Ultime notizie:

Mauro Obinu

    Stato-Mafia: condannati Mori e Dell'Utri, assolto Mancino

    La Corte di Assise di Palermo ha condannato a pene comprese tra 8 e 28 anni di carcere per la cosiddetta trattativa Stato-Mafia gli ex vertici del Ros Mario Mori, Antonio Subranni e Giuseppe De Donno, l'ex senatore Marcello Dell'Utri, Massimo Ciancimino e i boss Leoluca Bagarella e Nino Cinà.

    – di Roberto Galullo

    Perché mai come ora la vita del pm Nino Di Matteo è a rischio: Palermo mai così pericolosa. L'opzione rientro in Dda

    Abituati - come siamo - a guardare al dito che la indica e non alla luna che sovrasta, non può e non deve apparire strano in questa Italia sbrindellata che la vicenda del Pm Nino Di Matteo segua la stessa sorte. Con una decisione assolutamente logica e coerente al suo profilo - vale a dire non accettare il trasferimento nella Dnaa romana solo perché in pericolo di vita e demolire i sospetti di una fuga dalle responsabilità giudiziarie del processo sulla trattativa - Di Matteo ha inevitabilmente...

    – Roberto Galullo

    Trattativa Stato-mafia/1 In appello i giudici fiorentini danno lustro alle conclusioni raggiunte in primo grado

    Antonio Ingroia, ex pm a Palermo padre putativo dell'indagine sulla trattativa tra Stato e Cosa Nostra e Giovanna Maggiani Chelli, presidente dell'Associazione tra i familiari della strage di via dei Georgofili a Firenze, hanno ben ragione di dire che le sentenze sono tutte uguali ma qualcuna - per i media - è più uguale delle altre. I due si riferivano all'incuria (per usare un eufemismo) con la quale i media (tranne eccezioni) hanno analizzato le motivazioni della sentenza per il boss di mafi...

    – Roberto Galullo

    Lo Stato c'è e nella lotta alle mafie batte i suoi colpi

    Polizia e Procura di Palermo hanno onorato la memoria del giudice Giovanni Falcone e svelato la trama dell'operazione Maqueda nel giorno in cui l'Italia si è fermata a ricordare il sacrificio di cinque servitori dello Stato.

    – Roberto Galullo

    24 anni da Capaci: antimafia sociale a pezzi, sentenze sul ring, mafie più forti e Messina Denaro sempre libero

    Un anno in più. E fanno 24. Esattamente 24 anni senza il giudice Giovanni Falcone, sua moglie e gli uomini della scorta. A ricordarsene, anche oggi, saranno tanti, tutti. Compresi quelli - come ha affermato nelle scorse ore il pm palermitano Nino Di Matteo - che in vita lo avversarono. Così come è facile riempirsi la bocca di Falcone e Borsellino è altrettanto facile riempirsela con la parola antimafia. Zero fatica e grande ritorno, soprattutto d'immagine. Senza dimenticare la carriera, che li...

    – Roberto Galullo

    Mafia: la Corte d'appello Palermo assolve Mori

    La Corte d'appello di Palermo, presieduta da Salvatore Di Vitale, ha confermato la sentenza di assoluzione emessa in primo grado nei confronti dell'ex generale dei Carabinieri, Mario Mori, e del colonnello Mauro Obinu, imputati di favoreggiamento del boss Bernardo Provenzano.

    Falange armata e reti criminali tra Reggio Calabria e Palermo: due Procure pronte a "depositarne" la storia deviata

    Cari e amati lettori di questo umile e umido blog, sabato scorso, 4 luglio, a pochi minuti di distanza dalla conclusione, vi ho dato conto di alcuni spaccati del convegno "Ndrangheta e poteri criminali - Le ramificazioni della mafia calabrese a livello globale". Un convegno organizzato a Reggio Calabria dall'Associazione culturale Falcone e Borsellino, patrocinata dal Comune e dalla provincia di Reggio Calabria. Per leggere quanto ho scritto (a proposito dei passi che mancano per riscrivere la s...

    – Roberto Galullo

    Mafia, assolto il generale Mori

    «Non favorì Cosa nostra» - La reazione: «C'è un giudice a Palermo» - MARATONA GIUDIZIARIA - La decisione assolutoria è arrivata dopo cinque anni, cento udienze e novanta testi ascoltati L'accusa annuncia il ricorso

    – Nino Amadore

    Processo Mori, domani probabilmente la sentenza

    PALERMO - Più di cento udienze, cinque anni di dibattimento, oltre novanta testi tra accusa e difesa. Ecco i numeri del processo al generale Mario Mori e al colonnello Mauro  Obinu, accusati di favoreggiamento aggravato a Cosa nostra per la mancata cattura del boss Bernardo Provenzano nel 1995. Domani mattina, dopo una breve replica della difesa dei due imputati, i giudici del Tribunale si ritireranno in Camera di consiglio per deliberare.  Dovranno decidere se accogliere la richiesta dell'accus...

    – Nino Amadore

1-10 di 18 risultati