Ultime notizie:

Parler

    Un'attivista ha scaricato tutti i dati di Parler. Ecco cosa può accadere

    Articolo pubblicato nel gennaio 2021 Si tratta di 412 milioni di file, tra i quali anche 150 milioni di fotografie e più di un milione di video, per un totale di 56,7 terabytes di dati. Anche se il vero punto di interesse sono i metadati, ovvero data e ora della pubblicazione e, soprattutto, coordinate Gps dello smartphone dal quale è stato effettuato l'upload su Parler. Una vera e propria miniera d'oro per gli investigatori dell'Fbi impegnati ad indagare sull'assalto a Capitol Hill dello sco...

    – Infodata

    Giornalismo d'inchiesta, si chiama Irpimedia la "Mediapart italiana"

    La traduction française est ci-dessous The English translation is after the French translation below Quando chiesi al direttore di Mediapart, Edwy Plenel, quali fossero gli ingredienti giusti per realizzare un buon giornale, mi rispose con un grande sorriso che al primo posto c'era sicuramente la squadra dei giornalisti. A farmi tornare alla mente questo episodio è stato il primo anniversario della testata investigativa online Irpimedia, che cade in questi giorni. Eravamo nella redazione di Medi...

    – Angelo Mincuzzi

    Biden's Day: muscoli dell'Fbi, tam-tam violento in Rete e codice penale spuntato

    Il Fedeal bureau sostiene di avere la situazione sotto controllo per il debutto del presidente Biden ma le stesse agenzie federali e associazioni registrano un crescente richiamo alla violenza e alla rivolta. In questo scenario un paradosso: non esiste negli Usa il reato federale di terrorismo interno

    – di Roberto Galullo

    Un'attivista ha scaricato tutti i dati di Parler. Ecco perché e cosa può succedere

    Si tratta di 412 milioni di file, tra i quali anche 150 milioni di fotografie e più di un milione di video, per un totale di 56,7 terabytes di dati. Anche se il vero punto di interesse sono i metadati, ovvero data e ora della pubblicazione e, soprattutto, coordinate Gps dello smartphone dal quale è stato effettuato l'upload su Parler. Una vera e propria miniera d'oro per gli investigatori dell'Fbi impegnati ad indagare sull'assalto a Capitol Hill dello scorso 6 gennaio. E l'elemento paradossal...

    – Riccardo Saporiti

    Usa, mercoledì si vota l'impeachment per Trump se non si dimette. Muro dei Repubblicani

    Intanto il social network molto usato dai sostenitori trumpiani Parler è stato messo offline dopo che grandi aziende tecnologiche, tra cui Amazon, Apple e Google, hanno ritirato il loro supporto al sito sulla scia delle violenze e rivolte andate in... L'amministratore delegato di Parler, John Matze, ha affermato che la società ha cercato alternative dopo che è stata informata da Amazon che avrebbe terminato il supporto del cloud computing a mezzanotte di domenica in California.

    Libertà di espressione tra etica ed ecologia dei media

    Il presidente degli Stati Uniti ha incoraggiato l'assalto al Parlamento attraverso i social media. Facebook ha deciso di chiudere il suo account fino a fine mandato. Twitter ha chiuso al presidente per 12 ore per poi farlo in modo permanente sulla scorta di una petizione dei dipendenti. Anche Twitch, Snapchat e YouTube hanno limitato in vario modo le esternazioni di Donald Trump. Quali sono le conseguenze di queste decisioni? Si può rispondere in base ai principi o in modo pragmatico. La prima s...

    – Luca De Biase

    Usa, il Congresso aumenta le pressioni su Trump. Pence non esclude la rimozione

    Intanto Apple e Amazon hanno rimosso la app Parler dai loro servizi, dopo che il social media è stato tra i più utilizzati per organizzare le rivolte di mercoledì al Campidoglio. Apple ha cancellato Parler dal suo App Store, mentre l'unità cloud di Amazon ha interrotto l'hosting della società di social media a partire da domenica sera. ... Parler, che è popolare tra i gruppi estremisti che cercano un'alternativa ai siti di social media più di utilizzati (come Facebook e Twitter), si descrive come...

1-10 di 64 risultati