Michela Finizio è vice caposervizio al Sole 24 Ore. Classe 1982, mamma di due bambini, è giornalista professionista dal 2008. Ha conseguito una laurea triennale in Scienze della comunicazione a Padova, dove è nata e cresciuta. Nel 2004 ha frequentato a Milano un corso annuale del Fondo sociale europeo in videogiornalismo che le ha permesso di collaborare con la redazione di Telenova.

Ha scritto in passato per Padovando.com e per altre testate minori, per poi approdare tramite due stage nel 2007 e nel 2008 nella redazione del Sole 24 Ore dove, dopo sei anni di collaborazione, è stata assunta.

Ha lavorato per la redazioni dei dorsi regionali, Casa24, Nòva, Domenica, Impresa e Territori e per il sito internet del Sole 24 Ore. Dal novembre 2013 è in forza alla redazione del Lunedì dove segue temi normativi, fiscali ed economici.

Cura l’elaborazione di alcune storiche classifiche del Sole 24 Ore, tra cui l’Indice della criminalità e la Qualità della vita.

Collabora con il blog Infodata e con lo European Data Journalism network. Coltiva la sua passione per il data journalism e per le visualizzazioni grafiche di contenuti giornalistici.

Luogo: Milano

Lingue parlate: Italiano e inglese

Argomenti: social network, innovazione, statistiche, data journalism, norme e mercato immobiliare

Ultimo aggiornamento: 27 maggio 2024
  • 12 giugno 2024
    Speranza di vita, consumi e riciclo: i primati (inaspettati) del Paese

    Economia

    Speranza di vita, consumi e riciclo: i primati (inaspettati) del Paese

    Non solo ultimi. I territori italiani si distinguono in ambito economico e demografico, facendo conseguire anche alcuni primati al nostro Paese. I livelli di benessere, innanzitutto, innalzano – più che altrove – l’aspettativa di vita della popolazione (che diventa così anche tra le più anziane).

    Dal clima al gender gap, dove l’Italia è fanalino di coda del continente

    24Plus

    24+ Dal clima al gender gap, dove l’Italia è fanalino di coda del continente

    Dal Pil pro capite all’occupazione femminile i territori italiani occupano spesso i gradini più bassi del confronto nelle statistiche internazionali. I ritardi di alcune province o regioni sono al centro delle politiche di coesione che, anche durante la prossima legislatura europea, dovranno

  • 10 giugno 2024
    Infrazioni Ue, l’Italia sale a 65 procedure. Come va negli altri Paesi europei

    Italia

    Infrazioni Ue, l’Italia sale a 65 procedure. Come va negli altri Paesi europei

    I prodotti in plastica monouso - banditi dall’Unione europea con la direttiva 2019/904/Ue – e la governance europea dei dati. Sono due tra i temi che hanno riportato l’Italia sotto la lente della Commissione europea. Nelle ultime settimane, infatti, Bruxelles ha aperto quattro nuove procedure di

  • 07 giugno 2024
    Plastica e dati, l’Italia risale a 65 infrazioni Ue

    24Plus

    24+ Plastica e dati, l’Italia risale a 65 infrazioni Ue

    I prodotti in plastica monouso - banditi dall’Unione europea con la direttiva 2019/904/Ue – e la governance europea dei dati. Sono due tra i temi che hanno riportato l’Italia sotto la lente della Commissione europea. Nelle ultime settimane, infatti, Bruxelles ha aperto quattro nuove procedure di

  • 28 maggio 2024
    L’Europa del futuro? Per i giovani priorità a diritti, ambiente e pace

    24Plus

    24+ L’Europa del futuro? Per i giovani priorità a diritti, ambiente e pace

    Un’unione più coesa e inclusiva. Che abbia, in cima alle proprie priorità, la tutela dei diritti umani e quella dell’ambiente. E sappia (e voglia) essere mediatore di pace nei conflitti in corso.

  • 27 maggio 2024
    Benessere per fasce d’età: al top Sondrio, Gorizia e Trento

    Amministratori

    Benessere per fasce d’età: al top Sondrio, Gorizia e Trento

    L’indagine presentata al Festival dell’economia. Le tre classifiche individuano le province dove bambini, giovani e anziani vivono meglio - Il Sud in coda, male le grandi città per gli under 35

  • 26 maggio 2024
    Qualità della vita per fasce d’età: Sondrio, Gorizia e Trento al top per bambini, giovani e anziani

    Italia

    Qualità della vita per fasce d’età: Sondrio, Gorizia e Trento al top per bambini, giovani e anziani

    Sondrio per i bambini, Gorizia per i giovani e Trento per gli anziani. Sono queste tre province italiane a garantire una migliore qualità della vita alle rispettive fasce d’età. E a trionfare, di conseguenza, nell’edizione 2024 degli Indici generazionali del Sole 24 Ore. La Qualità della vita di

  • 22 maggio 2024
    Età, redditi e istruzione disegnano l’identikit di chi non vota più

    Italia

    Età, redditi e istruzione disegnano l’identikit di chi non vota più

    I territori più fertili per il “partito del non voto”, che minaccia anche le elezioni europee del prossimo 8 e 9 giugno, si distinguono - rispetto alle medie nazionali - per una minore incidenza di laureati, una disoccupazione più elevata, una maggiore incidenza di lavoratori nell’agricoltura e

  • 13 maggio 2024
    Nove milioni di Isee in quattro mesi, ma la pratica bis si paga

    PodcastItalia

    Nove milioni di Isee in quattro mesi, ma la pratica bis si paga

    Si comincia con le ultime novità sull’Isee, l’indicatore che misura redditi e patrimoni delle famiglie per l’accesso alle prestazioni sociali: l’invio di rettifiche o le regolarizzazioni delle difformità oggi sono a pagamento. Poi si passa agli asili nido, con il nuovo bando per attivare altri posti nei comuni meno serviti, e per chiudere verrà analizzata l’impennata dei redditi dei professionisti nel 2023, in particolare di architetti e geometri.

    Corsa a 27mila posti da attivare nei nidi: adesioni entro maggio

    Scuola

    Corsa a 27mila posti da attivare nei nidi: adesioni entro maggio

    La lotta alla denatalità da un lato e alla disoccupazione femminile dall’altro, di cui abbiamo tanto sentito parlare negli ultimi giorni, passa necessariamente da un sistema di Welfare adeguato. Specie a vantaggio della prima infanzia. Ed è a quel target che si rivolge il nuovo bando per attivare

    Isee a quota 9 milioni: ecco i casi in cui va replicato e la pratica-bis si paga

    24Plus

    24+ Isee a quota 9 milioni: ecco i casi in cui va replicato e la pratica-bis si paga

    Nei primi quattro mesi del 2024 l’Inps ha ricevuto circa 9,21 milioni di richieste per il calcolo dell’Isee, l’indicatore della situazione economica equivalente che misura redditi e patrimoni delle famiglie: il suo valore - da calcolare ogni anno - decide l’accesso a numerose prestazioni sociali o

    Nove milioni di Isee in quattro mesi, ma la pratica bis si paga

    PodcastItalia

    Nove milioni di Isee in quattro mesi, ma la pratica bis si paga

    Si comincia con le ultime novità sull’Isee, l’indicatore che misura redditi e patrimoni delle famiglie per l’accesso alle prestazioni sociali: l’invio di rettifiche o le regolarizzazioni delle difformità oggi sono a pagamento. Poi si passa agli asili nido, con il nuovo bando per attivare altri posti nei comuni meno serviti, e per chiudere verrà analizzata l’impennata dei redditi dei professionisti nel 2023, in particolare di architetti e geometri.

  • 10 maggio 2024
    Transizione energetica: il ritardo aumenta i costi e riduce i benefici sul Pil

    Italia

    Transizione energetica: il ritardo aumenta i costi e riduce i benefici sul Pil

    Una transizione energetica tardiva sarebbe più costosa. L’azzeramento delle emissioni inquinanti al 2050 porterebbe meno benefici al Pil nazionale se il cambiamento venisse concentrato in solo due decadi, quindi a partire dal 2030 e senza sfruttare i prossimi sei anni. A stimare l’impatto degli

  • 07 maggio 2024
    La misura universale per i figli riduce i divari: 670 euro in più a famiglia

    Welfare

    La misura universale per i figli riduce i divari: 670 euro in più a famiglia

    Effetti redistributivi quantificati: ricchi e poveri meno distanti tra loro

  • 06 maggio 2024
    Mutui, la garanzia statale apre il mercato alle famiglie numerose

    Economia

    Mutui, la garanzia statale apre il mercato alle famiglie numerose

    Sono 197 le domande pervenute a Consap da gennaio a fine aprile per accedere alla garanzia del Fondo mutui prima casa, inviate da famiglie numerose con almeno tre figli. È a loro che si rivolge la nuova copertura statale introdotta nel 2024 con l’ultima legge di Bilancio.