Persone

Mohammad Javad Zarif

Mohammad Javad Zarif è nato il 7 gennaio del 1960 a Teheran ed è un diplomatico iraniano, attualmente ministro degli affari esteri dell'Iran nel governo di Hassan Rouhani.

Zarif ha studiato relazioni internazionali alla San Francisco State University ed ha successivamente frequentato la Josef Korbel School of International Studies alla Università di Denver, ivi conseguendo, nel 1988, un dottorato di ricerca in diritto internazionale e linea politica.

Nel 2000 Zarif ha assunto la presidenza sia della commissione asiatica per la conferenza mondiale sul razzismo, che della commissione per il disarmamento alle Nazioni Unite.

Tra il 2002 ed il 2007 è stato rappresentante dell'Iran alle Nazioni Unite e si è occupato tra l'altro dell'elaborazione del cosiddetto "Gran Bargain", un piano finalizzato alla risoluzione dei conflitti con gli Stati Uniti, piano successivamente accantonato a causa dell'elezione del presidente iraniano di area conservatrice Ahmadinejad.

Sempre nel 2007 Zarif ha preso parte, accanto ad influenti personalità del mondo politico e militare, alla conferenza della American Iranian Council in New Jersey; conferenza indetta indetta per individuare una possibile risoluzione del conflitto politico e favorire una distensione nei rapporti tra Iran e Stati Uniti.

Il 4 agosto del 2013 Zarif è stato nominato dal neo Presidente iraniano, con successiva ratifica parlamentare, nuovo Ministro della Difesa.

Il 27 settembre del 2013 ha avuto il suo primo incontro col segretario di Stato degli Stati Uniti John Kerry, inaugurando un periodo di distensione nei rapporti tra Iran e Stati Uniti, da ultimo culminato nell'accordo di Vienna sul nucleare iraniano.

Mohammad Javad Zarif è sposato ed è padre di due figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Scuola e Università | Mohammad Javad Zarif | Iran | Hassan Rouhani | John Kerry | Stati Uniti d'America | Josef Korbel School of International Studies | Onu | Ministro della Difesa |

Ultime notizie su Mohammad Javad Zarif

    L'Iran e la latenza nucleare

    "Sono stato eletto per rappresentare i cittadini di Pittsburg, non di Parigi". Fu la spiegazione che Donald Trump decise di dare quando ordinò di uscire dagli accordi sul clima, firmati dall'amministrazione Obama al vertice della capitale francese. Era il primo di giugno 2017. Poco meno di un anno più tardi, dopo aver ritirato gli Stati Uniti da una montagna di accordi, trattati e organizzazioni multilaterali, frutto pluridecennale dell'internazionalismo americano, Trump annunciò anche il ritir...

    – Ugo Tramballi

    Caos Iran, la Afc blocca le gare di Champions e i club minacciano il ritiro

    La Afc, la federazione calcistica asiatica, ha disposto il blocco delle partite internazionali in Iran e ancora una volta, le tensioni politiche del Golfo Persico scuotono il mondo del calcio in Oriente. I turni preliminari della Champions League asiatica, a cui partecipano quattro club iraniani, rischiano di non prendere il via per le squadre coinvolte. Esteghlal, Persepolis, Sepahan e Shahr Khodro, hanno annunciato la loro intenzione di partecipare al torneo solamente se potranno disputare le ...

    – Marco Bellinazzo

    Macron gioca da protagonista e l'Italia ha carte da spendere

    Si è scollato l'asse franco-tedesco che da decenni, tra alti e bassi, regge gli equilibri politici e detta il passo dell'integrazione europea. E' una svolta storica che risale, in ultima analisi, al disordine portato dallo scontro fra Stati Uniti e Cina per la supremazia mondiale: la Ue, che per

    – di Antonio Pilati

1-10 di 48 risultati