Ultime notizie:

Nino Tronchetti Provera

    Ambienta conquista il gruppo Phoenix

    Nuova operazione per il gruppo finanziario Ambienta. Negli scorsi giorni il fondo guidato da Nino Tronchetti Provera ha firmato l'acquisizione del gruppo italiano Phoenix Group, società di Paderno Franciacorta (Brescia), leader europeo nella produzione degli stampi per l'estrusione dell'alluminio, di proprietà del fondo francese Chequers Capital. Ambienta ha battuto le altre offerte concorrenti di alcuni fondi arrivate sul tavolo dell'advisor Ethica Corporate Finance. La valutazione di Phoeni...

    – Carlo Festa

    Il fondo Ambienta di Nino Tronchetti Provera pronto a conquistare Aromata

    Sembra ormai alle battute finali l'asta per la vendita del gruppo Aromata, leader italiano nella produzione e distribuzione di aromi per l'industria alimentare e per le bevande. Ad acquisire il gruppo dovrebbe infatti essere il fondo Ambienta, cioè il più grande fondo europeo di private equity specializzato nei business ambientali, fondato e guidato da Nino Tronchetti Provera. L'asta, gestita dall'advisor Alantra, è ormai in fase di conclusione dopo l'avvio della scorsa primavera. La valutazi...

    – Carlo Festa

    Ambienta sceglie la terza via. Raccolta record del nuovo fondo

    «Alcuni sono stati più gentili con me per il mio cognome. Altri sono stati meno gentili con me per la stessa ragione. Non mi è mai importato. E, alla fine, non ha mai contato». Nino Tronchetti Provera - classe 1968 - è stato per lungo tempo l'altro Tronchetti Provera. Suo papà Luigi e Marco

    – di Paolo Bricco

    Sala apre il dossier per le agenzie europee a Milano

    Giuseppe Sala ha fretta. «Bisogna essere molto rapidi perché la concorrenza non manca. Da domani metteremo a punto un dossier da presentare al governo per sfruttare le opportunità che Brexit offre a Milano. La leva da usare è quella fisco e la nostra città potrebbe diventare area-test del Paese per

    – Leonardo Maisano

    I giapponesi e il trasloco da Londra

    Londra fa i conti con il rischio della grande fuga. Si comincerà dalle authority europee, più direttamente minacciate, si proseguirà con le imprese finanziarie che rappresentano il 12% del pil nazionale, si continuerà con gli investimenti esteri diretti di cui la Gran Bretagna fa bisboccia da anni,

    – Leonardo Maisano

1-10 di 22 risultati