Le nostre Firme

Paolo Armaroli

    Draghi, il Quirinale e una crisi di governo dagli esiti incerti

    Dopo tanta politologia, un po' di diritto costituzionale non guasta. E allora diciamo subito che la marcialonga per il Quirinale avrà ufficialmente inizio martedì 4 gennaio dell'anno prossimo. Giorno dedicato a S. Ermete, che per assonanza ricorda l'ermetismo. E se così fosse, non sarebbe di sicuro

    – di Paolo Armaroli

    La duplice fiducia di un premier senza un partito

    Forse per non lasciare solo soletto il generale Francesco Paolo Figliuolo, da più parti è stato evocato un altro generale di grande prestigio come Charles de Gaulle. E, manco a dirlo, lo si è accostato all'attuale presidente del Consiglio. Ma questo accostamento, almeno oggi come oggi, è una vera e

    – di Paolo Armaroli

    La sfiducia singola, i regolamenti e i giochi politici

    Giorgia Meloni sarebbe intenzionata a presentare una mozione di sfiducia nei confronti del ministro della Salute Roberto Speranza, colpevole ai suoi occhi di essere il capofila dei rigoristi contrari alle aperture tutte e subito, o giù di lì. Vorrebbe ma, come certe castigate signore di buona

    – di Paolo Armaroli

    La tappa obbligata (ma non formale) del Quirinale

    Se peccare è umano, perseverare è diabolico. Ho l'impressione che Giuseppe Conte abbia intenzione di commettere lo stesso errore fatto nel pomeriggio del 27 maggio 2018 al Quirinale. Com'è noto, il presidente del Consiglio incaricato si presenta a Sergio Mattarella con la lista dei ministri. Ben

    – di Paolo Armaroli

    Un deputato impedito per decreto

    Il caso di Guido Guidesi, deputato della Lega impossibilitato a esercitare un diritto-dovere prescritto dalla disposizione regolamentare

    – di Paolo Armaroli

    Il trasformismo tra popolo e Parlamento

    E' un bene che i parlamentari rappresentino l'intera Nazione e non siano legati mani e piedi ai loro partiti. Ma questo divieto è diventato la foglia di fico dei più inverecondi ribaltoni. E allora, ecco la ricetta: i parlamentari che comunque alterino i rapporti di forza tra maggioranza e opposizione espressi dal corpo elettorale siano dichiarati decaduti.

    – di Paolo Armaroli

    Spadolini tra cronaca e storia le tante vite di un italiano unico

    Questo libro di Cosimo Ceccuti su Giovanni Spadolini è un libro a sua insaputa. Non si tratta di un gioco di parole e tanto meno di una frase a effetto. Perché le cose stanno così. Un allievo di Ceccuti, Gabriele Paolini, ha pensato di mettere in fila i maggiori contributi di Ceccuti dedicati

    – di Paolo Armaroli

1-10 di 32 risultati