Persone

Paolo Genovese

Paolo Genovese è nato il 20 agosto del 1966 a Roma ed è un regista italiano, vincitore dell'ultima edizione del David di Donatello col film "Perfetti sconsociuti".

Laureatosi in Economia e Commercio, ha intrapreso la carriera di pubblicitario ed è stato docente di "Tecnica e linguaggio audio visivo" presso l'Istituto Europeo di Design, per poi dedicarsi all'attività di regista e sceneggiatore.

Nel 2002 ottiene la canditatura al David di Donatello col film codiretto con Luca Miniero, "Incantesimo napoletano", mentre nel 2006 dirige la serie televisiva "Nati ieri".

Nel 2007 dirige, sempre insieme a Luca Miniero, il film "Viaggio in Italia - Una favola vera", che verrà trasmesso a puntate durante il talk show politico televisivo in onda su Rai tre, "Ballarò".

Nel 2010 dirige il film comico "La banda dei Babbi Natale", con l'interpretazione del gruppo comico Aldo, Giovanni & Giacomo e con un incasso al botteghino di oltre 20 milioni di euro.

Nel 2013 segue la sceneggiatura di "Un fantastico via vai" per la regia di Leonardo Pieraccioni.

Paolo Genovese ha diretto anche "Immaturi" (2011), "Immaturi - Il viaggio" (2012), "Una famiglia perfetta" (2012), "Tutta colpa di Freud" (tratto dal romanzo omonimo) (2014),
"Sei mai stata sulla Luna?" (2015) e "Perfetti sconosciuti" (2016).

Il 18 aprile del 2016 vince, con "Perfetti sconosciuti", il David di Donatello per il miglior film e la migliore sceneggiatura.

Ultimo aggiornamento 04 maggio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Cinema | Film | Paolo Genovese | Italia | Leonardo Pieraccioni | Giovanni & Giacomo | Luca Miniero | RAI | Babbi Natale | Perfetti sconosciuti |

Ultime notizie su Paolo Genovese

    Luci Italo Globali dal Sud Italia

    Anche da Roma in giù si guarda al mondo, e non mancano realtà interessanti. Ecco allora un "viaggio" alla scoperta di alcune delle luci Italo Globali provenienti dal Sud Italia. Il 21 luglio 2021, a Napoli, Rachele Furfaro, Presidente FOQUS - Fondazione Quartieri Spagnoli onlus di Napoli, e Jill Morris, Ambasciatore britannico in Italia, hanno siglato un accordo di collaborazione culturale e sociale tra l'Ambasciata britannica in Italia e FOQUS, la Fondazione che dal 2013 opera per lo sviluppo...

    – Gabriele Caramellino

    Evoluzioni del cinema, dal divismo hollywoodiano all'intelligenza artificiale

    Nell'immagine: l'attore statunitense Robin Williams (1951 - 2014), nel film L'uomo bicentenario (1999, USA, regia di Chris Columbus). Negli anni Ottanta e Novanta, Richard Gere (classe 1949) ha rappresentato il prototipo del "bell'uomo" al cinema, interpretando ruoli di seduttore in numerosi film. Una occasione per vedere Gere in Italia saranno Le Giornate del Cinema Lucano a Maratea - Premio Internazionale Basilicata, iniziate ieri e in corso fino al 27 luglio 2019. Nella cittadina lucana di...

    – Gabriele Caramellino

    Quando la casa diventa un set cinematografico

    Alberto Sordi, Franca Valeri e la Torre Velasca: sono tre i protagonisti di una delle più brillanti commedie all'italiana di sempre. Era il 1959 e per raccontare l'Italia del boom Dino Risi sceglieva di girare "Il vedovo" in un appartamento dell'allora nuovissimo grattacielo milanese progettato

    – di Fabrizia Villa

    Con "Scelte di classe" il cinema entra a scuola e nelle carceri minorili

    E' partito in via sperimentale in cinque città - Roma, Firenze, Pisa, Cagliari e Bologna - il progetto "Scelte di classe - Il cinema a scuola", il percorso interattivo di educazione all'immagine per scuole e carceri minorili ideato da Alice nella città (la sezione della Festa del Cinema di Roma

    – di Alessia Tripodi

    La televisione e la cultura dell'originalità

    Nell'immagine: l'autore e attore Corrado Guzzanti mentre interpreta il personaggio di Quelo, nello show televisivo Pippo Chennedy Show, andato in onda sulla televisione italiana (Rai) nel 1997. Per gli addetti ai lavori e per gli appassionati di televisione, il personaggio di Quelo è indimenticabile: era il "guru" in accappatoio bianco che dava consigli di vita ai suoi vari interlocutori, con espressioni variopinte come "la seconda che hai detto", "la risposta è dentro di te e però è sbagliata"...

    – Gabriele Caramellino

    Cinema, un 2017 «orfano» di Zalone: crollano (-44%) i biglietti venduti

    Un altro anno di calo per il cinema italiano, con un 2017 che rispetto all'anno precedente ha fatto segnare un calo del 44% dei biglietti venduti (e 89 milioni di euro di incasso mancati) rispetto al 2016. Una debacle che si conferma anche al box office in generale, dove le pellicole, non solo di

    – di Andrea Biondi

1-10 di 68 risultati