Ultime notizie:

Pamela Anderson

    Anche Prada smette di portare pellicce animali in passerella

    Prada entra nella famiglia fur-free. Dalle collezioni donna della primavera/estate 2020 il gruppo italiano del lusso quotato ad Hong Kong non userà più pellicce animali per realizzare nuovi prodotti. Qui l'articolo del sito del Sole 24 Ore con tutti i dettagli. La decisione è stata annunciata con la Fur Free Alliance (Ffa, che riunisce oltre 50 organizzazioni in più di 40 paesi) ed è frutto di un dialogo positivo tra il gruppo, Ffa, Lav e The Humane Society of the United States. Solo pochi mesi ...

    – Guido Minciotti

    Report, inchiesta sulle pellicce: davvero sono "etiche" come dice l'etichetta?

    Le pellicce di animale destinate all'abbigliamento sono al centro del nuovo appuntamento con Report in onda stasera, lunedì 25 marzo alle 21.20 su Rai3 e sempre visibile qui su RaiPlay. Nel servizio dal titolo "L'Etichetta" si parla della Finlandia, principale produttore di pellicce allevate, in prevalenza volpi e visoni. Vendute in asta a Helsinki, sono acquistate dai pellicciai che le conciano, trattano e colorano per poi rivenderle alle grandi firme della moda, che le usano soprattutto come b...

    – Guido Minciotti

    Moda, gli animalisti chiedono a Milano Donna di rinunciare alle pellicce

    A un paio di giorni dall'inaugurazione della settimana della Moda Donna le associazioni animaliste lanciano i loro appelli perchè le pellicce non salgano sulle passerelle di Milano. La proposta, che fino a qualche anno fa era quasi un tabu, oggi è quasi di moda. Sono ormai moltissimi e di assoluto prestigio, infatti, i marchi che hanno rinunciato a utilizzare pelliccia nelle proprie collezioni. Ne abbiamo scritto spesso su 24zampe: non le usano più Gucci, Versace, Armani (il primo dei grandi, ne...

    – Guido Minciotti

    Moda, anche Chicco si impegna per un futuro senza pellicce

    Da tempo ha abolito l'utilizzo di pellicce animali, ma ora il brand Chicco compie un ulteriore passo avanti sottoscrivendo un formale impegno fur-free con la Lav e la Fur Free Alliance. Il brand, con le sue collezioni dedicate ai bambini da 0 a 8 anni, aderisce agli standard Fur Free Retailer program ed Animal Free Fashion. La firma è il risultato di un confronto che il brand ha avviato con gli animalisti. "Siamo lieti - dichiara Joh Vinding, presidente della Fur Free Alliance - di dare il benve...

    – Guido Minciotti

    Elisabetta Franchi, 20 anni tra moda e impegno animalista

    Festeggia vent'anni di attività la stilista Elisabetta Franchi, conosciuta per le sue creazioni in tutto il mondo - dove ha più di 80 boutique monomarca, da Milano a Parigi e da Mosca a Dubai - e nota anche tra gli amanti degli animali per il suo impegno in favore dei loro diritti. Un animalismo concreto, come dimostrato con le sfilate contro i circhi e le prese di posizione in prima persona, ad esempio con una pagina pubblicitaria sui giornali contro il randagismo o con il sostegno finanziario ...

    – Guido Minciotti

    Moda, Pamela Anderson (e Peta) a Prada: basta pellicce

    Pamela Anderson ha scritto a nome della Peta Usa (People for the Ethical Treatment of Animals, organizzazione no-profit a sostegno dei diritti animali) con cui si è spesso prestata a campagne di forte impatto, una lettera a Miuccia Prada, per chiedere alla stilista di "cessare immediatamente e definitivamente con l'uso delle pellicce nelle sue collezioni, non di ridurle gradualmente" come la designer aveva annunciato ieri sera dalla Fashion Week di Milano. "Gentile Sig.ra Prada - scrive la Ander...

    – Guido Minciotti

    Lieto fine per Penka, la vacca bulgara torna in Europa

    Happy end della travagliata avventura di Penka, la mucca bulgara che ignara aveva attraversato, circa due settimane fa, il confine della Bulgaria con la Serbia, confine esterno dell'Ue, in cerca di pascoli freschi. Non sarà abbattuta, come si era temuto, ed entro la fine della settimana sarà restituita al suo proprietario - come ha fatto sapere l'Agenzia bulgara per la sicurezza alimentare. La decisione è stata presa dopo che i test di laboratorio hanno dimostrato che il bovino è sano. I problem...

    – Guido Minciotti

    Il brand londinese Coco de Mer passa alla regina della lingerie Lucy Litwack

    La chiamano la "queen of lingerie": dopo anni di esperienza nell'intimo di lusso, compresi periodi da dirigente di La Perla in Italia e Victoria's Secret a New York, Lucy Litwack si è guadagnata il soprannome di "regina della biancheria intima". Direttrice responsabile di Coco de Mer, brand

    – di Nicol Degli Innocenti - LONDRA

    Quando «Wonder Woman» è banale

    I supereroi non vanno mai in vacanza: in questo primo weekend di giugno il protagonista del weekend in sala è «Wonder Woman» di Patty Jenkins, ispirato al celebre personaggio dei fumetti della DC Comics.Prima di diventare Wonder Woman, Diana è la stata la principessa delle Amazzoni, guerriere

    – di Andrea Chimento

1-10 di 43 risultati