Ultime notizie:

Minsk

    Quanti sono i prigionieri politici in Bielorussia?

    I nomi e le accuse che sono state rivolte nei loro confronti li ha raccolti lo Human Rights Center Viasna, un'organizzazione che da 25 anni fornisce supporto economico e legale ai prigionieri politici bielorussi e alle loro famiglie. Stando alle informazioni che hanno raccolto e reso disponibili online, sono 685 gli oppositori del regime di Alexander Lukashenko rinchiusi nelle carceri di Minsk. Infodata ha utilizzato queste informazioni per costruire il grafico che apre questo pezzo. Ogni grup...

    – Infodata

    Quanti sono i prigionieri politici in Bielorussia?

    I nomi e le accuse che sono state rivolte nei loro confronti li ha raccolti lo Human Rights Center Viasna, un'organizzazione che da 25 anni fornisce supporto economico e legale ai prigionieri politici bielorussi e alle loro famiglie. Stando alle informazioni che hanno raccolto e reso disponibili online, sono 685 gli oppositori del regime di Alexander Lukashenko rinchiusi nelle carceri di Minsk. Infodata ha utilizzato queste informazioni per costruire il grafico che apre questo pezzo. Ogni grup...

    – Riccardo Saporiti

    Chernobyl Herbarium

    La vita dopo il disastro nucleare, questo il sottotitolo del libro di Micheal Marder (Immagini di Anaïs Tondeur, 16,00 euro, trad.it.Donatella Caristina) edito dall'editore Mimesis nella collana Sguardi e visioni. Ci vuole coraggio a guardare in faccia il disastro nucleare che il 26 aprile 1986 in un orario che definire simbolico è poco - era l'1:23:45 e sì Dio gioca a dadi - fece esplodere il Reattore 4 della centrale nucleare di ?ernobyl',Ucraina, allora ancora facente parte della Repubblica ...

    – Mauro Garofalo

    «Difendere i confini non esclude l'aiuto umanitario»

    Di fronte all'utilizzo dei migranti come arma da parte del regime bielorusso non si può stigmatizzare la costruzione di un muro, senza che questo escluda gli aiuti umanitari. Così la premier lituana inquadra la crisi alla frontiera orientale Ue

    – di Michele Pignatelli

    Lavrov a Roma: sì al G 20 su Afghanistan ma dialogo su Ucraina e diritti umani

    Sulle vicende di Kabul anche la Russia è pronta a mettere in campo tutta la sua forza politica, diplomatica e militare per orientare in senso pacifico la transizione afghana. Ma il messaggio sottinteso all'Occidente e soprattutto agli Stati Uniti che il ministro degli Esteri russo lascerà filtrare nei colloqui di Roma è chiaro: la Russia si attende che il suo ruolo internazionale venga riconosciuto. Quindi un atteggiamento meno rigido su Ucraina (anche se sulla sanzioni poco si potrà fare), su...

    – di Gerardo Pelosi

    Le autocrazie senza regole e l'Europa disarmata

    Raccapriccio e sgomento suscita l'Europa che si avventura sul terreno sdrucciolevole delle relazioni internazionali e di buon vicinato senza una solida politica estera comune, che rivendica una proiezione geopolitica forte senza un'eurodifesa all'altezza della sfida e nemmeno una precisa scala di

    – di Adriana Cerretelli

1-10 di 441 risultati