Ultime notizie:

Nicola Cavalluzzo

    Fallimento addio, ora si previene

    La riforma della crisi d'impresa cancella l'espressione "fallimento" considerata negativa e screditante per chi lo subisce e introduce una procedura d'allerta e di composizione assistita della crisi, che costituisce l'innovazione più interessante e significativa. L'allerta poggia su due pilastri:

    – di Nicola Cavalluzzo

    Il programma di Telefisco 2019

    Ecco il programma delle 14 relazioni principali di Telefisco 2019, in calendario il prossimo 31 gennaio, a partire dalle 9 e fino alle 18:

    Al via la formazione obbligatoria per i revisori legali

    Con la pubblicazione sul sito della Ragioneria Generale dello Stato della circolare n. 26 di ieri, prende il via la formazione continua per i revisori legali iscritti nell'apposito registro. Dopo un periodo di vacatio, anche i revisori rientrano tra i soggetti obbligati a tenersi aggiornati sulle

    – di Nicola Cavalluzzo

    Cambio di passo anche per la revisione

    Un biennio difficile attende i soggetti incaricati della redazione del bilancio di esercizio. Una serie di novità importanti sono già in vigore e riguardano il bilancio dell'esercizio che si chiuderà il prossimo 31 dicembre (si veda l'articolo sopra).

    – Nicola Cavalluzzo

    Sanzioni più severe per i revisori contabili

    Prova scritta e orale per i dottori commercialisti che intendono abilitarsi alla professione di revisore legale, nuove regole in fatto di sanzioni, requisiti e svolgimento del tirocinio. Il Consiglio dei ministri ha varato ieri il Dlgs che attua la direttiva 2014/56/Ue confermando, salvo sorprese

    – Nicola Cavalluzzo

    Revisori sotto il controllo del Mef

    Nessuna equiparazione. I dottori commercialisti dovranno continuare a sostenere l'esame per svolgere l'incarico di revisore legale. E' quanto emerge dall'ultima versione del Dlgs che attua la direttiva 2014/56/Ue che entrerà oggi al Consiglio dei ministri per l'esame definitivo dopo aver acquisito i

    – Nicola Cavalluzzo e

    Accantonamenti anche per i crediti «in bonis»

    La questione contabile in fondo appare semplice: distinguere le perdite attese sui crediti non ancora in sofferenza dalle perdite con sofferenze già palesatesi. Il problema finanziario che ne deriva però è decisamente meno semplice da gestire: distinguendo queste due tipologie di perdite e dovendo

    – Nicola Cavalluzzo

1-10 di 54 risultati