leggendo i dati elaborati da ISTAT e Cerved circa il clima di fiducia delle imprese, la competitività, l'occupazione e, soprattutto, i fallimenti e le liquidazioni volontarie dell'ultimo anno, p...

    – Econopoly

    Npl e banche, a che punto siamo? Spoiler: abbiamo un mercato (e non solo)

    L'acronimo NPL, ossia "Non Perfoming Loans", è diventato uno dei mantra di questi anni: croce e delizia degli operatori finanziari, simbolo della crisi, ma anche opportunità di mercato per nuovi soggetti, siano essi investitori alla ricerca di nuovi assets profittevoli, o gestori professionali di posizioni incagliate. In effetti, non si tratta di un fenomeno nuovo, anche se nuove sono le modalità con cui viene gestito. A tal riguardo vorrei raccontare quel che mi successe esattamente 15 anni fa...

    – Leonardo Dorini

1-10 di 1726 risultati