Persone

Michael Moore

Michael Moore è un regista americano. È molto noto per i suoi documentari fortemente critici, in particolare sulla classe politica, che gli hanno dato grande successo di pubblico e di critica ma che gli hanno portato anche numerosi detrattori. Lo stile di Moore è personalissimo, fatto di una combinazione di informazione, commedia e satira, ed è riconoscibile sin dagli inizi.

Il suo primo lavoro è Roger and Me (1989) in cui affronta il tema della chiusura di uno stabilimento della General Motors nel suo paese natale, mettendo alla berlina il presidente di GM e guadagnandosi così la notorietà.

Il successo vero e proprio arriva però con due documentari: Bowling a Columbine (2002), sulla cultura delle armi negli Stati Uniti, e due anni dopo con Fahrenheit 9/11, con il quale Michael Moore rivolge un durissimo atto di accusa all'amministrazione Bush per gli attacchi dell'11 settembre. Quest’ultimo documentario gli vale la Palma d'oro a Cannes e incassi record in tutto il mondo.

A Fahrenheit 9/11 seguono altri due famosi documentari: Sicko (2007) nel quale Michael Moore affronta il tema della sanità privata negli Stati Uniti, e il suo ultimo lavoro, Capitalism, a love story (2009), riguardante gli aspetti negativi del capitalismo a seguito della crisi finanziaria.

Michael Moore ha anche curato trasmissioni televisive negli Stati Uniti, ma senza grande successo, e ha scritto un libro, Stupid White Men: pubblicato immediatamente dopo l'11 settembre, nonostante la durissima critica all'amministrazione, è stato un grande successo editoriale.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Michael Moore | Documentario | General Motors | Bush |

Ultime notizie su Michael Moore

    Dal 9/11 all'11/9: l'America (senza speranza) di Michael Moore

    A 14 anni da «Fahrenheit 9/11» Michael Moore riporta sugli schermi la caduta del sogno americano. Pressoché definitiva. A giudicare dal pessimismo e dalla sfiducia dell'autore che zampilla, fotogramma dopo fotogramma, nelle oltre due ore di proiezione alla Festa del cinema di Roma. Ripartendo dalla

    – di Eugenio Bruno

    Festa del cinema di Roma: tutti i film della selezione ufficiale

    Ecco tutti i fim della selezione ufficiale della Festa del Cinema di Roma. Anche quest'anno il film più votato dagli spettatori conquisterà il "Premio del Pubblico Bnl", unico riconoscimento della manifestazione. Sarà il pubblico a decidere a quale opera attribuire il riconoscimento attraverso un

    Via alla Festa del cinema di Roma il 18 ottobre: budget di 3,5 milioni

    Ha un budget di circa 3,5 milioni di euro la Festa del cinema di Roma, giunta alla tredicesima edizione, che si svolgerà dal 18 al 28 ottobre all'Auditorium Parco della musica di Roma. «Cosa invidio al Festival di Venezia? La storia e il budget», ha detto Antonio Monda, direttore artistico per il

    – di Nicoletta Cottone

    Nell'era di Foodora e Deliveroo McDonald's è il sogno del posto fisso

    Nel ristorante di via Torino a Milano Federica, il radiomicrofono nell'orecchio, sorride agli avventori e li aiuta a districarsi con i nuovi schermi touch per le ordinazioni. Alle superiori ha scelto l'indirizzo socio-sanitario, poi qualche anno fa è arrivata a McDonald's e non se ne è più andata:

    – di Micaela Cappellini

    Don Giovanni rinchiuso in un museo

    IlDon Giovanni si gioca tutto sul triangolo amore-morte-velocità. Ed è quest'ultima, la velocità, la componente che lo distanzia dall'opera romantica, coi suoi languori slentati. La velocità, le corse, il fuggire sempre, salvano dalla morte (e forse anche dall'amore, statico, che il libertino

    – di Carla Moreni

    Trump smonta la sanità di Obama

    New york - Non ci sarebbero state le 500.000 persone che si sono viste qui a Washington o le incredibili marce di Boston, di Chicago, New York, Denver, Los Angeles e in decine di altre città in America - e nel mondo - se Donald Trump non avesse pronunciato il discorso aggressivo e divisivo che ha

    – Mario Platero

    Quel che lo Stato non dice

    Immaginate di avere pagato i 2,50 euro di questa copia del «Sole 24 Ore» ma di non poterla leggere. E magari anche che altri, invece, possano e per questo vi raccontino, quando ne hanno voglia, cosa c'è scritto. Dovreste fidarvi ciecamente o decidere a priori che mentono. Ma potrebbero anche

    – di Guido Romeo

    FUMETTI AL FESTIVAL DELLA POLITICA

    Ci siamo già persi due giorni del Festival della Politica di Mestre; pardon, quantomeno riportiamo di seguito il programma di questii ultimi tre, a cominciare da stamattina. Intanto, ecco come AFNews ha presentato, giorni fa, i rappresentanti del Fumetto al Festival. Venerdì 9 settembre Ore 11.30 Piazzetta Battisti Gad LERNER, Davide ASSAEL con Arcangelo BOLDRIN Messianismo e Terrorismo Ore 16.00 Piazzetta Battisti Presentazione libri: Umberto CURI e Gianfranco BETTIN Sfidare la pau...

    – Luca Boschi

    Gli Oscar senza colore

    Gli Oscar? Troppo bianchi. E' attraverso l'hashtag #OscarsSoWhite che i registi Spike Lee e Michael Moore, e attrici come Jada Pinkett Smith, hanno invitato

    – Filippo Brunamonti

1-10 di 166 risultati