Ultime notizie:

Michael Gapen

    Le quattro vie della normalizzazione

    E' il momento della lenta normalizzazione. Le quattro grandi Banche centrali hanno tutte avviato, con tempi diversi, una riduzione dello stimolo monetario. Anche se l'inflazione non risponde ancora all'aumento dell'offerta di moneta. Non certo nelle tre grandi aree economiche - Usa, Eurolandia,

    – Riccardo Sorrentino

    Politiche monetarie: quattro vie per la normalizzazione

    E' il momento della lenta normalizzazione. Le quattro grandi Banche centrali hanno tutte avviato, con tempi diversi, una riduzione dello stimolo monetario. Anche se l'inflazione non risponde ancora all'aumento dell'offerta di moneta. Non certo nelle tre grandi aree economiche - Usa, Eurolandia,

    – di Riccardo Sorrentino

    Gli uragani non frenano il Pil Usa

    Una crescita inattesa. Il prodotto interno lordo americano, quest'estate, è cresciuto del 3% (trimestrale annualizzato), dopo il 3,1% realizzato in primavera. Gli analisti si aspettavano invece un andamento più lento dell'economia Usa, colpita tra agosto e inizio settembre da tre dei 10 forti

    – Riccardo Sorrentino

    Continua la prudente strategia monetaria della Fed

    La normalizzazione inizierà «relativamente presto». Probabilmente a settembre. Non c'è altra novità di rilievo, nel comunicato della Federal reserve di luglio, se non la conferma che il programma annunciato a giugno e destinato lentamente a ridurre le dimensioni del bilancio - che ha raggiunto,

    – di Riccardo Sorrentino

    Il grande timore del neoprotezionismo

    «Nazionalista, populista, patriottico» ha assicurato raggiante Steve Bannon, vate della nuova destra radicale americana e oggi grande stratega di Donald Trump, parlando del messaggio inaugurale del neopresidente che ha contribuito a comporre. Precursore d'una nuova stagione di chiusura e

    – di Marco Valsania

    Il grande timore del neoprotezionismo

    «Nazionalista, populista, patriottico» ha assicurato raggiante Steve Bannon, vate della nuova destra radicale americana e oggi grande stratega di Donald Trump, parlando del messaggio inaugurale del neopresidente che ha contribuito a comporre. Precursore d'una nuova stagione di chiusura e

    – Marco Valsania

    Il boom occupati Usa spinge Wall Street

    Il pessimismo di maggio è sparito in un colpo solo: a giugno l'economia Usa ha creato 287mila posti di lavoro, molti di più dei 175mila previsti e soprattutto degli appena 11mila di maggio (erano 38mila nella prima stima di un mese fa). In media, nel secondo trimestre di quest'anno - nota Harm

    – Riccardo Sorrentino

    Ma la ripresa Usa resta più robusta di quella europea

    Il dollaro cala, il rialzo si allontana. Gli investitori non hanno avuto dubbi, ieri, dopo la pubblicazione dei dati sul mercato del lavoro e quelli - in qualche modo collegati - degli indici di attività Ism: la stretta di inizio estate, che sembrava quasi certa, potrebbe essere rinviata. A

    – Riccardo Sorrentino

    Economia americana: il secondo trimestre già promette un recupero

    Non guardate a questi dati. Molto probabilmente sono distorti, non significativi. Come saranno alterati quelli sull'occupazione di venerdì prossimo. Non saranno questi numeri, ma altri, a definire la politica monetaria degli Stati Uniti, che ha promesso altri rialzi prima della fine dell'anno,

    – Riccardo Sorrentino

1-10 di 17 risultati