Ultime notizie:

Montecitorio

    Lega attacca norme pro-Casaleggio. Scontro con M5S sul peculato

    La norma, a Ddl appena varato, era finita subito nel mirino di Nicola Biondo e Marco Canestrari, rispettivamente ex responsabile della comunicazione a Montecitorio per il M5S ed ex dipendente della Casaleggio Associati, autori del libro “Supernova” dedicato a «segreti, tradimenti e bugie del M5S».

    – di Manuela Perrone

    Arriva il mini-taglio allo stipendio di ministri e sottosegretari

    I componenti del governo che come il premier Conte o i ministri Tria (Economia), Savona (Affari europei), Moavero Milanesi (Esteri) Trenta (Difesa), Costa (Ambiente), Bussetti (Beni culturali) o Bonisoli (Istruzione) non hanno un seggio a Montecitorio o a Palazzo Madama hanno diritto infatti a un'indennità pari a quella parlamentare.

    – di Gianni Trovati

    Manovra, via il «freno» sul contenzioso per i crack bancari e prolungato il bonus bebé

    Risparmiatori danneggiati dai crack bancari, pensioni, bonus bebé, fisco, enti locali, taglio del cuneo e dissesto idrogeologico sono i temi più gettonati nella pioggia di emendamenti parlamentari che saranno depositati oggi in commissione Bilancio a Montecitorio, in attesa che il Governo, che non ha vincoli temporali per presentare le sue proposte di modifica, prenda le sue decisioni.

    – di Marco Rogari

    Manovra, più tasse e meno capitale per le imprese

    Sempre secondo l’analisi presentata lunedì a Montecitorio dal presidente “facente funzioni” Maurizio Franzini, l’effetto complessivo legato alla maggiore selettività della mini-Ires rispetto all’Ace e al super ammortamento si tradurrà, sul fronte Ace, in aumento del carico fiscale sulle imprese pari a +2,3% ossia in oltre 800 milioni di imposte in più, mentre l’1,5% in più dalla mancata proroga del super-ammortamento (525 milioni).

    – di Davide Colombo e Marco Mobili

    Dalle pensioni alla flat tax: i dubbi dei tecnici sulla manovra

    Una sollecitazione, quella dei tecnici dei due rami del Parlamento, che arriva nella seconda e ultima giornata di audizioni sul disegno di legge di bilancio all’esame di Montecitorio. ... Secondo i tecnici di Montecitorio lo stanziamento in legge di Bilancio prevede di fatto dei limiti di spesa e questo impone un criterio cronologico di accesso per l'accoglimento delle istanze di ristoro fino ad esaurimento della dote del Fondo.

    – di Marco Mobili e Marco Rogari

    Tria: ulteriore rallentamento del Pil 2018 rafforza le ragioni della manovra

    Oltre al ministro dell'Economia, il pacchetto di audizioni preliminari all'esame del Ddl sul bilancio avviato oggi dalle commissioni parlamentari nella Sala del Mappamondo di Montecitorio prevede il confronto sui conti pubblici con rappresentanti della Banca d'Italia e del Cnel, delle sigle sindacali (Cgil, Cisl, Uil, e Ugil), oltre che di Ania, Svimez e dell’associazione dei piccoli Comuni (Anpci).

    – di Vittorio Nuti

1-10 di 5535 risultati