Ultime notizie:

Orlando Furioso

    «Per il cervello è più facile memorizzare Dante di Ariosto»

    Se si scompongono rime, accenti e lunghezza dei versi, il nostro cervello farà meno fatica a ricordare quelli della Divina Commedia rispetto a quelli dell'Orlando Furioso. A mettere a confronto le due opere di Dante Alighieri e Ludovico Ariosto è stato uno studio, diffuso in occasione del Dantedì,

    – di Redazione Scuola

    La lingua dei mercanti unì l'Europa

    Gli scritti mercantili europei documentano interferenze tra idiomi che non compaiono nei testi letterari ufficiali. Esistevano codici comuni che permettevano la comprensione anche tra stranieri

    – di Nicola Gardini

    Il Re Sole e i giochi di potere a Versailles

    Nella strategia politica di Luigi XIV il castello di Versailles ebbe un ruolo decisivo: persino le mirabili feste di corte (con luminarie e banchetti) gli servirono per esercitare l'autorità

    – di Philip Mansel

    Se il libro è un domandare. Una Conversazione con Max Bunker (Luciano Secchi), Cristina Chiperi, Roberto Koch, Nicola Maccanico, Federico Niero, Marco Sbrozi, Carlo Sini.

    "Nel regno digitale immateriale", scrive Kevin Kelly, "dove nulla è statico o fisso, tutto è in divenire, anche il libro diventa un librare, evolvendo da cartaceo a digitale, confrontandosi con altri sistemi di comunicazione e apprendimento". Se il libro diventa un "librare": questo il titolo/quesito/ipotesi che ci conduce in un viaggio su cosa è stato, cos'è oggi e cosa sarà domani il libro, attraverso Dieci Conversazioni con scrittori, editori, esperti. Come guida per orientarci in questo camm...

    – Marco Minghetti

    Se il libro è remixato. Una Conversazione con Michele Bravi, Anna Caterina Dalmasso, Paola Dubini, Riccardo Gasperina Geroni, Stefano Izzo, Lino Prencipe.

    "Nel regno digitale immateriale", scrive Kevin Kelly, "dove nulla è statico o fisso, tutto è in divenire, anche il libro diventa un librare, evolvendo da cartaceo a digitale, confrontandosi con altri sistemi di comunicazione e apprendimento". Se il libro diventa un "librare": questo il titolo/quesito/ipotesi che ci conduce in un viaggio su cosa è stato, cos'è oggi e cosa sarà domani il libro, attraverso Dieci Conversazioni con scrittori, editori, esperti. Come guida per orientarci in questo camm...

    – Marco Minghetti

    Se il libro si fluidifica, una conversazione con Fausto Colombo, Sonia Lombardo, Francesco Musolino, Massimo Maugeri e Giovanni Peresson.

    "Nel regno digitale immateriale", scrive Kevin Kelly, "dove nulla è statico o fisso, tutto è in divenire, anche il libro diventa un librare, evolvendo da cartaceo a digitale, confrontandosi con altri sistemi di comunicazione e apprendimento". Se il libro diventa un "librare": questo il titolo/quesito/ipotesi che ci conduce in un viaggio su cosa è stato, cos'è oggi e cosa sarà domani il libro, attraverso Dieci Conversazioni con scrittori, editori, esperti. Come guida per orientarci in questo camm...

    – Marco Minghetti

    Quarantenite acuta

    Dicesi quarantenite acuta la sindrome nevrosica con spunti ossessivi indotta da: cacofonia televisiva, melassa di notizie una uguale all'altra e segregazione domestica, meglio in uno spazio ridotto, ove si scatenino più facilmente insopportabilità, egoismi, egocentrismi. Logica conseguenza, dopo

    Cibo e cultura per Le Angeliche

    Si chiama Le Angeliche, in onore della bella Angelica dell'Orlando Furioso e del ristorante bistrò con annesso showroom di artigianato locale che si trova a Palermo nel cuore del mercato storico del Capo. Ma Angeliche sono le quattro donne (Veronica Schiera, Floriana Lo Bue, Chiara Napolitano e

    – di Nino Amadore

    Ariosto, Kubrick e David Bowie: quando l'arte «sale» sulla luna

    Il corpo celeste più vicino alla Terra attrae fatalmente la fantasia umana. Dalle teorie cosmologiche di Dante alla pittura metafisica di de Chirico, dal cinema di fantascienza all'esplosione di «Rocket Man». Lassù in cielo c'è un pezzo di cultura popolare

    – di Francesco Prisco

    Italia patria di forti, fortezze e cittadelle

    Fu Leone IV nel IX secolo a ordinare la costruzione di mura intorno alla basilica vaticana. Ben tre chilometri, con quarantaquattro torri, alla cui costruzione furono utilizzati anche dei saraceni fatti schiavi dopo la battaglia di Ostia dell'anno 849. Quelle che ora sono genericamente dette Mura

    – di Armando Torno

1-10 di 86 risultati