Ultime notizie:

Nabil Bakouss

    San Vito lo Capo, ombelico del mondo del Couscous e l'italianità di Paco che nemmeno Salvini può togliergli

    Dice di dovere tutto all'Italia, agli italiani e alla cucina italiana. Una ragione più che sufficiente per essere "fiero della mia italianità, a cui non intendo rinunciare e che neppure Salvini potrà togliermi". Ndaye Alioune Badara, 38 anni, lunghi anni su e giù per l'Italia prima di diventare ristoratore, una moglie finlandese, quattro figli e, da pochi giorni, vincitore del premio giuria Popolare per un suo piatto presentato al #CousCous Fest 2018 di San Vito lo Capo, in Sicilia, si racconta ...

    – Nicola Dante Basile

    A San Vito Lo Capo torna il Cous Cous Fest

    Può chiamarsi anche maftoul, burghul o tabbouleh ma si tratta in fondo della stessa pietanza: semola di grano, cotta a vapore, servita con un bouillon aromatico arricchito del sapore delle verdure di stagione, legumi, aromi e spezie, carne o pesce. Il cous cous è uno dei piatti glocal per

    – di Federico De Cesare Viola