Ultime notizie:

Michela Giuffrida

    Cioccolato di Modica, ultimo passo per l'Igp

    E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Ue la domanda di registrazione del Cioccolato di Modica nell'elenco europeo dei prodotti a indicazione geografica protetta (Igp). "Non è ancora l'ultimo capitolo di un percorso che, in veste di componente siciliana della commissione Agricoltura del

    – di Vittoria Alerici

    Arriva l'Igp del cioccolato di Modica: imminente il via libera di Bruxelles

    E' in dirittura d'arrivo a Bruxelles il riconoscimento dell'Igp per il cioccolato di Modica. Il celebre prodotto tipico dell'angolo più orientale della Sicilia, col suo rito di preparazione a freddo che si tramanda da generazioni diventa un disciplinare di produzione riconosciuto e tutelato: "E' un

    Fondi europei: realtà, pregiudizi e... comunicazione

    I fondi europei fanno bene all'immagine dell'Europa?  E' possibile superare i pregiudizi e comunicare i successi della politica di coesione per evitare che nel prossimo bilancio pluriennale dell'Unione le risorse per i fondi strutturali subiscano un pesante ridimensionamento a vantaggio delle nuove priorità della Ue?  Parto da un piccolo episodio che mi è capitato la scorsa estate. Mi trovavo in un piccolo centro appenninico in una regione del Sud Italia, una delle cinque regioni meno sviluppat...

    – Giuseppe Chiellino

    L'olio extravergine siciliano ottiene la Igp da Bruxelles

    Un segnale di attenzione e anche di speranza per l'olio siciliano che scommette molto sulla qualità. E' questo il senso complessivo attribuito al riconoscimento del marchio Igp, l'Indicazione geografica protetta per l'olio extravergine dell'Isola e arrivato con il via libera della commissione

    – Nino Amadore

    Elezioni Europee: tutte le candidate più votate. Sbancano le capolista del Pd

    Chi pensava fosse solo un'operazione di marketing è stato costretto a ricredersi. La scelta di Matteo Renzi di mettere alla testa delle liste cinque donne ha pagato, visti i numeri che hanno portato in dote al partito. Ai capilista non andavano i voti di quanti votavano solo per il partito, quindi si tratta di tutte preferenze "esplicite". D'altra parte Renzi non poteva ignorare il doppio effetto della propria scelta: innanzitutto, certo, comunicare rinnovamento e cambiamento non assecondando p...

    – Monica D'Ascenzo