Ultime notizie:

Murmansk

    Mosca e San Pietroburgo, nuove destinazioni gourmet

    Fino a dieci anni fa la scena gastronomica russa era molto facile da decifrare. Semplicemente non esisteva. Dieci anni dopo la Russia si è scoperta destinazione gourmet e frotte di appassionati inseriscono la new wave di Mosca e San Pietroburgo nei loro taccuini sotto la categoria "must go".

    – di Fernanda Roggero

    Quel beluga è un soldato russo: la Norvegia individua un cetaceo spia

    Un beluga con una misteriosa imbracatura di fabbricazione russa è stato trovato al largo delle coste della Norvegia e alcuni esperti ipotizzano che sia stato addestrato dalle forze armate del Cremlino per non si sa bene quali scopi. Il cetaceo aveva sull'imbracatura la scritta "Equipaggiamento di San Pietroburgo" e un supporto per una telecamera. Ma nessuna telecamera con sé. Nuotava nelle acque attorno all'isola di Ingoya e si avvicinava alle imbarcazioni. Il professor Audun Rikardsen, biologo ...

    – Guido Minciotti

    Putin si candida padre della nazione

    I media russi e il Cremlino la chiamano bol'shaja, la Grande conferenza stampa di fine anno in cui tutto è da record: i giornalisti accreditati - 1.640 - il tempo a loro disposizione, le domande: 65 quest'anno, in 3 ore e 40'.

    – di Antonella Scott

    nucleare. la nave italiana decontamina i sottomarini atomici dell'urss.

    caccia all'ottobre rosso. grazie a rossita, che non è un nome di donna. rossita è un nome di nave, la nave costruita nel 2010 dalla sogin alla fincantieri di muggiano (la spezia) per ripulire la base nucleare russa di andreeva dalle scorie atomiche che fino al 1990 erano il combustibile dei sottomarini sovietici. clicca qui per leggere l'articolo. il complesso di scali navali nei fiordi attorno alla base di murmansk, a ridosso del circolo polare artico, nella parte russa della scandinavia, vici...

    – Jacopo Giliberto

    Al via il risanamento della "Chernobyl del mare"

    Rossita non è un nome di donna. E' un nome di nave, la nave costruita nel 2010 dalla Fincantieri a Muggiano (La Spezia) per ripulire la base nucleare russa di Andreeva dalle scorie atomiche che fino al 1990 erano il combustibile dei sottomarini sovietici.

    – di Jacopo Giliberto

    L'ultimo viaggio del combustibile spento dei sottomarini nucleari russi

    La baia Andreeva, nel nord della Russia, vive oggi quello che la Bers - la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo - ha definito un momento storico, che corona il lavoro di due decenni di impegno nella gestione di quanto lasciato in eredità dalla flotta sovietica settentrionale: centinaia

    Migranti, la nuova rotta passa dal Circolo polare

    Dinanzi a nuovi muri innalzati c'era da aspettarsi che venissero individuate e intraprese altre rotte dai migranti, in prevalenza siriani (quasi il 60%) in fuga da Est verso il Nord Europa. Se la rotta balcanica è quella più nota e frequentata, l'Onu stima a circa 3000 passaggi al giorno il

    – Cesare Balbo

1-10 di 55 risultati