Ultime notizie:

Oiv

    Un bilancio della riforma Brunetta della PA ora che è tornato ministro

    Post di Alessandro Guidi Batori per Neos, think magazine di studenti universitari. Alessandro è collaboratore parlamentare e ha conseguito un master of arts in Public administration management all'università LUISS Guido Carli - Politica valutata: Legge 6 agosto 2008, n. 133; legge 4 marzo 2009, n. 15; decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 (provvedimenti costituenti la cd. Riforma Brunetta). Obiettivo: Incrementare la produttività della pubblica amministrazione mediante riduzione del tass...

    – Econopoly

    Vino Oiv 2020: nel mondo e in Italia si produce meno (258 mhl) ma non è una disgrazia

    Nel mondo, una produzione di vino 2020 ben lontana dal record 2018 (294 milioni di ettolitri) non è necessariamente una gran brutta notizia. Anzi, a ben interpretare le dinamiche socioeconomiche, può contribuire a fare da contraltare alla stazionarietà dei consumi globali. Un trend che in questo momento di pandemia sanitaria, di dazi all'interscambio e tensioni geopolitiche sempre più minacciose rischia di provocare una rottura grave negli equilibri mercantili mondiali. Non è un caso se a fronte...

    – Nicola Dante Basile

    Commercialisti: una via da prendere senza paure

    Prosegue il confronto sulle specializzazioni lanciato da Massimo Miani, presidente Cndcec, nell'intervista rilasciata il 1� giugno 2019 al Sole 24 Ore

    – di Fabrizio Escheri (presidente Odcec Palermo e Termini Imerese)

    A San Martino ogni mosto è vino, ma a dicembre l'Italia non sa ancora quanto ne ha prodotto nel 2018

    La vendemmia è finita da un pezzo e, come dice il proverbio, a "San Martino ogni mosto e vino". Eppure, a un passo da dicembre nel Belpaese di Enotria nessuno sa ancora quanto vino sia stato prodotto quest'anno. Potrebbero essere 48 milioni di ettolitri, come fanno sapere in Coldiretti oppure 49,5, come suggeriscono Federvini e Unione Italiana Vini o, addirittura, 52,6 milioni come dicono in Assoenologi? Differenze anche consistenti che potrebbero pesare nella definizione dei nuovi listini di pr...

    – Nicola Dante Basile

    Un ddl concretezza per la PA: l'eterno ritorno dei "nuclei" e dei "piani"

    Non si può affermare che il Governo in carica difetti di creatività nell'assegnare i nomi ai provvedimenti che emana. Nel caso della Pubblica amministrazione, la ministra Bongiorno ha scelto la parola "concretezza" per rubricare il suo primo disegno di legge, approvato nel Consiglio dei Ministri dello scorso 13 settembre e adesso al vaglio del Garante Privacy e della Conferenza Unificata. Concretezza sarebbe dunque la parola chiave del nuovo intervento, ultimo dei tanti che si sono visti negli ...

    – Francesco Bruno

1-10 di 68 risultati