Ultime notizie:

Oie

    SarsCov2, negli Usa un caso unico: contagiato visone selvatico

    Dopo i casi negli allevamenti di visoni in Europa e Stati Uniti, per la prima volta il virus SarsCov2 è stato diagnosticato in un visone selvatico. E' l'unico caso del genere finora noto, confermato dal Servizio veterinario nazionale del Dipartimento americano dell'Agricoltura (Usda). L'agenzia ha informato l'Organizzazione mondiale per la salute degli animali (Oie), precisando come tuttavia "al momento non ci sono prove che il virus stia circolando nelle popolazioni selvatiche di visoni". Il ma...

    – Guido Minciotti

    Ecdc: "Un caso di coronavirus nei visoni anche in Lombardia"

    Casi di infezione da Sars-CoV-2 nei visoni si sono verificati in diversi allevamenti in Europa, Italia compresa, ma il virus, che è mutato rispetto a quello che circola più diffusamente, non è nè più contagioso nè più aggressivo rispetto agli altri. Lo scrive il centro Europeo per il Controllo delle Malattie (Ecdc) in un documento di valutazione del rischio sul tema. In Italia, scrivono gli esperti, è stato segnalato finora un caso in un allevamento in Lombardia ad agosto. "Ora basta con questa ...

    – Guido Minciotti

    Imprese e veterinari: giù l'Iva (al 10%) per alimenti e cure dei pet

    Scaglione unico dell'Iva al 10% su cure veterinarie e alimenti per cani, gatti e animali da compagnia. Lo chiedono veterinari e aziende del settore pet care al Governo e al Parlamento, con una lettera aperta firmata da diverse sigle (Anmvi, Fnovi, Simevep, Enpav, Assalco, Aisa, Ascofarve e Assalzoo) che riuniscono Medici Veterinari e Imprese dell'alimentazione animale e dei farmaci veterinari. "Solo con l'allineamento dell'Iva per cure veterinarie, alimenti e farmaci veterinari - prodotti, quest...

    – Guido Minciotti

    Quando la fatica quotidiana della ricerca ha un alto impatto occupazionale

    13 marzo 2020: il Ministero della Salute autorizza l'ingresso dell'Istituto Zooprofilattico dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale" (IZSAM) nella rete Covid19 della regione Abruzzo. L'operatività è immediata e proficua, cosicché, grazie a un laboratorio mobile BLS4, cioè una struttura di massima sicurezza ad alto contenimento biologico, all'IZSAM, tecnici e ricercatori si dispongono ad analizzare i famigerati tamponi per la diagnosi di Sars-CoV-2. Ciò che, sulle prime, potrebbe configurarsi come...

    – Francesco Mercadante

    Un focolaio di Coronavirus in un allevamento di visoni in Olanda

    Un focolaio di infezione da virus SarsCoV2 è stato individuato in un allevamento di visoni in Olanda. Lo ha reso noto l'Organizzazione mondiale per la salute animale (Oie) alla rete internazionale Promed, per la segnalazione delle malattie emergenti. Gli animali, ha deciso l'Istituto olandese per la sanità pubblica e l'ambiente (Rivm), non saranno abbattuti perché questa misura avrebbe potuto esporre il personale a rischi maggiori. Chiuse a pedoni e ciclisti le strade attorno all'allevamento. ...

    – Guido Minciotti

    Coronavirus, due gatti domestici contagiati a New York

    AGGIORNAMENTO DEL 23 APRILE IN CODA - I GATTI GUARIRANNO +++ Due gatti di New York sono i primi animali domestici contagiati negli Stati Uniti dal coronavirus. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie federali. Il primo gatto cui sono stati riscontrati i sintomi del Covid-19 è in una abitazione dove nessuna delle persone presenti è contagiata, mentre il padrone del secondo gatto era un paziente positivo. All'inizio del mese sempre a New York era stata trovata positiva una tigre dello Zoo del B...

    – Guido Minciotti

    New York, allo zoo del Bronx una tigre positiva al coronavirus

    AGGIORNAMENTO DEL 23 APRILE 2020 - ANCHE UN LEONE POSITIVO Dopo la tigre notificata il 7 aprile, l'Organismo internazionale per la salute animale Oie aggiorna - scrivono i i veterinari Anmvi sul proprio sito - sulla situazione epidemiologica del giardino zoologico del distretto del Bronx (New York City). Uno dei tre leoni precedentemente segnalati è stato confermato positivo per SARS-CoV-2 il 15 aprile scorso. Anche in questo caso, è possibile che l'infezione sia stata trasmessa da un operatore...

    – Guido Minciotti

    Covid-19, il rifiuto dei dati scientifici non aiuta a prevenire future epidemie

    Autore del post è Roberto Danovaro, Università Politecnica delle Marche e presidente del Comitato scientifico del Wwf Italia - Lo scorso 29 marzo il Sole24Ore ha pubblicato un articolo di Enrico Mariutti sul contagio da Covid-19 in cui l'Autore si domanda se l'impatto dell'Uomo sull'ambiente e i Cambiamenti Climatici abbiano effetto sulle epidemie che stiamo vivendo. L'Autore sostiene che quanto descritto dal Report WWF sia solo una teoria affascinante che però non trova riscontro nei dati, i q...

    – Econopoly

1-10 di 154 risultati