Ultime notizie:

Nouriel Roubini

    Anteprima del Forum di Cernobbio. Interfacce tra uomo e robot, tra aziende, tra cittadini e la cruda realtà dei fatti

    Interfacciarsi con la realtà, con i veri problemi e con i numeri dell'economia è stato anche il messaggio di Nouriel Roubini, della New York University, uno dei primi economisti al mondo a predire più di un decennio fa l'avvento della grande crisi... La sensazione, ascoltando il Prof. Roubini, è che ciò di cui lui ha parlato a braccio debba essere l'ABC di ogni dibattito di politica industriale in questo Paese.

    – Alberto Di Minin

    Il decennio perduto delle economie avanzate

    A distanza di dieci anni dalla crisi finanziaria del 2007-2008, vale la pena fare il punto sulla situazione attuale delle economie sviluppate, e domandarsi dove si troverebbero adesso se non ci fosse stata la crisi e, forse ancora più importante, dove sarebbero se prima e dopo il crollo avessero

    – di Robert Skidelsky

    La promessa mancata di Trump

     Poco più di un anno fa, sotto un cielo grigio e di fronte a una folle esigua, Donald Trump ha prestato giuramento come presidente degli Stati Uniti. Nel suo discorso di insediamento, promise che, «Ogni decisione sul commercio, sulle tasse, sull'immigrazione, sugli affari esteri, verrà presa a

    – di Roman Frydman, Ken Murphy, Jonathan Stein e Stuart Whatley

    Come investire nel 2018 e i nove fattori di rischio a cui prestare più attenzione

    La ripresa iniziata nel 2017 si prolungherà nel 2018, ma è ciclica. Nella prima metà del 2018 (1H 2018), in quasi tutto il mondo la crescita e l'inflazione continueranno la loro ripresa ciclica, ma nell'arco dell'anno rimarranno sotto tendenza (below-trend), perché: 1) i fondamentali macroeconomici sono ancora strutturalmente deboli. La liquidità crescerà ancora, ma a ritmi meno sostenuti. In termini netti, le principali banche centrali acquisteranno titoli per circa 50 miliardi di dollari (USD...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    Cambio al vertice della Bri, dopo Caruana arriva il messicano Carstens

    Cambio al vertice della Banca dei Regolamenti Internazionali (Bri) anche nota come Bank for International Settlements, Bis in inglese, ma meglio conosciuta, nonostante la tenuta di un profilo bassissimo, come la "banca delle banche centrali".

    – di Vittorio Da Rold

    Il potere delle donne

    La scorsa settimana, con una raffica di tweet, il presidente americano Donald Trump ha accusato Carmen Yulín Cruz, sindaco di San Juan, Puerto Rico, di "scarsa leadership" dopo che quest'ultima aveva osato criticare la risposta del governo federale Usa all'uragano Maria. Il capriccioso cinguettio

    – di Stuart Whatley, Ken Murphy, Jonathan Stein e Roman Frydman

    Il sistema finanziario globale: quanto è stabile?

    Solo dieci anni fa, il 9 agosto 2007, la banca francese BNP Paribas decideva di limitare l'accesso degli investitori ai soldi che avevano depositato in tre fondi che gestivano all'incirca 2,2 miliardi di dollari, una manovra di congelamento senza precedenti, che però all'epoca passò quasi

    – di Benjamin J. Cohen

    Dove investire nei prossimi anni spiegato passo dopo passo

    A un occhio poco attento il 2017 sembra "un anno buono", e per molti versi lo è. La prima metà del 2017 (H1-2017) ha registrato una performance positiva. L'economia globale pare in recupero: il commercio è in espansione, la crescita ha accelerato.  Nella H2-2017 queste tendenze continueranno. Bisogna dire grazie all'abbondante liquidità immessa dalle banche centrali. La ripresa sopradescritta è ciclica, non strutturale, ed è in gran parte aiutata dalla liquidità. Tra agosto 2016 e agosto 2017 l...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

1-10 di 305 risultati