Ultime notizie:

Michael Mann

    Legge di Moore per emissioni (a dispetto di Trump)

    Mentre Donald Trump si apprestava a firmare il decreto esecutivo per rivedere le politiche ambientali Usa, gli scienziati scendevano in campo per proporre una soluzione all'economia globale in modo da poter accelerare sulla strada della riduzione delle emissioni. Una "carbon law" disegnata sulla falsariga di quella di Moore per l'industria informatica che prevede un dimezzamento delle emissioni per ogni decennio, con un'accelerazione che garantirebbe l'emersione di un'innovazione dirompente. Es...

    – Pierangelo Soldavini

    Cine-turismo: Modena set a cielo aperto per Netflix (si gira Master of None), dopo la storia di Bottura; attesa per le produzioni su Enzo Ferrari

    Modena set a cielo aperto, il sogno di tutti i promotori del cine-turismo. La città, patrimonio Unesco, ospita ora la multinazionale del video-streaming Netflix (che ha rivoluzionato nel mondo la fruizione video e gli equilibri tra i grandi gruppi) per la produzione della serie Master of None, con circa 400 comparse. La serie - 10 puntate finora -narra la storia dell'attore Dev. Si produce ora ciò che verrà distribuito nel 2017. Modena è sugli allori anche per Massimo Bottura, celebrato come mig...

    – Vincenzo Chierchia

    I cinque imperdibili da vedere a Pasqua

    Le festività pasquali sono tradizionalmente un periodo dedicato alle gite fuori porta, alle grigliate, al relax e? al cinema. Viste le tante proposte in cartellone, scegliere il film giusto è tutt'altro che semplice e si rischia di cadere in prodotti di scarsa qualità. Ecco una piccola guida ai

    – Andrea Chimento

    1995 - Quella meravigliosa annata di cinema

    Nel 1995 il festival di Cannes presentava tre film che, a distanza di vent'anni, sono ancora ritenuti paradigma di eccellenza cinematografica: fuori concorso esordiva I soliti sospetti, secondo film di Bryan Singer, appena trentenne; in competizione c'erano L'odio, manifesto del ventottenne Mathieu

    – Fabio Severo

    Maestoso «Foxcatcher» con un grande Steve Carell

    Il cinema americano protagonista in sala: in questo weekend escono due pezzi da novanta come «Foxcatcher» di Bennett Miller e «Blackhat» di Michael Mann. Per gli amanti della (solita) commedia italiana, spazio a «Ma che bella sorpresa» di Alessandro Genovesi.

    – Andrea Chimento

    Da vedere ma non sentire

    BLACKHAT è l'ultimo film di Michael Mann, un cyber-thriller in cui servizi segreti cinesi e americani collaborano per catturare il misterioso hacker responsabile di un incidente a una centrale nucleare, sabotaggi di indici di borsa e altri crimini di origine immateriale con conseguenze molto

    – di Fabio Severo

1-10 di 107 risultati