Aziende

McKinsey

McKinsey & Company è una società di consulenza manageriale e di strategia, che focalizza la sua attività nel risolvere problemi d’interesse per il top management di grandi aziende e organizzazioni. Tra i principali concorrenti della McKinsey si annoverano Arthur D. Little, Bain & Company, The Boston Consulting Group, Accenture Management Consulting, Value Partners, Booz & Company e Roland Berger Strategy Consultants. Nel complesso McKinsey & Company conta su una rete di più di 7,500 consulenti, dislocati nelle sue 84 sedi situate in 45 Paesi del mondo.

Nota agli addetti come The Firm, la James O. McKinsey & Company è stata fondata a Chicago nel 1926 da James O. (Mac) McKinsey. Nel 1935, Marshall Field's è entrata nella lista dei clienti, convincendo James McKinsey a lasciare the Firm e diventare suo Amministratore delegato. Marvin Bower è entrato nell'azienda nel 1933 ed è subentrato come successore di James McKinsey. Alla morte di quest’ultimo, le sedi di Chicago e New York dell'azienda si sono sciolte. Nel 1939, con l'aiuto dei partner di New York, Bower ha fatto risorgere la sede di New York, denominandola McKinsey & Company. Per diversi anni McKinsey & Company è stata leader indiscussa della consulenza. Nel 2003 il gruppo ha assunto Chelsea Clinton, figlia dell'ex Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton e della Senatrice Hillary Rodham Clinton.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Marvin Bower | New York | Bill Clinton | Chicago | Hillary Rodham Clinton | Chelsea Clinton | The Boston Consulting Group | James O | Accenture Management Consulting | Arthur D. Little | Marshall Field's | Bain & Company | Booz & Company | Value Partners | Roland Berger Strategy Consultants |

Ultime notizie su McKinsey

    Africa, anatre volanti e cigni neri. Dove sta andando davvero il lavoro?

    Nel 2017 il Financial Times segnalava tra i libri da leggere assolutamente The Next Factory of the World, How Chinese Investment Is Reshaping Africa. L'autore del libro Irene Yuan Sun, nel suo lavoro offre una prospettiva interessante sul fenomeno dell'espansione delle imprese cinesi in Africa. L'autrice ha un background di primo piano: nata in Cina, cresciuta negli Stati Uniti, anni passati in Africa per lavoro e una carriera in una delle più grandi società di consulenza strategica del mondo. I...

    – Raffaele Perfetto

    Dai podcast ai loghi sonori i brand si inventano la voce

    Al bando video immersivi o foto filtrate. Per celebrare il trentesimo compleanno del world wide web i ricercatori del Cern di Ginevra hanno omaggiato il papà del www Tim Berners-Lee con un oggetto indimenticabile del passato. A questo informatico britannico che trent'anni fa ha avuto l'intuizione

    – di Giampaolo Colletti

    Cambio lavoro dunque sono. Ma il sistema è pronto a gestire il futuro?

    L'autore del post è Giancarlo Scotti, co-founder di Propensione.it, già partner di Lazard & Co. e amministratore delegato di Lazard Italia, poi amministratore delegato di Generali RE - Il mondo del lavoro è già cambiato e continuerà a farlo nel prossimo futuro. Lo scenario internazionale è profondamente evoluto, con la globalizzazione che è entrata in una nuova fase grazie alle tecnologie digitali e che impatterà sempre di più sul concetto di lavoro, almeno per come lo abbiamo concepito fino a ...

    – Econopoly

    La Brexit non spaventa moda e lusso

    Il D-day dovrebbe essere il 29 marzo, giorno in cui la Gran Bretagna uscirà dall'Unione Europea, ma il condizionale è d'obbligo. Perché le ipotesi sul tavolo, a parte quella più estrema di un distacco "no deal", spaziano dal rinvio al referendum "riparatore". Mentre la politica è al lavoro sulla

    – di Marta Casadei

    Caso Carige e conflitto di interessi BCE: un approccio sistemico

    L'autore di questo post è Tammaro Terracciano, Ph.D. candidate presso lo Swiss Finance Institute di Ginevra. La sua maggiore area di interesse è la macroeconomia internazionale - Qualche settimana fa il Governo italiano è intervenuto sul caso Carige, mettendo in piedi una serie di garanzie per far sì che la banca possa continuare ad accedere al mercato dei capitali e possa presentare un piano industriare credibile per il suo rilancio, scongiurandone così il fallimento. Conte ha fatto indubbiame...

    – Econopoly

    La lezione delle superstar della redditività

    A livello mondiale, il 65% degli utili ante imposte fa capo a meno di 6mila società capaci di generare, ognuna, un fatturato annuo superiore al miliardo di dollari. All'interno di questo club di giganti, ce n'è uno ancora più ristretto e performante, composto da un 10% di imprese che, nel loro

    – di Massimo Giordano

    Chi è Matt Brittin

    Presidente Emea di GoogleMatt Brittin, 50 anni è presidente Emea Business & Operation di Google. Ha iniziato a lavorare per il colosso di Mountain View nel gennaio 2007, diventando amministratore delegato di Google UK nel 2009. Sposato, due figli, nel 2011 diventa vicepresidente di Google per

1-10 di 901 risultati