Ultime notizie:

Osborne

    E ora si fa largo Boris il peronista

    Diceva Deng Xiaoping : < non è importante che un gatto sia bianco o nero, basta che acchiappi i topi >. Il piccolo (di taglia) grande leader cinese succeduto al patriarca Mao Tsedong, con questo detto simbolizzava una nuova era per la Cina, seguita a un ventennio di ubriacatura ideologica voluta da Grande Timoniere. Basta con le ideologie e le dispute attorno al loro grado di purezza, su cui si costruivano lotte di potere e si mandavano nei lager a rieducare milioni di persone. Tempo di badare a...

    – Marco Niada

    Il Prado, duecento anni di fatti, fasti e scherzi

    Il 19 novembre 1819 iI nuovo «Museo Real de Pintura» aprì ufficialmente i battenti. Il re Ferdinando VII e la regina Maria Isabella non presenziarono al taglio del nastro, ma i giornali diedero grande risalto all'evento. Curioso il regolamento d'accesso: mercoledì unico giorno di apertura con limitazioni per gli "stranieri"

    – di Marco Carminati

    Per il Regno Unito un futuro di pazze spese

    Esiste ormai un'era pre e post referendum sulla Brexit. Certamente ciò vale per il Regno Unito, ma anche in buona parte nel resto del mondo, con l'ascesa del nazional-populismo. Dopo il fatidico giugno del 2016 tutto pare finito sottosopra. La destra dei Tory ha preso il controllo del Governo conservatore? Si, ma quale? Quella di una volta, Thatcheriana, dei tagli alla spesa pubblica, delle privatizzazioni spinte, certamente patriottica ma aperta all'Europa, ideologicamente rigida ma aperta alle...

    – Marco Niada

    Tre donne sull'orlo di una crisi globale: Von der Leyen, Lagarde, Georgieva

    L'onda nazionalista e la gestione della Brexit; la crisi dell'Argentina; la continuazione del quantitative easing nel dopo Draghi: sono le sfide immediate che attendono le tre leader espresse dall'Europa, Ursula Von der Leyen, Christine Lagarde e Kristalina Georgieva, alla guida rispettivamente della Commissione europea, della Bce e (se tutto andrà come da copione) dell'Fmi

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    L'Italia è ancora una repubblica fondata sul lavoro?

    L'autore di questo post è Gabriele Guzzi, laurea con lode in Economia alla Luiss e poi alla Bocconi. Ha lavorato per lavoce.info come fact-checker, è stato presidente di Rethinking Economics Bocconi e attualmente è dottorando presso l'Università Roma Tre - "L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro". Così esordisce la nostra Costituzione, così i padri costituenti hanno deciso di elevare il lavoro a principio fondativo della Repubblica. La domanda che vorrei brevemente tentare di affrontare è...

    – Econopoly

    Venezia '75: alle Giornate degli Autori Rithy Panh torna nei luoghi dove i khmer rossi uccisero i suoi familiari, accusati di essere intellettuali nemici del popolo

    In principio era la fame e, poi, ancora fame. Fame che tornava e ritornava fino alla morte, causata dalla stessa in forma diretta o indiretta. Di questo tarlo indomabile, che obbligava gli uomini alla schiavitù fisica e mentale, racconta Graves without a name del cambogiano Rithy Panh, film inaugurale delle Giornate degli Autori alla 75esima edizione della Mostra del cinema di Venezia, che il Sole 24 Ore ha visto in anteprima. Le testimonianze dei contadini -che riesumano la stagione dell'orrore...

    – Cristina Battocletti

    Crowdfunding immobiliare chance per riqualificazioni e nuovi sviluppi

    Il crowdfunding nell'immobiliare non è più una promessa, ma una realtà anche in Italia. E anche se a livello di volumi parliamo ancora di una nicchia, i mesi estivi hanno impresso una forte accelerazione al settore grazie a nuovi soggetti e iniziative pronti a partire.

    – di Adriano Lovera

    Così parlò Mark Carney, "nemico" della Brexit

    Mark Carney è forse il peggiore nemico dei sostenitori della Brexit. Non solo perchè da prima del referendum mette in guardia con competenza e puntiglio dai pericoli economici di una uscita del Regno Unito dalla UE. Soprattutto per il ruolo che ricopre, ossia quello di Governatore della Banca d'Inghilterra. E, dato che dal 1997 la Banca centrale è indipendente dalla politica, Carney è un personaggio estremamente scomodo per quei politici che vogliono dipingere la Brexit come una passeggiata che ...

    – Marco Niada

1-10 di 695 risultati