Persone

Nelson Mandela

Nelson Mandela fu un politico e attivista sudafricano deceduto nel 2013, ed è stato presidente del Sudafrica dal 1994 al 1999.

Alla carica di presidente del Sudafrica Mandela è stato eletto nel 1994, sconfiggendo De Klerk. Proprio con De Klerk era stato negli anni precedenti protagonista dello smantellamento del regime dell'apartheid che aveva dominato in Sudafrica per decenni. Per il loro operato Mandela e De Klerk hanno ottenuto nel 1993 il premio Nobel per la pace. Prima di riuscire a ottenere questi importanti successi Mandela ha passato ben 27 anni in prigione con l'accusa di cospirazione. Negli anni precedenti, infatti, Mandela era diventato un importante esponente dell'ANC, organizzazione che lottava per la liberazione dei neri del Sudafrica. In questa veste era particolarmente sgradito al governo, che nel 1963 lo arrestò.

Anche dal carcere Mandela è riuscito a guidare la lotta contro l'apartheid, diventando un simbolo, non solo in Sudafrica, ma in tutto il mondo. Prima di essere arrestato, dal 1961 al 1963 Mandela aveva guidato importanti azioni anche armate contro l'esercito, oltre a essere uno dei leader politici del movimento. Prima di far parte dell'ANC e della lotta armata, Mandela era già impegnato nel sostegno alle popolazioni nere, in particolare fornendo assistenza giuridica gratuita o a basso costo tramite il suo studio legale.

Mandela è considerato un simbolo della libertà, della fermezza di spirito ma anche della riconciliazione. Da presidente è riuscito infatti a riconciliare le diverse anime del Sudafrica che per tanti anni si erano opposte e persino odiate.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Nelson Mandela | Sudafrica | African National Congress | De Klerk |

Ultime notizie su Nelson Mandela

    Dal Mittelfest il richiamo del fondatore del Sarajevo Film Festival Haris Pa?ovic: "Il populismo è pericoloso: guardate come è finita l'ex Iugoslavia"

    Alla viglia del Mittelfest, dal 12 al 20 luglio, il direttore della rassesgna cividalese, riflette sul pericolo dei nazionalismi Quando nel 1987, a 26 anni, Haris Pa?ovic mise in scena nell'ex Yugoslavia la gioventù in subbuglio del Risveglio di primavera di Wedekind, aveva dato voce alla sotterranea inquietudine dei ragazzi educati da Tito alla bratstvo i jedinstvo, fratellanza e unità. Mai avrebbe immaginato però che cinque anni dopo, nel 1992, la sua città, Sarajevo, sarebbe stata messa a fe...

    – Cristina Battocletti

    Nkosi Sikelel I'South Afrika

    Sono passate già alcune settimane dalle elezioni sudafricane e dalla riconferma di Cyril Ramaphosa alla presidenza. La notizia non è fresca. Tuttavia ci ritorno, non tanto perché il nome di questo blog presuppone che prima di analizzarle, le notizie siano assimilate con una certa lentezza: in antitesi alla più diffusa fretta di masticarle senza digerire e poi buttarle nella discarica degli avvenimenti internazionali. Riguardo al Sudafrica, tuttavia, c'è una ragione per me più importante della v...

    – Ugo Tramballi

    Sam Chui, l'uomo-leggenda dei cieli che ha preso più di duemila voli

    Mentre ANA (All Nippon Airways) presenta al mondo il suo nuovo Airbus 380 che sta per volare alla volta di Honolulu, all'aeroporto di Tokyo Narita un capannello di persone circonda un simpatico ragazzo dagli occhi a mandorla in cerca di un selfie. E' Sam Chui, Youtuber da quasi due milioni di

    – di Biagio Simonetta

    Un nuovo sudafrica per trainare il continente

    C'è stato un tempo, 25 anni fa, dopo le prime elezioni libere e la fine dell'apartheid, che il Paese di Nelson Mandela sembrava dovesse diventare stella polare per l'intero Continente africano. E questo per diversi motivi: sia per essere stato capace di affrancarsi, senza conflittualità violenta,

    – di Valerio Castronovo

    Se l'uomo di Davos diserta Davos - L'appello di Fink (BlackRock) ai Ceo giunge al Wef: risolvete i problemi che i governi non risolvono

    C'è qualcosa di irreale al Wef di quest'anno a Davos tra le nevi dei Grigioni. Il neo presidente brasiliano Jair Bolsonaro, sovranista convinto, andrà al summit delle élite mondiali per la prima volta per presentare il suo Brasile liberista a caccia di investitori internazionali. In fondo il Wef è anche questo, una grande passerella internazionale in mezzo a 3mila partecipanti per convincere i ceo delle multinazionali che un paese emergente è un affare da non perdere perché è pronto a fare le ri...

    – Vittorio Da Rold

    La rinascita di Cape Town

    Basta girare per il vibrante sobborgo di Woodstock a Cape Town per scorgere le opere di Faith47, tra le più note street artist del Paese. Ci raccontano il Sud Africa di ieri e di oggi: dalla ribellione contro l'apartheid e la segregazione alla tutela degli animali in via di estinzione. In un Paese

    – di Lucilla Incorvati

    Divi senza filtro: dai Beatles a Bono nei ritratti di Terry O'Neill

    Maliarda e sognante Elisabeth Taylor, con tanto di borsalino sulle ventitre, porge una sigaretta a David Bowie, poi un giovanissimo Bono Vox seduto sul marciapiedi e ancora Faye Dunaway, che lo aveva sposato, a bordo piscina con al fianco la statuetta dell'Oscar guadagnata con Quinto Potere: già

    – di Stefano Biolchini

1-10 di 433 risultati