Aziende

Opel

Adam Opel Gmbh è una casa automobilistica tedesca, di proprietà del gruppo americano General Motors, acquistata il 6 marzo 2017 da Peugeot.

Con sede principale a Rüsselsheim, in Assia il gruppo conta 17 siti produttivi gestiti dalle relative controllate distribuite in: Germania, Belgio, Francia, Regno Unito, Austria, Polonia, Portogallo, Spagna, Turchia, Ungheria e Corea del Sud. Adam Opel Gmbh impiega 47,000 persone e commercializza i suoi prodotti in 35 mercati europei.

La società è stata fondata nel 1862 da Adam Opel, per costruire macchine per cucire e dal 1898 si è dedicata alle quattro ruote. Dopo l’acquisizione, nel 1894, della Anhaltische Motorwagenfabrik, nel 1929 Opel è entrata a far parte del gruppo General Motors. L’azienda ha iniziato così a vendere con il brand Vauxhall in Gran Bretagna, come Holden in Australia e Chevrolet in America latina. Nel 1971 Opel ha collaborato con Bosch, Continental e Varta, facendo registrare 6 record mondiali sul circuito tedesco di F1 a Hockenheim. Nel 2009 c'è stata una trattativa per entrare a far parte del gruppo austrocanadese Magna-Steyr, conseguenza della ristrutturazione in atto di Gm. La trattativa si è conclusa con la non cessione di Opel a Magna. Adam Opel Gmbh è rimasta quindi a far parte del gruppo General Motors.

Il 14 febbraio 2017 GM ha avviato una trattativa con il gruppo Psa (Peugeot e Citroen) per vendere Opel. Il 5 marzo Peugeot ha chiuso l’operazione e ha acquistato il 100% del gruppo con un’operazione da 1,8 miliardi di euro,

Ultimo aggiornamento 16 febbraio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Adam Opel Gmbh | General Motors | Trattativa | Varta | Germania | Continental Airlines | Bosch | Formula 1 | Magna-Steyr | Chevrolet |

Ultime notizie su Opel

    Ford Capri, festeggia cinquanta anni la coupé da famiglia

    Altre, come Opel Rekord o Peugeot 404 erano troppo stilisticamente derivate da berline a tre volumi mentre le varie Alfa Romeo GT, Lancia Flavia e così via, non ci pare potessero essere prese in considerazione dalla meno abbiente clientela dei... La macchina fece scuola e dopo di lei tanti modelli di costruttori generalisti, una per tutte la Opel Manta, ne seguirono le orme; ebbe un successo strepitoso anche in Italia dove crediamo siano stati venduti la stragrande maggioranza delle...

    – di Vittorio Falzoni Gallerani

    Fiat 500 elettrica, come sarà la variante Bev dell'icona italiana

    Trattandosi di una vettura premium la nuova 500 elettrica è destinata a confrontarsi con la Mini Electric che sarà in vendita più o meno in contemporanea come il "cinquino" EV, ma dovrà vedersela anche con il trittico di city car a batteria dei brand del Gruppo Volkswagen, la VW Up!, la Skoda Citigo e la Seat Mii, soluzioni più popolari e più abbordabili, come le varianti a zero emissioni di Peugeot, la 208, di Opel la Corsa, senza contare la Smart che è da poco diventata un brand...

    – di Corrado Canali

    La mobilità a emissioni zero contagia anche le compatte

    Arriva il periodo in cui la mobilità elettrica allarga il suo raggio d'azione. Certo, il tempo in cui la diffusione delle auto elettriche sarà ben percepibile è ancora lontano, specie pensando che lo scorso anno nel mondo le loro vendite non hanno raggiunto i 1,3 milioni di unità, in un contesto

    – di Massimo Mambretti

    Frölich (Bmw): «Gli europei ancora non vogliono le auto elettriche»

    "Non c'è alcuna domanda di auto elettriche (BEV) da parte dei clienti. Nessuna. Ci sono richieste da parte del legislatore, ma non dei clienti".Con questo sasso nello stagno, Klaus Frölich, direttore dello sviluppo di BMW, ha squarciato il velo sulle auto elettriche, intervenendo all'evento

    – di Pier Luigi del Viscovo

    Auto elettriche e ibride plug in, la rivoluzione è arrivata

    Sono tempi di grande cambiamento per l'automobile. No non stiamo parlando di auto volanti o improbabili robotaxi ma del futuro prossimo dei sistemi di trazione. E la parola d'ordine qui è elettrificazione. Questo non vuol dire solo vetture 100% elettriche ma anche, anzi soprattutto, ibride, ibride

    – di Mario Cianflone

    Nomi improbabili/Opel Ascona

    L'anatomia torna protagonista involontaria tra i nomi della auto. L'Opel Ascona, berlina prodotta dal 1970 al 1988, prendeva il nome dall'omonima cittadina svizzera nel Canton Ticino. In Spagna e Portogallo la denominazione invece portava subito la mente ai genitali femminili.

    Opel corsa, iniziano le vendite. Ecco quanto costa

    La sesta generazione di Opel Corsa è in dirittura d'arrivo. A pochi giorni dalla presentazione della versione elettrica, Opel annuncia ora Corsa con i motori a combustione interna

    – di Corrado Canali

    Estate ricca di novità con le anteprime di Francoforte

    L'autunno caldo dell'auto partirà con il botto al Salone di Francoforte (12-22 settembre) con molte novità che in questi giorni appaiono in anteprima. La Iaa, Internationale Automobil-Ausstellung, una delle rassegne dell'auto più titolate al mondo, soprattutto perché è da sempre la vetrina

    – di Corrado Canali

    Opel Insigna Sports Tourer

    La Opel Insignia Sports Tourer ha tra i suoi punti di forza l'originale ed innovativo design. Una SW ideale per le famiglie e per le flotte dall'aspetto sportivo. Uno speciale dettaglio stilistico è costituito dal grande tetto panoramico vetrato (optional) che illumina gli interni e dà ai

1-10 di 1846 risultati