Le nostre Firme

Micaela Cappellini

redattore |  @GioDArco |  m.cappellini@ilsole24ore.com |

È nata a Volterra, in Toscana, nel 1975 ma da sempre vive e lavora a Milano. Si è laureata in Scienze Politiche all’Università Statale, ha trascorso un anno accademico alla Strathclyde University di Glasgow e ha frequentato la scuola di giornalismo Carlo De Martino. Al Sole 24 Ore dal 2001, ha cominciato occupandosi di nuove tecnologie per poi passare alle economie dei Paesi emergenti e all’export, le sue vere passioni professionali. Oggi segue anche il settore dell’agroalimentare. Uno dei suoi divertimenti preferiti è scrivere su Alley Oop, il blog multifirma del Sole 24 Ore che mette le donne al centro.

  • Luogo: milano
  • Lingue parlate: italiano, inglese
  • Argomenti: export, agroalimentare, donne

Ultimo aggiornamento 02 maggio 2019

Ultimi articoli di Micaela Cappellini

    Dal Lambrusco ai piatti vegetariani, il made in Italy che piace agli inglesi

    Cosa cercano i food lover inglesi in Italia? Dopo il boom del Prosecco, sono a caccia di nuovi vini: per esempio, il Labrusco e il Primitivo. Ma ai produttori italiani che esportano in Gran Bretagna chiedono un occhio di riguardo in più per il packaging sostenibile e maggiore scelta di piatti

    – di Micaela Cappellini

    Gli italiani in vacanza? Spenderanno 779 euro a testa

    Le stime della Coldiretti per l'estate 2019. Assegnate anche 5.155 Bandiere del gusto, dalla piattella ai papaccelli, alle specialità tradizionali del Made in Italy prodotte da almeno 25 anni

    – di Micaela Cappellini

    Prosecco, a Nordest la Brexit non fa paura

    Teme la Brexit, il Prosecco? «Veramente, ad oggi le nostre vendite verso la Gran Bretagna stanno aumentando a un ritmo del 5 per cento. Magari è solo perché gli inglesi stanno facendo scorta. Ma io credo che ormai il Prosecco sia entrato nelle loro abitudini e che continueranno a comprarlo anche se

    – di Micaela Cappellini

    Xylella, dai vivaisti la prima class action

    L'associazione dei vivaisti Civi-Italia, insieme a sei aziende private del settore, chiedono quattro milioni di euro di danni alla Regione Puglia per tutte le piante di ulivo che non sono più riusciti a esportare. E questa potrebbe essere soltanto la prima, di una serie di class action che

    – di Micaela Cappellini

    Il Prosecco è il vino italiano più bevuto nel mondo: a Londra spopola

    Il Prosecco è il vino italiano più bevuto nel mondo: lo testimonia l'aumento record delle esportazioni nei primi mesi del 2019, pari al 25%, con la previsione di arrivare a un incasso di un miliardo di euro entro la fine anno. Lo rileva la Coldiretti, basandosi sui dati Istat relativi al primo

    – di Micaela Cappellini

    Birra, non c'è crisi nei consumi: agli italiani piace artigianale e di qualità

    Se la spesa alimentare delle famiglie italiane è calata in media di 322 euro l'anno scorso, non è certo perchè dal carrello sono uscite le bottiglie della birra. Il suo consumo, infatti, è tra i pochi che crescono nel Paese: +3,2% nel 2018, e per la prima volta sono stati superati i i 20 milioni di

    – di Micaela Cappellini

    Spritz economy, aperitivo da 4,3 miliardi

    C'è un'Italia del vino, medaglia d'argento mondiale delle esportazioni dietro alla Francia. E poi c'è un'Italia dei liquori: più piccola per fatturato aggregato, ma più rampante. E a sorpresa, garantisce a chi li produce margini di ricavi superiori al vino. Lo dicono i dati del nuovo Osservatorio

    – di Micaela Cappellini

    Parmacotto fuori dalla crisi grazie ai creditori

    «Questa è la storia di un turnaround impossibile». Andrea Foschi oggi siede nel Consiglio nazionale dei dottori commercialisti, ma per quasi quattro anni, tra il 2014 e il 2018, è stato il coordinatore degli advisor della crisi Parmacotto. Un'azienda schiacciata dai debiti, che ha attraversato le

    – di Micaela Cappellini

    Tutela del made in Italy e più peso in Europa. Tutte le priorità dell'agricoltura

    Un commissario - al Mercato interno oppure al Commercio estero - in grado di far pesare di più l'Italia in Europa. Più accordi multilaterali per aprire nuove strade alle esportazioni italiane. Più tutela del made in Italy dai falsi. E perché no, anche più fondi pubblici: per le infrastrutture in

    – di Micaela Cappellini

1-10 di 283 risultati