Persone

Nanni Moretti

Giovanni (meglio noto come "Nanni") Moretti è nato il 19 agosto del 1953 a Brunico (BZ) ed è cresciuto a Roma, è un regista, attore, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano.

Dopo gli studi al liceo classico Lucrezio Caro di Roma, ed al Dams di Bologna, Nanni Moretti ha intrapreso la carriera di regista cinematografico, firmando nel 1976 il suo primo lungometraggio “Io sono un autarchico”.

Nel 1978 Moretti produce il suo primo film dal titolo “Ecce bombo”, che viene presentato anche al Festival del Cinema di Cannes, riscuotendo ottime critiche.

Dopo la poco fortunata pellicola del 1981 “Sogni d’oro”, Nanni Moretti ha di nuovo successo con “Bianca” del 1984, mentre nel 1985, con “La messa è finita”, vince l’Orso d’Argento al Festival di Berlino.

Nel 1989 gira il film “Palombella rossa”, mentre “Caro diario” del 1993 è la pellicola che gli fa vincere il Festival di Cannes.

Nel 1998 esce il film “Aprile”, mentre nel 2001 la pellicola di successo “La stanza del figlio” gli consente di riconquistare la Palma d’Oro al Festival di Cannes.

Nel 2006 dirige il fim “Il caimano”, ispirato alla figura di Silvio Berlusconi, lungometraggio che ha suscitato numerose polemiche.

Nel 2008 è protagonista e sceneggiatore del film Caos calmo, tratto dall'omonimo libro di Sandro Veronesi e diretto da Antonello Grimaldi

Il 15 aprile del 2011 è uscito il suo undicesimo film "Habemus Papam", prodotto con la casa di produzione Sacher Film, assieme a Fandango, Rai Cinema ed alla società francese Le Pacte

il 16 aprile 2015 esce il suo ultimo film "Mia madre" che sarà presentato in concorso al 68º Festival di Cannes.

Il 21 maggio 2012 è stato conferito a Moretti il titolo di Commandeur de l'ordre des Arts et Lettres (Commendatore delle Arti e delle Lettere) dal Ministro della cultura francese

Nanni Moretti è stato compagno di Silvia Nono, che nel 1996 lo ha reso padre di Pietro.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Nanni Moretti | Sandro Veronesi | Bolzano | Silvio Berlusconi | Silvia Nono | Arti | Lettere | Cannes | Roma | Lucrezio Caro | Antonello Grimaldi | Le Pacte | Rai Cinema | Sacher Film |

Ultime notizie su Nanni Moretti

    Pm & Partners e gli altri fondi che guardano Cosmelux

    I fondi di private equity puntano a entrare come soci in Cosmelux. Si tratta di un dossier assai seguito dai fondi in questi ultimi anni. L'azienda, che fa capo alla famiglia Zorloni, è leader nel proprio settore: i rivestimenti esterni dei prodotti del packaging per la cosmetica. Fa circa 30 milioni di euro di fatturato con una redditività altissima: circa il 37% di ebitda margin. Sul tavolo ci sarebbe quindi la cessione di una minoranza di Cosmelux a un partner finanziario. Lo scorso ann...

    – Carlo Festa

    Se il libro è remixato. Una Conversazione con Michele Bravi, Anna Caterina Dalmasso, Paola Dubini, Riccardo Gasperina Geroni, Stefano Izzo, Lino Prencipe.

    "Nel regno digitale immateriale", scrive Kevin Kelly, "dove nulla è statico o fisso, tutto è in divenire, anche il libro diventa un librare, evolvendo da cartaceo a digitale, confrontandosi con altri sistemi di comunicazione e apprendimento". Se il libro diventa un "librare": questo il titolo/quesito/ipotesi che ci conduce in un viaggio su cosa è stato, cos'è oggi e cosa sarà domani il libro, attraverso Dieci Conversazioni con scrittori, editori, esperti. Come guida per orientarci in questo camm...

    – Marco Minghetti

    Ti amo e ti odio, Davidia!

    La lista delle piante capaci di generare antipatia è lunga ma nessuna di esse ha colpe, se non la fatica ad adattarsi all'ambiente

    – di Antonio Perazzi

    Se il libro è un divenire. Una conversazione sul futuro del libro con Paolo Del Brocco, Luca Formenton, Cristina Marconi, Francesco Morace e Carlo Rodomonti.

    "Nel regno digitale immateriale", scrive Kevin Kelly, "dove nulla è statico o fisso, tutto è in divenire, anche, evolvendo da cartaceo a digitale, confrontandosi con altri sistemi di comunicazione e apprendimento". Se il libro diventa un librare: questo il titolo/quesito/ipotesi che ci guida in un viaggio su cosa è stato, cos'è oggi e cosa sarà domani il libro, attraverso dieci conversazioni metadisciplinari con scrittori, editori, agenti, esperti. Come guida per orientarci in questo cammino abb...

    – Marco Minghetti

    Per quest'anno non cambiare

    Complici i 7.500 chilometri di coste, il nostro cinema - da Rossellini a Paolo Virzì, passando per Dino Risi, i Vanzina e persino i cosiddetti "musicarelli" - ha quasi sempre affidato il racconto delle vacanze alla vita di mare, arricchendolo a piacere di incomunicabilità, screzi sociali ed edonismo. Anche grazie a queste pellicole, generazioni di stranieri si sono innamorate del nostro Paese, eleggendolo a meta del cuore. Quest'anno tocca a noi (ri)scoprirlo

    – di Mattia Carzaniga

    Adriano Giannini e questo insolito agosto nell'azzurro mare italiano

    Il trasferimento a Milano e poi il lockdown, momento che l'attore ammette di aver usato per immaginare nuovi progetti anche con la moglie, Gaia Trussardi, a cominciare dalle favole per bambini. Ora le vacanze e poi chissà forse il teatro «una volta o l'altra, ma devo ancora trovare un progetto che faccia per me», dice

    – di Michele Weiss

    Guardiamoci l'ombelico

    Questa è l'epoca dell'autorappresentazione, che sia social oppure no. Dimentichiamo, perciò, le storie raccontate per conto terzi. Pure i documentari diventano materia privata, fai-da-te

    – di Mattia Carzaniga

    Del Brocco (Rai Cinema): Andreatta a Netflix preoccupante colpo per Rai

    Venti titoli per tornare al cinema: è il listino di 01 Distribution, divisione di Rai Cinema, presentato a stampa ed esercenti. E sul passaggio di Tinny Andreatta da Rai Fiction a Netflix, l'ad di Rai Cinema Paolo Del Brocco: «Colpo preoccupante. Impone una riflessione»

    – di Andrea Biondi

    Nell'incertezza della pandemia, Visco invoca riforme e giustizia sociale

    Quest'anno assistere in diretta video alle Considerazioni finali del governatore della Banca d'Italia è sembrata un'esperienza distopica: l'unico a viso scoperto era Ignazio Visco, mentre tutto il Direttorio e i pochi presenti distanziati indossavano la mascherina. Che tempi! Fin dalle prime righe delle Considerazioni finali - la summa del pensiero della Banca d'Italia - il linguaggio tipicamente felpato di Via Nazionale assume toni preoccupati: "E' una crisi senza precedenti nella storia recent...

    – Beniamino Piccone

    Addio a Michel Piccoli, leggenda del cinema francese

    Si è spento all'età di 94 anni Michel Piccoli, icona del cinema transalpino che ha lavorato con registi del calibro di Jean-Luc Godard, Marco Ferreri e Luis Buñuel

    – di Stefano biolchini e Andrea Chimento

1-10 di 529 risultati