Ultime notizie:

Mohammed Al-Sada

    Scalate sì, ma con prudenza

    «Gli analisti cercavano una logica, noi avevamo una visione», spiegava il ministro del Petrolio Mohammed al Sada per raccontare l'epica del gas liquefatto. Perché il Gnl è narrativa fondante del Qatar, come la rivoluzione industriale per gli inglesi e la conquista del West per gli americani. Negli

    – di Ugo Tramballi

    Petrolio, la Russia frena sull'ipotesi di prolungare i i tagli di produzione

    Chi si aspettava un messaggio chiaro da parte dell'Opec e dei suoi alleati è rimasto deluso. Nonostante l'ipotesi di una proroga dei tagli di produzione stia guadagnando consensi, non c'è stata nessuna raccomandazione in tal senso da parte del comitato di monitoraggio, che si è riunito domenica in

    – di Sissi Bellomo

    Petrolio, anche i non Opec tagliano più del previsto

    I tagli della produzione di petrolio stanno procedendo meglio del previsto, con buoni risultati non solo da parte dell'Opec - che finora ha dimostrato una disciplina senza precedenti - ma anche dei suoi alleati: gli undici Paesi non Opec che stanno partecipando al piano hanno già effettuato oltre

    – di Sissi Bellomo

    La svolta all'Opec frutto del lavoro «dietro le quinte» del ministro algerino

    «Duro lavoro, energia e dedizione». E' l'Opec stessa a svelare, per bocca del suo presidente di turno, la ricetta che ha permesso di ricompattare il gruppo, portandolo al primo taglio della produzione di petrolio da otto anni. Nel discorso di apertura del vertice, insolitamente lungo e dettagliato,

    – di Sissi Bellomo

    L'Opec taglia la produzione, il petrolio prende il volo (+9%)

    VIENNA - L'Opec è tornata. Dopo mesi di trattative, l'Organizzazione degli esportatori di greggio è riuscita a mettere tutti d'accordo - compresi l'Iran e l'Iraq - per tagliare la produzione di ben 1,2 milioni di barili al giorno. Non solo. Il gruppo afferma di poter già contare sulla

    – dal nostro inviato Sissi Bellomo

    Petrolio, l'Arabia Saudita allude a forti «tagli» al prossimo vertice Opec

    Arriva dall'Arabia Saudita quello che è finora il più forte segnale di schiarita sul fronte Opec: «Raggiungere il tetto di 32,5 milioni di barili al giorno - ha detto il ministro dell'Energia Khalid Al Falih - aiuterà ad accelerare la ripresa (del mercato, Ndr) e sarà di beneficio a produttori e

    – di Sissi Bellomo

1-10 di 15 risultati