Ultime notizie:

Ons

    Un futuro da inquilini per gli anziani britannici di domani

    Un bell'articolo pubblicato dall'istituto britannico di statistica, dedicato all'evoluzione del mercato immobiliare in un contesto di invecchiamento della popolazione, ci racconta una storia molto istruttiva. Lassù, come da noi, c'è una quota crescente di anziani che si trova proprietaria della casa in cui vive, a fronte di una quota altrettanto crescente di giovani che non è in condizione di poter comprare casa. Ciò che solleva parecchi dubbi sulla robustezza economica degli anziani di domani, ...

    – Maurizio Sgroi

    La Brexit spinge verso il basso i prezzi delle case a Londra (-4,4%)

    Accelera il calo del valore delle proprietà immobiliari a Londra. Il calo dei prezzi medi nella capitale registrato a maggio rispetto allo stesso mese dello scorso anno è stato pari al 4,4%. Si tratta della frenata più brusca dall'agosto 2009

    – di E.Sg.

    Così la Brexit sta sconvolgendo i flussi migratori nel Regno Unito

    L'autrice del post, Costanza de Toma, si occupa di cooperazione allo sviluppo, relazioni internazionali e Unione Europea. Milanese di nascita, ha vissuto gli ultimi 27 anni all' estero, tra il Regno Unito e il Belgio. Negli ultimi due anni ha coordinato e condotto la lobby verso l'Unione europea della campagna per la tutela dei diritti dei cittadini dell'Ue che vivono nel Regno Unito. Questo l'ha portata a seguire da vicino i negoziati sulla Brexit. Costanza ha deciso di tornare in Italia, a Tor...

    – Econopoly

    Brexit, rischio rimpatrio per 250mila cittadini britannici

    Una Brexit no-deal, senza tutele diplomatiche per aziende e cittadini, potrebbe costringere al rimpatrio fino a 250mila cittadini britannici residenti in Europa. Un controesodo destinato a scaricarsi sui servizi pubblici, come la sanità, per ragioni che riguardano soprattutto le anagrafe: il 40%

    Brexit verso il 29 marzo: le opzioni in discussione e i rischi per l'economia

    Pubblichiamo un post di Mario Angiolillo, direttore dell'Osservatorio Relazioni EU-UK-USA di The Smart Institute. Esperto di tematiche geopolitiche e di relazioni internazionali, svolge attività di advisory per diverse società con particolare riferimento agli impatti e alle opportunità offerte da Brexit - E' ripreso a Westminster il dibattito su Brexit dopo la bocciatura del cosiddetto Withdrawal Agreement, la proposta di accordo per regolare l'uscita del Regno Unito dall'UE ai sensi dell'Art. 5...

    – Econopoly

    Road to Brexit: stato dell'arte, rischi e opportunità per l'economia italiana

    Pubblichiamo un post di Mario Angiolillo, direttore dell'Osservatorio Relazioni EU-UK-USA di The Smart Institute. Esperto di tematiche geopolitiche e di relazioni internazionali, svolge attività di advisory per diverse società con particolare riferimento agli impatti e alle opportunità offerte da Brexit - Il 18 ottobre si terrà una riunione del Consiglio Europeo cruciale per il percorso verso Brexit, riunione da tempo individuata come la vera deadline per la definizione di un accordo tra le par...

    – Econopoly

    Più corta e più grama la vita dei "poveri" anglosassoni

    Su un fatto penso che siamo tutti d'accordo: una società in cui l'aspettativa di vita va accorciandosi, non può essere considerata un modello virtuoso. E' quanto accade da una decina d'anni anni negli USA e nel Regno Unito, dove la polarizzazione della ricchezza e l'emarginazione delle classi basse sta creando un divario crescente tra ricchi e poveri sul fronte della salute .  I due Paesi stanno mostrando infatti un'inversione di tendenza singolare, con un accorciamento della vita all'interno de...

    – Marco Niada

1-10 di 107 risultati