Persone

Paolo Borsellino

Paolo Borsellino è stato un magistrato italiano. Ucciso nell’attentato di mafia di via D’Amelio a Palermo il 19 luglio 1992, è considerato un eroe al pari di Giovanni Falcone, suo amico e collega.

Laureato in Giurisprudenza a Palermo, nel 1963 Paolo Borsellino ha vinto il concorso in magistratura. Due anni più tardi è stato mandato al tribunale civile di Enna, come uditore giudiziario. Nel 1967 Borsellino ha ottenuto l’incarico di Pretore a Mazara del Vallo, per poi essere trasferito alla pretura di Monreale. Al tribunale di Palermo, nel 1975 è entrato all’Ufficio istruzione processi penali, dove ha lavorato alla prima indagine sulla mafia. Membro del pool antimafia composto anche da Falcone e Barrile, nel 1984 ha portato all’arresto di Vito Ciancimino. Nel 1986 Paolo Borsellino è stato nominato Procuratore della Repubblica di Marsala. Il 19 luglio 1992 è rimasto vittima della strage di via d’Amelio, organizzata dalla mafia. Una Fiat 126 parcheggiata davanti alla casa della madre del giudice è esplosa al passaggio di Paolo Borsellino, uccidendo anche gli agenti di scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. L'unico sopravvissuto è stato Antonino Vullo, ferito mentre parcheggiava uno dei veicoli della scorta.

Paolo Borsellino era sposato e aveva due figli.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Giustizia civile | Paolo Borsellino | Mafia | Agostino Catalano | Claudio Traina | Vincenzo Li Muli | Walter Eddie Cosina | Vito Ciancimino | Giovanni Falcone | Antonino Vullo | Emanuela Loi | Palermo |

Ultime notizie su Paolo Borsellino

    Le parole del lavoro ben fatto e i paladini della giustizia

    Caro Diario, la sintesi più efficace della mia due giorni a Follonica rimane quella che ho postato ieri sera sui social, "morto e felice", morto fisicamente e felice per tutte le cose belle che sono accadute, vorrei saperti raccontare tutto, come sempre e anche di più ci metto la testa, le mani e il cuore, vediamo che succede. MARTEDÌ 14 GENNAIO 2020 Arrivo a Follonica in perfetto orario, per un soffio ma sono riuscito a prendere anche il regionale da Grosseto, in stazione trovo ad aspettarmi S...

    – Vincenzo Moretti

    Falcone-Borsellino, la scatola nera delle stragi è in un hangar della polizia

    C'è una "scatola nera" delle stragi di Capaci e di Via D'Amelio che finora non è stata analizzata compiutamente e che potrebbe dare un contributo importante per comprendere che cosa è accaduto in quei 57 giorni che separano la strage in cui morì Giovanni Falcone il 23 maggio da quella in cui invece

    – di Nino Amadore

    Borsellino: «Sono scortato solo la mattina, posso essere ucciso la sera»

    La Commissione parlamentare antimafia ha desecretato gli audio dell'audizione di Paolo Borsellino risalente al maggio 1984 .E' un Paolo Borsellino stanco, preoccupato ma al tempo stesso forte e battagliero quello che viene ascoltato e che con parole semplici racconta quanto sia diventato difficile lavorare con scarsi strumenti

    Cambio della guardia al timone del quotidiano online di Tiscali

    La fine dell'anno suona il valzer delle direzioni nei giornali italiani. Con il nuovo anno, cambiano due poltrone. Dopo il mini-terremoto a Sky, dove dopo 8 anni Sarah Varetto lascerà la conduzione del Tg, è tempo di cambi anche a Cagliari, in casa del portale di Tiscali.it.

    – di Simone Filippetti

    Morra (M5S) eletto presidente della Commissione Antimafia

    Il senatore Nicola Morra (M5S) è stato eletto presidente della Commissione parlamentare antimafia che oggi si è riunita per la prima volta a Palazzo San Macuto. Morra è stato eletto con 30 voti; 13 sono andati al senatore Pietro Grasso (LeU). A presiedere la seduta odierna è stato Giacomo Caliendo,

    Così la mafia ha messo le mani su ciò che mangiamo

    Giuseppe Antoci aveva ricevuto minacce più di una volta. «Finirai con la gola tagliata» avevano scritto su un biglietto, mettendo insieme singole lettere tagliate a caso da giornali e riviste.Nel maggio 2016 si sono fatti vivi. Antoci, all'epoca presidente del Parco Nazionale dei Nebrodi, area

    – di Hannah Roberts

1-10 di 361 risultati