Ultime notizie:

Paolo Baffi

    Ma quali investimenti pubblici, nella Legge di Bilancio se ne vedono ben pochi

    Il laico governatore della Banca d'Italia Paolo Baffi riprenderà nelle Considerazioni finali per il 1977 un passaggio dell'Imitazione di Cristo: «Perché non ci tornino in cagion di condanna le cose sentite, e non operate; credute, e non osservate». Per Baffi «La conoscenza è sterile, se non scatta la volontà che la trasformi in azione». ... Poco dopo, nello stesso testo letto il 31 maggio 1978, Baffi sensibilizza il governo sulla necessità di tagliare la spesa corrente: «Se si è convinti che la...

    – Beniamino Piccone

    Ecco perché Mattarella potrebbe rimandare alle Camere la legge di Bilancio

    Nel 1947, da vicepresidente del Consiglio e Ministro del Bilancio, in collaborazione con Donato Menichella e Paolo Baffi di Bankitalia, realizzò la politica di stabilizzazione (blocco dell'inflazione galoppante post conflitto) che creò le basi per il miracolo economico.

    – Beniamino Piccone

    L'euro può salvare la lira turca, Erdogan permettendo

    In questi frangenti – utillizzando una metafora cara a Paolo Baffi – in una catena di relazioni sociali e politiche in stato di tensione, l’anello debole diventa la moneta, cioè nel nostro caso l’indipendenza della banca centrale e la credibilità della politica monetaria.

    – di Donato Masciandaro

    Perché il professor Paolo Savona è inadatto a fare il ministro

    Finalmente il governo ha trovato la quadra, spostando Paolo Savona dall'Economia alle Politiche UE. L'insistenza con cui il professore ha preteso di essere nella compagine governativa lascia un po' perplessi, soprattutto perché l'attività ministeriale è veramente dura. Sono necessarie tante energie in sovrappiù. L'altro giorno un lettore pro-Savona ha fatto arrivare al "Corriere della Sera" una lettera di sostegno dove vi era anche il pensiero del prof, che definiva il proprio silenzio "sdegnos...

    – Beniamino Piccone

    Lo spread e il paese dei balocchi

    Pentastellati e leghisti, pronti a comporre una maggioranza di governo, scherzano col fuoco, parlano di cose che non conoscono, dimostrano un'impreparazione preoccupante su mercati, articoli della Costituzione, banche, finanza e Comitato di Basilea. Il contratto di cui si è ampiamente parlato in questi giorni, nelle diverse versioni che escono a getto continuo, mette paura. Come ha scritto il docente della Sda Bocconi Carlo Alberto Carnevale Maffè, "qui siamo a un orrendo tribalismo sanfedista, ...

    – Beniamino Piccone

    24 marzo 1979, un giorno nero per il Paese: attacco politico-giudiziario alla Banca d'Italia

    Il 23 marzo 1979 Antonio Maccanico, segretario generale al Quirinale con Sandro Pertini, scrive nei suoi diari: «Ho ricevuto Giovanni De Matteo (capo della procura di Roma, ndr), il quale mi ha informato della proposta di un suo sostituto di procedere contro Baffi e Sarcinelli... Sono rimasto allibito... Ho informato il presidente, La Malfa e Baffi... Ho un gran sospetto che vi sia un legame con l'Affare Caltagirone, cioè che si voglia premere su Baffi e Sarcinelli perché questi divengano più ar...

    – Beniamino Piccone

    Aldo Moro rapito dalle Brigate Rosse. Sul sedile le tesi di laurea dei suoi allievi

    Quaranta anni fa, con un'azione militare di rara efficacia, le Brigate Rosse rapiscono il leader della Democrazia Cristiana Aldo Moro e ammazzano senza pietà tutti i cinque uomini di scorta (Oreste Leonardi, Francesco Zizzi, Raffaele Iozzino, Domenico Ricci e Giulio Rivera). Nei numerosi racconti su quel giorno mi ha sempre colpito il fatto che Aldo Moro sul sedile posteriore, oltre al pacco dei giornali, avesse con sé dieci tesi di laurea rilegate. Il segretario della Dc era atteso alla Sapienz...

    – Beniamino Piccone

    Il «volto dell'arme» e il peso delle parole

    Il successo della politica monetaria è sempre di più un mix di fatti e parole. Ieri le parole della Banca centrale europea (Bce) hanno inviato un messaggio forte e chiaro: la politica monetaria non cambia, anche perché l'incertezza macroeconomica è aumentata a causa di un eccesso di parole fuori

    – di Donato Masciandaro

    Bankitalia: ecco la procedura per la nomina del Governatore

    C'è una precisa procedura per la nomina del governatore della Banca d'Italia. E' necessario un decreto del presidente della Repubblica, su proposta del presidente del Consiglio dei ministri, previa deliberazione del Consiglio dei ministri, sentito il parere del Consiglio superiore della Banca

    – di Nicoletta Cottone

    Paolo Baffi Governatore dal 19 agosto 1975 al 7 ottobre 1979

    Paolo Biffi è stato il sesto Governatore della Banca d'Italia. Nato nel 1911, laureato in Economia e Commercio all'Università Bocconi nel 1932, nel 1936 entrò in Banca d'Italia assegnato al servizio Studi, che poi diresse dal 1945 al 1956. Fu membro della Commissione economica presieduta da

1-10 di 103 risultati