Persone

Mina

Mina Anna Mazzini è una cantante, una conduttrice radiofonica italiana ed un’ex presentatrice televisiva.

Nata a Busto Arsizio, da piccola Mina si è trasferita con la famiglia a Cremona. La sua prima esibizione risale al 1958, in un locale di Pietrasanta. È stata ingaggiata da David Matalon, discografico che l’ha accompagnata al debutto televisivo nella trasmissione Musichiere e in Lascia o raddoppia condotta da Mike Bongiorno. Con Tintarella di luna ha raggiunto la prima posizione in classifica. Nel 1960 e nel ‘61 Mina (allora nota come Baby Gate) ha partecipato al Festival di Sanremo. Nello stesso anno è stata protagonista in tv di Studio Uno. Dopo lo scandalo per la nascita del figlio Massimiliano, avuto con Corrado Pani (che era già sposato), Mina è tornata in tv, dove ha condotto programmi come Canzonissima, Studio Uno e Milleluci con Raffaella Carrà. Nel tempo Mina ha preso parte anche a trasmissioni radiofoniche come Gran Varietà negli anni ’70. Nel 1978 è tornata per l’ultima volta a esibirsi dal vivo, per poi ritirarsi. Ha comunque continuato a cantare e nel complesso, durante la sua carriera ha inciso mille brani e venduto 150 milioni di dischi. L’ultimo Cd è Caramella, uscito nel 2010. Tuttora partecipa a programmi radiofonici, collabora con riviste e quotidiani e presta la voce in spot pubblicitari, come la Barilla.

Nel 2006 Mina si è sposata a Lugano con Eugenio Quaini. La cantante ha cittadinanza svizzera. Mina ha anche una figlia, Benedetta, avuta con il primo marito: Virgilio Crocco.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Cinema | Mina Anna Mazzini | Studio Uno | Cantante | David Matalon | Mike Bongiorno | Raffaella Carrà | Eugenio Quaini | Corrado Pani | Virgilio Crocco | Lascia |

Ultime notizie su Mina

    Spread, una minaccia su 57 miliardi di bond societari in scadenza nel 2019

    Fare deficit per rilanciare la crescita. Questa la strategia di politica economica del governo la cui scelta di fissare il deficit al 2,4%, è stata però aspramente criticata dai partner europei e bocciata dai mercati tornati a speculare al ribasso sul nostro debito pubblico. Le perplessità non

    – di Andrea Franceschi

    Week end green/2 A villa La Malpenga vi aspettano gli Orti

    Infine, c'è l'Orto a tavola: in veranda e nella terrazza antistante la villa con la Famiglia Ramella (Ristorante La Croce Bianca di Oropa), degustazioni tematiche con l'ambasciatore dei mieli e una “verticale” di sidro, assaggi direttamente dall'orto e poi show cooking dell'esperta delle culture gastronomiche locali Mina Novello e di Sergio Vineis, da 15 anni chef stellato de Il Patio di Pollone.

    Deutsche Bank, la mina del clearing sulla «grande fuga» da Londra

    Deutsche bank, che prima della grande crisi si vantava di essere la più grande banca al mondo per assets, ora è la numero uno solo in Germania, calata al quindicesimo posto su scala mondiale preceduta, con suo grande scorno, dalle due rivali francesi Bnp Paribas e Crédit agricole. Il suo prezzo in

    – di Isabella Bufacchi

    Il merito, dove esiste, è l'unica via seria per la mobilità sociale

    Il merito in Italia non è mai esistito, se non in alcuni settori, aperti alla concorrenza internazionale. Alla caduta del Muro di Berlino nel 1989 si è creata una frattura, una forte discontinuità. E' nato un nuovo dualismo. Oltre alle diadi Nord-Sud, lavoro protetto e lavoro precario, sono nate le imprese globali, quelle che poi sono state definite le "multinazionali tascabili", mentre molte imprese hanno mantenuto un approccio domestico. Per le seconde, quando il ciclo economico italiano si è ...

    – Beniamino Piccone

    Siae, Mogol eletto presidente: «Siamo in guerra contro le multinazionali»

    Mogol, nome d’arte di Giulio Rapetti, ha iniziato la sua lunga carriera nei primi anni Sessanta, collaborando con grandi artisti del periodo come Mina, Bobby Solo, Tony Renis, Tenco, per raggiungere i massimi livelli dopo l’incontro con Lucio Battisti con il quale ha dato vita a grandissimi successi.

    – di Francesco Prisco

    Trump verso il voto di metà mandato tra l'economia che vola e il rischio impeachment

    NEW YORK - La bandiera a stelle e strisce sul feretro. Tre ex presidenti - Bill Clinton, George W. Bush e Barack Obama - in prima fila tra i banchi della Cattedrale di Washington. John McCain, eroe di guerra in Vietnam, senatore repubblicano, ex candidato alla Casa Bianca, uomo simbolo del Paese e

    – di Riccardo Barlaam

1-10 di 1605 risultati