Ultime notizie:

Mercato unico europeo

    Sia studia il polo Ue dei pagamenti. Nel mirino i francesi di Worldline

    Fusione europea in vista per il gruppo Sia, la società per la progettazione, la realizzazione e la gestione di infrastrutture e servizi tecnologici per istituti di credito e banche centrali. Secondo indiscrezioni di mercato, la società, che da poco ha visto la Cassa Depositi e Prestiti salire

    – di Carlo Festa

    Commercio, perché l'accordo Usa-Uk conviene soltanto a Trump

    Un grande accordo commerciale tra Stati Uniti e Regno Unito. Nella sua visita a Londra, il presidente Donald Trump rilancia una vecchia suggestione, resa più vivida dalla prospettiva della Brexit, soprattutto agli occhi degli euroscettici (non solo inglesi). Un trattato di libero scambio sarebbe il

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    L'energia è libera da vent'anni: il ritratto di un mondo cambiato

    C'era il contatore di bachelite nera con la cupoletta di plastica trasparente dentro il quale girava un disco. Sulla verticale delle centrali colossali dell'Enel, a qualche migliaio di metri di quota, il cielo si tingeva di rosa sulfureo. Non c'era scelta, tutti con l'Enel tranne qualche città dove

    – di Jacopo Giliberto

    Perché l'economia italiana ha bisogno dell'Europa

    Tra due settimane si andrà a votare per il Parlamento europeo. Dall'elezione diretta di quest'ultimo (1979), è la prima volta che i partiti si dividono sul futuro dell'Europa, piuttosto che sul presente dell'Italia. Così sta avvenendo anche negli altri Paesi dell'Unione europea (Ue). Le elezioni

    – di Sergio Fabbrini

    Appalti smart per stimolare l'innovazione

    Francia e Germania hanno recentemente presentato un manifesto per una politica industriale europea per il XXI secolo, stimolando un vivace dibattito sul tema in tutto il continente. Il manifesto si basa su una semplice idea: in un contesto di crescente concorrenza globale, l'Europa deve unire le

    – di Simone Tagliapietra

    Non basta chiamarlo "Decreto Crescita" per far ripartire il Pil

    Leggendo le anticipazioni del cosiddetto Decreto Crescita, mi è venuto in mente un principio ben noto nel mondo del diritto. Si tratta dell'irrilevanza del nomen juris, ossia, in parole semplici: non importa la qualificazione giuridica che le parti danno a un atto (ad esempio un contratto), perché il giudice potrà disattendere quel "titolo" per accertare la realtà sostanziale del rapporto. Parafrasando, non basta chiamare un provvedimento "Decreto Crescita" per dimostrare che al suo interno con...

    – Francesco Bruno

    Brexit, quanto ci costerebbe il "no deal"? All'Italia 4 miliardi all'anno

    In caso di un'uscita senza accordo della Gran Bretagna dalla Ue la ricchezza dei cittadini inglese sarebbe ridotta di 57 miliardi di euro l'anno, vale a dire 900 euro a testa, mentre i cittadini dell'Unione europea perderebbero complessivamente 40,4 miliardi. Gli italiani perderebbero 4 miliardi di

    – di Corrado Poggi

    Che fine ha fatto il capitalismo italiano?

    Dal 5 marzo è in edicola con Il Sole 24 Ore il volume "L'Italia: molti capitali, pochi capitalisti", scritto da Beniamino Andrea Piccone. Si tratta di un libro che vale la pena di leggere, perché ricostruisce i problemi del capitalismo italiano partendo da lontano, con lo sguardo attento dello storico dell'economia che combatte il "presentismo". (disclaimer: conosco l'autore, ariete di Econopoly sin dagli albori) Molto spesso, nel dibattito odierno, si tende a semplificare ragionamenti compless...

    – Francesco Bruno

1-10 di 274 risultati