Persone

Nelson Mandela

Nelson Mandela fu un politico e attivista sudafricano deceduto nel 2013, ed è stato presidente del Sudafrica dal 1994 al 1999.

Alla carica di presidente del Sudafrica Mandela è stato eletto nel 1994, sconfiggendo De Klerk. Proprio con De Klerk era stato negli anni precedenti protagonista dello smantellamento del regime dell'apartheid che aveva dominato in Sudafrica per decenni. Per il loro operato Mandela e De Klerk hanno ottenuto nel 1993 il premio Nobel per la pace. Prima di riuscire a ottenere questi importanti successi Mandela ha passato ben 27 anni in prigione con l'accusa di cospirazione. Negli anni precedenti, infatti, Mandela era diventato un importante esponente dell'ANC, organizzazione che lottava per la liberazione dei neri del Sudafrica. In questa veste era particolarmente sgradito al governo, che nel 1963 lo arrestò.

Anche dal carcere Mandela è riuscito a guidare la lotta contro l'apartheid, diventando un simbolo, non solo in Sudafrica, ma in tutto il mondo. Prima di essere arrestato, dal 1961 al 1963 Mandela aveva guidato importanti azioni anche armate contro l'esercito, oltre a essere uno dei leader politici del movimento. Prima di far parte dell'ANC e della lotta armata, Mandela era già impegnato nel sostegno alle popolazioni nere, in particolare fornendo assistenza giuridica gratuita o a basso costo tramite il suo studio legale.

Mandela è considerato un simbolo della libertà, della fermezza di spirito ma anche della riconciliazione. Da presidente è riuscito infatti a riconciliare le diverse anime del Sudafrica che per tanti anni si erano opposte e persino odiate.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Nelson Mandela | Sudafrica | African National Congress | De Klerk |

Ultime notizie su Nelson Mandela

    Ripensare le città: da smart a safe city

    Il sempre attuale Italo Calvino ha scritto "D'una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda." Le nostre città rispondono alle nostre domande? Quali sono le domande che oggi ci poniamo e alle quali le città sono tenute a rispondere?Negli ultimi

    – di Massimo Roj

    Vaccini e brevetti: quello che le holding e i governi non dicono

    Post di Tancredi Buscemi, dottorando in Economics all'università di Perugia; l'autore si  occupa di Storia Economica e principalmente di Questione Meridionale e disuguaglianze regionali -  Il 12 dicembre 1997 è sicuramente una data che ai più non sortisce alcun effetto eppure è la pietra miliare di un'affermazione storica che in questi giorni dovrebbe essere più attuale che mai e invece non lo è per nulla. Si discute molto del problema dei vaccini e del fatto che non ci siano dosi sufficienti ...

    – Econopoly

    «I vaccini sono troppo pochi? Ecco una soluzione»

    Esiste un sistema per aumentare drasticamente il numero di vaccini disponibili in Europa? Secondo Vittorio Agnoletto, medico e professore universitario, sì: agire sui brevetti e la proprietà intellettuale

    – di Franco Sarcina

    Noi, «spose della foresta»

    Nel 2016, a 86 anni, la grande scrittrice irlandese è partita per la Nigeria per incontrare le studentesse sopravvissute al ratto di Boko Haram e raccontare una tragedia universale

    – di Lara Ricci

    Democrazie contagiate: il virus mutante del fascismo

    Quando in Sudafrica finì l'aparteid, il vescovo Desmond Tutu, un eroe della lotta alla segregazione razziale, creò la Commissione per la verità e la riconciliazione. Mezzo secolo di persecuzioni bianche contro la maggioranza nera e la reazione a volte violenta di quest'ultima, avevano lasciato una montagna di odio e di sfiducia che avrebbe potuto fermare il miracolo creato da Nelson Mandela e dallo stesso Tutu. La Commissione ebbe il compito di salvare la "Nazione Arcobaleno": nessuna caccia ai...

    – Ugo Tramballi

1-10 di 454 risultati