Ultime notizie:

National institute of economic and social research

    Brexit, vademecum economico per il premier: basta incertezze

    Strada tutta in salita per il nuovo premier britannico, che verrà nominato oggi. Sul fronte politico e diplomatico il leader, eletto dai 160mila membri del partito conservatore, dovrà affrontare l'ostacolo Brexit, la crisi con l'Iran e un esodo di pezzi grossi dal Governo.

    – di Nicol Degli Innocenti

    Il costo di Brexit per gli inglesi? Oltre mille sterline a testa

    Brexit costa cara, molto più cara del previsto. La prospettiva è di un calo del 3,9% del Pil britannico entro il 2030, pari a un costo di 100 miliardi di sterline, oltre mille sterline a testa per ogni abitante del Regno Unito. Questo lo scenario delineato nel primo studio condotto dopo l'accordo

    – di Nicol Degli Innocenti

    La Gran Bretagna cresce più del previsto, nonostante Brexit

    La forza dell'economia globale spinge avanti il veliero britannico, nonostante il vento contrario di Brexit. La crescita del Pil in Gran Bretagna sarà più alta del previsto grazie alla ripresa sincronizzata delle economie mondiali e alla debolezza della sterlina, secondo il nuovo rapporto del

    – di Nicol Degli Innocenti

    Brexit, allarme del think tank Niesr: nel 2017 inglesi più poveri e inflazione al 4%

    LONDRA - Brexit farà sentire gli inglesi molto più poveri l'anno prossimo: il forte indebolimento della sterlina renderà più costose le importazioni e farà salire l'inflazione dall'attuale 0,7% al 4% entro fine 2017, portando a una drastica riduzione del reddito medio disponibile. Queste le

    – di Nicol Degli Innocenti

    «Con Brexit sterlina giù del 20%. Uno shock per l'economia»

    LONDRA - La sterlina perderà il 20% immediatamente dopo il voto se la Gran Bretagna voterà a favore di Brexit: un'uscita dall'Unione Europea in seguito al referendum del 23 giugno avrebbe conseguenze negative sulla valuta e l'inflazione, secondo un rapporto pubblicato oggi dal National Institute of

    – Nicol Degli Innocenti

    Primo scenario / Una Gran Bretagna in espansione

    La Brexit è un processo ordinato e lineare che eviterà le turbolenze a breve termine e sul medio periodo apporterà grande prosperità e benessere al popolo britannico.

    Gran Bretagna in salute: disoccupazione sotto il 7%, inflazione ai minimi e tassi bassi

    Nel trimestre dicembre-febbraio il tasso di disoccupazione fra i sudditi di Sua Maestà è sceso al 6,9%, al di sotto della precedente rilevazione e delle attese degli analisti (entrambe fissate al +7,1%), ma soprattutto sotto della soglia del 7%, il livello fissato dalla Bank of England per avviare la stretta sui tassi di interesse, ora fermi al minimo storico dello 0,5%. Il numero di persone che hanno richiesto sussidi di disoccupazione è diminuito a febbraio di 30.400 unità, attestandosi al 3,4...

    – Stefano Natoli

    Bolla immobiliare nella ripresa inglese

    Il sogno prima di farsi realtà potrebbe sostare a lungo nell'angolo riservato agli incubi. Londra ha lanciato il programma "help to buy", aiuti per l'acquisto

    – di Leonardo Maisano

    The Real-Estate Bubble in the British Recovery

    Before turning into reality, the dream could linger for a long time in the nightmares' corner. London has launched a "help to buy" program for home purchases

    – Leonardo Maisano

    L'austerità britannica è indifendibile

    Il discorso del «Non c'è alternativa» pronunciato da Cameron la settimana scorsa sull'economia britannica ha suscitato molte critiche. Critiche giustificate:

    – di Martin Wolf

1-10 di 22 risultati