Ultime notizie:

Maurizio Del

    Lavoro, un laureato su tre è troppo istruito per il mestiere che fa

    «Le imprese - commenta Maurizio Del Conte, presidente Anpal, l’agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro - da un lato non trovano le competenze tecniche di cui hanno bisogno, dall’altro spesso finiscono per utilizzare i giovani con lauree “deboli” per mansioni di basso livello.

    – di Francesca Barbieri

    Lavoro, ecco le professioni più richieste nei prossimi 5 anni

    La formazione, soprattutto quella legata a Industria 4.0 e al mondo del lavoro, sarà sempre più centrale nell'Italia dei prossimi cinque anni. Non solo per spingere la ripresa economica e produttiva, ma anche per aggredire la disoccupazione, in primis quella giovanile (e tecnologica).

    – di Claudio Tucci

    Con Garanzia Giovani ha trovato lavoro un iscritto su cinque

    Quattro anni di Garanzia Giovani. Oggi 1° maggio il programma europeo rivolto all'universo dei Neet, i ragazzi che non studiano e non lavorano, tra i 15 e i 29 anni, sarà al quarto giro di boa rispetto all'apertura del portale nazionale - nel 2014 - che consente di iscriversi al Piano e provare

    – di Francesca Barbieri

    I fondi restano nel cassetto. Apprendistato a ostacoli

    Negli ultimi anni l'apprendistato di primo livello, che consente agli studenti fino a 25 anni di conseguire, lavorando, una qualifica o un diploma di istruzione, interessava in Italia un numero irrisorio di ragazzi: appena 3mila, di cui circa 2.900 nella sola provincia autonoma di Bolzano. Dal

    – di Giorgio Pogliotti e Claudio Tucci

    Domanda e offerta di lavoro in filiera per recuperare gli esuberi

    Mettere assieme domanda e offerta di lavoro fra aziende dello stesso settore, ragionando in una logica di filiera. E' questo uno degli obiettivi su cui sta lavorando l'Agenzia nazionale per le politiche attive. Lo ha dichiarato stamane il presidente dell'Anpal, Maurizio Del Conte, nel corso della

    Come funziona l'assegno di ricollocazione per chi perde il lavoro

    Da mille a 5mila euro se il disoccupato trova un nuovo impiego a tempo indeterminato, apprendistato compreso. Da 500 a 2.500 euro se si firma un contratto a termine di almeno 6 mesi. Nelle regioni "meno sviluppate" (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia) si può scendere a 250 fino a 1.250

    – di Giorgio Pogliotti e Claudio Tucci

    Si rafforza l'asse tra Istituti tecnici superiori e imprese

    Far conoscere a famiglie e studenti gli Its, gli Istituti tecnici superiori, l'unico canale formativo terziario, subito professionalizzante, alternativo all'università, oggi presente in Italia. Coinvolgere sempre più imprese nelle singole Fondazioni. Tarare l'offerta didattica in base alle esigenze

    – di Claudio Tucci

    Via alla decontribuzione piena per le assunzioni stabili al Sud

    E' pronto il decreto Anpal, che con circa 500 milioni di fondi Ue, proroga per un altro anno, il 2018, la decontribuzione piena per le assunzioni stabili di giovani e disoccupati del Sud. Salgono a 13 (entrano anche la Campania, con i territori di Acerra, Torre Annunziata, Battipaglia, e il Veneto,

    – di Claudio Tucci

    Più contratti a tempo, meno autonomi. Come cambia il mercato del lavoro

    L'occupazione continua a crescere, spinta in prevalenza dai contratti temporanei di breve durata (in media 3-4 mesi) che hanno toccato il massimo storico (2,7 milioni). A trainare il mercato sono soprattutto i servizi, ma specie negli ultimi mesi c'è una leggera ripresa anche della manifattura, con un aumento delle ore lavorate (effetto della riduzione della cassa integrazione). La situazione resta critica per giovani e autonomi. Tra il 2008 e il 2016 il tasso di occupati tra i 15 e 34 anni ha...

    – Infodata

1-10 di 151 risultati