Aziende

Morgan Stanley

Storica banca d’affari americana fondata da Henry S. Morgan e da Harold Stanley a New York nel 1935, Morgan Stanley è attiva nei settori dell’investment management, della gestione di portafogli individuali, del mercato dei capitali e dei servizi di credito. Presente sul mercato finanziario globale con più di 600 uffici distribuiti in 28 paesi (tra i quali Germania, Gran Bretagna, Giappone, Australia, Hong Kong, Svizzera, Italia e Lussemburgo), Morgan Stanley ha in organico oltre 60.000 dipendenti. Da sempre considerata tra gli istituti di credito più affidabili e responsabili per la grande esperienza e competenza maturate nel settore degli investimenti, Morgan Stanley ha svolto la supervisione di alcune tra le più importanti operazioni finanziare avvenute sul mercato americano: tra queste, nel 2004, l’entrata in borsa del colosso di internet Google.

Quotata sul listino di Wall Street, dal 2008 Morgan Stanley è divenuta una holding bancaria con facoltà di raccogliere anche depositi a risparmio, anche se questa trasformazione ha comportato l’assoggettamento della società alla supervisione della Federal Reserve Bank e della Federal Deposit Insurance Corporation, istituti di controllo del mondo finanziario americano. Questa operazione, che ha permesso alla banca d’affari di ottenere liquidità e assicurazione sui depositi, fino al massimo consentito, da parte della Fdic, è stata decisa in seguito allo scoppio della crisi finanziaria del 2007 e dell’insolvenza dei mutui “subprime”, ovvero finanziamenti concessi a clientela con scarso merito di credito, che ha colpito le principali banche commerciali e d’investimento americane ed europee.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Depositi bancari | Banca d'affari | Harold Stanley | Henry S. Morgan | Wall Street | Borsa Valori | Federal Deposit Insurance Corporation |

Ultime notizie su Morgan Stanley

    Luckin Coffee a Wall Street, debutta la rivale cinese di Starbucks

    Le azioni di Luckin Coffee, rivale cinese di Starbucks, sono salite fino al 52,7% nel loro debutto a Wall Street. La società ha raccolto circa 561 milioni di dollari dopo aver valutato la sua offerta al top della fascia di prezzo prevista, equivalente a un valore di mercato di 4,2 miliardi. Si

    Perchè Amazon investe in Deliveroo

    Amazon ha appena investito 575 milioni di dollari in Deliveroo, la società di food delivery ben presente anche in Italia ma con quartier generale a Londra. Alla chiusura di questo nuovo round di finanziamento l'investimento totale nella ex startup raggiungerà 1,53 miliardi di dollari, portando l'azienda a una valutazione di circa 4 miliardi. Il nuovo investimento, scrive Deliveroo, contribuirà a far crescere il team di ingegneri con sede a Londra; ampliare la portata delle consegne di Deliveroo;...

    – Fernanda Roggero

    Brexit, il rischio è la frammentazione dei mercati finanziari. Ecco perché

    STOCCOLMA - I movimenti populisti e le ricadute politiche in Europa oltre alla Brexit con l'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea stanno mettendo in fibrillazione non solo i politici, ma anche gli operatori finanziari. «Con questi nuovi scenari in Europa e nel resto del mondo dovremo imparare

    – di Mara Monti

    Scatto di Prysmian con trimestrale sopra attese e conferma target

    Prysmian in evidenza a Piazza Affari all'indomani della pubblicazione dei conti del primo trimestre e della conferma delle stime per l'intero 2019. Ieri a mercato chiuso la società ha comunicato di aver registrato nel primo trimestre dell'anno un utile netto di 89 milioni, più che triplicato

    – di Paolo Paronetto

    Le Borse rimbalzano. A Piazza Affari vola Prysmian, spread torna a 280

    Seduta di recupero per le Borse europee e anche per Wall Street, dopo i forti cali della vigilia. Gli investitori sono tornati a scommettere che Stati Uniti e Cina raggiungeranno un accordo sul fronte del commercio internazionale, nonostante il nuovo round di dazi degli ultimi giorni. Milano ha

    – di Eleonora Micheli

    La Brexit gela le Ipo: la app Trainline è la prima matricola Lse nel 2019

    La riscossa della City di Londra parte dalla stazione dei treni. E non è una metafora. Al London Stock Exchange, dove a metà del 2019 non si è ancora vista una quotazione, sta per arrivare Trainline: è una app per comprare biglietti dei treni e sarà la prima matricola della borsa inglese

    – di Simone Filippetti

    Nuovi vini e partner finanziario per rilanciare l'agrobusiness di Luisa Todini

    Nuovi vini e un partner finanziario per #WeAreTodini, il progetto che Luisa Todini ha messo a punto per il rilancio delle proprie attività vitivinicole, agro-faunistiche e ricettive. Un progetto che vede l'imprenditrice umbra, con interessi anche nella finanza e nella green energy, impegnata nella riorganizzazione di quanto già presente nel portafoglio di famiglia ereditato dal padre Franco, fondatore della Todini Costruzioni. A rilevare una quota di minoranza del 25% è Stefano Russo, manager d...

    – Nicola Dante Basile

    Lusso sotto la lente dopo prime trimestrali, piacciono conti Moncler

    Lusso sotto i riflettori a Piazza Affari all'indomani della diffusione delle vendite del primo trimestre 2019 di Moncler e Tod's e in attesa dei numeri che diffonderà la prossima settimana anche Ferragamo.Moncler è premiata con un rialzo delle quotazioni. Corrono anche le Salvatore Ferragamo ,

    – di Eleonora Micheli

    Uber, 45 dollari ad azione per l'Ipo più grande della "gig economy"

    NEW YORK - Uber colosso mondiale della mobilità via app venerdì si quota a Wall Street per una Ipo che, nonostante i venti di guerra commerciale tra Usa e Cina, si preannuncia come una delle dieci maggiori della storia. Il prezzo delle azioni è stato fissato a 45 dollari, nella parte bassa della

    – di Riccardo Barlaam

    Fineco sotto i riflettori, UniCredit valuta l' uscita dal capitale

    Finecobank sotto i riflettori a Piazza Affari dopo la pubblicazione dei conti trimestrali e l'annuncio del possibile disimpegno di Unicredit. Prima dell'apertura del mercato le due società hanno comunicato di aver approvato «una serie di azioni e procedure» per «assicurare a Fineco di poter operare

    – di Paolo Paronetto

1-10 di 2952 risultati