Ultime notizie:

Montale

    Tra l'isola e il cosmo

    Si tratta di una fine che non è ancora conclusa; una fine che sta accadendo e che, da una parte, si dà per definitiva in certe epifanie di estinzione (stupende), dall’altra, lascia qualche momento di intervallo per fantasie di resurrezione, non meno disintegranti, ma pur sempre piene di vitalità, come questa, dove alla memoria dell’autrice, che è sempre in cerca di consonanze, torna il fantasma di un primissimo Montale: «Samos, spolpami, sputami sulla sabbia / con un fondo di vetro.

    – di Nicola Gardini

    Nell'ombra tutto un rifiorir di libri

    E poi, sì, c’è Montale, e questo me lo aspettavo: poeta che conosceva fin troppo bene il valore della natura.

    – di Stefano Salis

    Tanta voglia di tornare sulla Luna, a 49 anni dal primo sbarco

    Nel 1969 anche scrittori importanti si cimentarono nel commentare l'impresa, come Eugenio Montale, che scrisse un articolo rimasto famoso sul dilemma che si dibatteva in seguito all'allunaggio: quel che era successo toglieva o meno fascino e poesia... Montale si mise fra i due partiti, quello degli scrittori Zanzotto e Ceronetti, politicamente anche schierati verso l'Unione Sovietica, che erano ostili all'impresa, in senso poetico si intende, e il grande Calvino che con le sue Cosmicomiche non...

    – di Leopoldo Benacchio

    Un modello artistico e morale

    «Nulla dà una più profonda impressione di verità a chi ama la letteratura di quanto la dia uno scrittore che si occupi di un singolo scrittore: allora la letteratura diventa contemporaneamente più "letteraria" e più viva...». Così nel 1983 Maria Corti, italianista e scrittrice, recensendo Casa

    – di Gianluigi Simonetti

    Montale e il servo Bortolo

    In questi mesi sono stato occupato dalla ricerca della recensione che Montale scrisse sul capolavoro del padre della letteratura slovena, Ivan Cankar, di cui quest'anno ricorre il centenario della morte. Recentemente ho scoperto che, consigliato dall'amico ed editor Bobi Bazlen, il premio Nobel

    – di Boris Pahor

    Bocelli rilancia il Bagno Alpemare con design e cucina made in Italy

    L'Alpemare di Forte dei Marmi è uno dei bagni che ha fatto la storia della Versilia e della vacanza glamour in Italia, frequentato negli anni da artisti come Montale, Ungaretti, D'Annunzio, Thomas Mann, Ezra Pound, Edith Piaf, Mina e Ray Charles. Oggi è di proprietà della famiglia dell'artista

    – di Vincenzo Chierchia

    Rap & Trap, metrica e poetica

    Rap, Trap. Due sillabe. Due suoni. Due percussioni. Due ramificazioni della cultura Hip Hop. Una delle ragioni di ripresa dell'industria discografica in Italia e nel mondo. Un fenomeno talmente popolare da potere essere considerato il nuovo Pop. E come tale, spesso privo di rivoluzione. Ma ci sono

    – di Alessio Bertallot

    Le note appassionate custodite nei nuovi profumi alla rosa

    Femminile (ma non sempre), romantica ma anche sensuale, fino ad assumere una misteriosa aura gotica. La rosa è da sempre protagonista nelle composizioni olfattive ed è più che mai attuale.L'immaginario viaggio olfattivo non può che cominciare con Rose in Wonderland di Atkinsons, rivisitazione

    – di Annalisa Betti

    Hip hop d'Italia: ecco chi crea la nostra lingua

    Rap, Trap. Due sillabe. Due suoni. Due percussioni. Due ramificazioni della cultura Hip Hop. Una delle ragioni di ripresa dell'industria discografica in Italia e nel mondo. Un fenomeno talmente popolare da potere essere considerato il nuovo Pop. E come tale, spesso privo di rivoluzione. Ma ci sono

    – di Alessio Bertallot

1-10 di 321 risultati