Ultime notizie:

Organizzazione Meteorologica Mondiale

    Climate change, in Italia 20mila morti in 20 anni (e 27 miliardi in fumo)

    Nel solo 2018 gli eventi estremi hanno causato in Italia 51 decessi e 4,18 miliardi di dollari di perdite. Intanto al Cop25 di Madrid, conferenza mondiale Onu sul clima, l'Organizzazione Meteorologica Mondiale ha documentato come il 2019 sia il secondo o terzo anno più caldo di sempre, con un aumento di 1,1 gradi rispetto ai livelli preindustriali. Il rischio concreto? Che già a fine secolo si superino i 3 gradi

    – di Enrico Marro

    I gas serra continuano a crescere: siamo ai livelli di 3-5 milioni di anni fa

    I gas serra segnano un nuovo record e non c'è nessun segno di inversione di tendenza: solo El Nino, che aveva dispiegato i suoi effetti nel biennio 2015-16 ha rallentato la corsa, ma solo perché il danno era già stato fatto prima. Alla vigilia della riunione della Cop 24 sul climate change in

    – di P.Sol.

    Più fossili e meno efficienza: record per le emissioni di Co2 nel 2017

    Ci eravamo illusi di aver spezzato il legame tra sviluppo economico e aumento dei gas serra. Invece - dopo tre anni di lieve declino - le emissioni di CO2 sono tornate a crescere dell'1,4% nel 2017 raggiungendo il record storico di Gigatonnellate (Gt), ossia 32,5 miliardi di tonnellate.

    – di Sissi Bellomo

    Riscaldamento climatico. Ecco i nuovi studi (e le nuove contromisure)

    Il ritratto di una catastrofe dipinto dai ricercatori assume contorni meglio definiti. Il rischio di riscaldamento climatico sta fra 1,2 e 3 gradi in più, invece che tra 1,5 e 4,5 gradi. La rivista scientifica Nature ha pubblicato uno studio sulle previsioni del cambiamento climatico il quale

    – di Jacopo Giliberto

    La CO2 in atmosfera ai livelli più alti degli ultimi 800mila anni

    Nuovo, drammatico allarme sui cambiamenti climatici prodotti dalle attività umane. La concentrazione di anidride carbonica (CO2) nell'atmosfera, tra i principali responsabili del riscaldamento globale, ha raggiunto livelli record nel 2016: siamo ai massimi da almeno 800mila anni. L'allarme è stato

    Climate change: la primavera 2017 è la seconda più calda del pianeta.

    La primavera 2017 è la seconda più calda del pianeta a livello climatologico da quando sono iniziate le rilevazioni nel 1880. Lo ha detto la Coldiretti sulla base di un'elaborazione dei dati divulgati dalla NASA's Goddard Institute for Space Studies (GISS), che dimostrano la tendenza al surriscaldamento del Pianeta. Secondo l'Istituto di scienza dell'atmosfera e del clima del Cnr, i singoli mesi primaverili hanno fatto registrare tutti e tre anomalie positive pari a +1,6 gradi per aprile e maggi...

    – Luca Tremolada

    La primavera 2017 è la seconda più calda del pianeta. Dal 1880

    La primavera 2017 è la seconda più calda del pianeta a livello climatologico da quando sono iniziate le rilevazioni nel 1880. Lo ha detto la Coldiretti sulla base di un'elaborazione dei dati divulgati dalla NASA's Goddard Institute for Space Studies (GISS), che dimostrano la tendenza al surriscaldamento del Pianeta. Secondo l'Istituto di scienza dell'atmosfera e del clima del Cnr, i singoli mesi primaverili hanno fatto registrare tutti e tre anomalie positive pari a +1,6 gradi per aprile e maggi...

    – Infodata

    Rinnovabili alla riscossa

    Il 2016 sarà l'anno più caldo di sempre, lo sappiamo già. E in settimana - se ancora ce n'era bisogno - abbiamo anche capito perché: l'anidride carbonica nell'atmosfera ha toccato livelli mai visti. O meglio le 400 parti per milione era no già state superate altre volte, ma sempre in singoli luoghi e per determinati periodi: invece l'allarme dell'Organizzazione meteorologica mondiale definisce un fenomeno che appare strutturale dal momento che tale livello è in termini di dato medio annuo a live...

    – Pierangelo Soldavini

1-10 di 26 risultati