Ultime notizie:

Nino Fiume

    La mafia (in)visibile/6 Il consorzio tra mafie nasce a Milano e la cosca De Stefano gioca alla pari con i più forti

    Se avete letto ciò che scritto nelle ultime due settimane sapete che sto analizzando l'udienza a Reggio Calabria del 28 novembre 2016 nella quale il pm Giuseppe Lombardo ha interrogato il pentito Nino Fiume nell'ambito del processo Breakfast. Sapete che Fiume ha parlato di intoccabili, riservati e invisibili di 'ndrangheta, mettendo straordinariamente in luce il dominio della cosca De Stefano dopo la seconda guerra di mafia a Reggio Calabria e fino agli inizi degli anni Duemila, quando poi, pen...

    – Roberto Galullo

    La mafia (in)visibile/5 La ndrangheta secondo il pentito Nino Fiume: un treno ad alta velocità per molti ma non per tutti

    Cari amici di questo umile e umido blog, dalla scorsa settimana ho ricominciato a scrivere della mafia riservata e invisibile, vale a dire la quintessenza - per questo umile e umido blog - della stessa mafia. Non solo capi criminali, sanguinari o custodi delle leggi mafiose sempre più spesso al carcere duro (Riina, Provenzano,  Zagaria, Oppedisano, Condello e chi più ne ha più ne metta) ma anche e soprattutto professionisti, politici, falsi servitori dello Stato, giornalisti, preti e massoni dev...

    – Roberto Galullo

    Mafia (in)visibile/4 Banca dei favori della 'ndrangheta: tu dai un riservato a me che poi io do un invisibile a te - Le persone "perbene"

    Cari amici di questo umile e umido blog, dalla scorsa settimana ho ricominciato a scrivere di un mio vecchio pallino così sintetizzabile: le mafie oltre le coppole e le lupare, i santini e le apecar. O se preferite: l'evoluzione costante e continua dei sistemi criminali che su quei riti si poggiano grazie a fondamenta solide ma che si elevano e innalzano ben oltre quella miserabile potenza di violenza e sangue. Sapete altresì che - grazie all'indagine Gotha della Procura di Reggio Calabria che ...

    – Roberto Galullo

    La mafia (in)visibile/3 De Stefano in società nelle quali neppure il Capo dello Stato potrebbe far nulla

    Cari amici, da inizio settimana ho ricominciato a scrivere della mafia riservata e invisibile, vale a dire la quintessenza - secondo questo umile e umido blog - della stessa mafia. Il pentito Nino Fiume, ballerino di lungo corso 'ndranghetista per essere stato culo e camicia con i De Stefano, il 28 novembre 2016, nel corso di un'udienza del processo Breakfast, darà il meglio di se (rimando ai link a fondo pagina per le precedenti puntate). Fiume nell'udienza toccherà anche il tema della masson...

    – Roberto Galullo

    La mafia (in)visibile/2 Anche gli imprenditori hanno voluto la pace dopo la guerra di mafia - Tra loro gli "intoccabili"

    Adorati lettori di questo umile e umido blog, da inizio settimana mi sono rituffato nella mafia calabrese popolata di quei soggetti riservati e invisibili che assicurano alla base 'ndranghetista non solo successi e consenso (sociale e politico) ma anche, purtroppo, una lunga evoluzione in vita.  Nel servizio di ieri (al quale rimando con i link a fondo pagina) abbiamo cominciato ad analizzare la straordinaria udienza tenuta il il 28 novembre 2016 da Nino Fiume, culo e camicia con l'onnipotente c...

    – Roberto Galullo

    La mafia (in)visibile/1 Il pentito Nino Fiume: a Reggio Calabria il pallino è in mano alla cosca De Stefano

    Il 9 novembre 2012 il pentito Consolato Villani risponderà così al pm che gli chiedeva della trafila interna alla 'ndrangheta: «La trafila è che si parte da "picciotto", si va a camorrista", si va a "sgarrista", si va alla "santa", al "vangelo", al "quartino", al "tre quartino", al "quintino", e poi c'è la "massoneria", e poi ci sono altre cose che derivano diciamo da personaggi contorti che diventano massoni o altro». Su quel "altro", nell'ambito dell'indagine Breakfast che vede il dipanarsi d...

    – Roberto Galullo

    Il gran ballo di pentiti e avvocati "calabresi"/1 Lo Giudice, Marino, Di Dieco, Napoletano

    Tutti i pentiti - a maggior ragione quelli calabresi che fanno spesso della "tragedia" una missione di vita o quelli che con la mafia calabrese hanno a che fare - sono da prendere con le molle. Io li prenderei - fossi pm in Calabria - con quelle. Non sono pm e posso dunque raccontarne fatti e misfatti tentando persino letture (privilegio pazzesco eh!). Raccontano (spesso) mezze verità che, volendola vedere dall'altra parte, possono anche essere lette come mezze bugie. Resto convinto che un magi...

    – Roberto Galullo

    Il gran ballo di pentiti e avvocati "calabresi"/1 Lo Giudice, Marino, Di Dieco, Napoletano

    Tutti i pentiti - a maggior ragione quelli calabresi che fanno spesso della "tragedia" una missione di vita o quelli che con la mafia calabrese hanno a che fare - sono da prendere con le molle. Io li prenderei - fossi pm in Calabria - con quelle. Non sono pm e posso dunque raccontarne fatti e misfatti tentando persino letture (privilegio pazzesco eh!). Raccontano (spesso) mezze verità che, volendola vedere dall'altra parte, possono anche essere lette come mezze bugie. Resto convinto che un magi...

    – Roberto Galullo

    I "riservati" della cosca De Stefano, l'omicidio del giudice Scopelliti e una storia tutta da riscrivere sull'ala massonica deviata

    Cari amici di blog continuo (come faccio da anni) il racconto dell'evoluzione della 'ndrangheta in un sistema criminale - il "più" raffinato sistema criminale - che va oltre, molto oltre le cosche. Un racconto che due settimane fa si è arricchito di un capitolo - tutto ancora da scrivere - in cui la fa da padrone una presunta associazione criminale dal "cuore" segreto (rimando ai miei post del 27, 28 giugno e di ieri oltre che ai servizi scritti sul portale del Sole-24 Ore e sul quotidiano). Per...

    – Roberto Galullo

    I "riservati" della cosca De Stefano e il dna dell'operazione Breakfast: la massoneria deviata raccontata da Nino Fiume

    Cari amici di blog continuo il racconto dell'evoluzione della 'ndrangheta in un sistema criminale - il "più" raffinato sistema criminale - che va oltre, molto oltre le cosche. Un racconto che poche settimana fa si è arricchito di un capitolo - tutto ancora da scrivere - in cui la fa da padrona una presunta associazione criminale dal "cuore" segreto (rimando ai miei post del 27 e 28 giugno oltre che ai servizi scritti sul portale del Sole-24 Ore e sul quotidiano). Il "cuore" dell'operazione Break...

    – Roberto Galullo

1-10 di 22 risultati