Le nostre Firme

Maurizio Caprino

vicecaposervizio |  @caprino_m |  m.caprino@ilsole24ore.com |

Nato a Messina nel 1968, cresciuto ad Arzano (sì, il paese di «Io speriamo che me la cavo», alle porte di Napoli) e Taranto, laureato in Economia e commercio a Bari nel giugno 1991. A novembre 1992, l’ingresso nel giornalismo, all’Ifg (Istituto per la formazione al giornalismo) di Milano. Nel 1994 un’esperienza di otto mesi da stagista-abusivo a «La Notte» (il quotidiano del pomeriggio chiuso all'inizio del 1995).

Assunto a «Quattroruote» nel marzo 1995. Al Sole 24 Ore da novembre 2003.

A «Quattroruote», esperienza maturata su multe, guasti, assicurazioni, prezzo dei carburanti, incidenti, autovelox e...tutto ciò che indurrebbe a non uscire mai di casa. Nominato vicecaposervizio nel 2001.

La specializzazione portò varie collaborazioni in radio e tv, in qualità di ospite esperto su questi temi. Dall’esordio a «Unomattina» nel gennaio 1997 ad altre trasmissioni tv, fino a programmi radiofonici di denuncia («Radioacolori» con Oliviero Beha) e di servizio (su Radiouno Rai, Isoradio e Radio24). Nel gennaio 1998 l’esordio a «Mi manda Raitre», sfociato in una consulenza formalizzata dal 2003 al 2009.

Dal novembre 2003, al Sole 24 Ore, nell’ambito della nascita del dorso regionale Sud del Sole-24 Ore, come responsabile della sede di Bari (che aveva competenza su Puglia e Basilicata), pur continuando a occuparsi anche degli argomenti di specializzazione. Inizialmente come redattore ordinario, dal 2005 come vicecaposervizio.

A febbraio 2012 il passaggio alla sede centrale del Sole 24 Ore, a Milano, nella redazione Norme e tributi.

Sin dal 1996, ha curato nell’ambito della normale attività in redazione varie pubblicazioni, allegate alle testate per cui lavorava e prevalentemente di servizio, sulle materie di specializzazione.

Nel 1999-2001, ha informato in particolare sulla successione delle norme antinquinamento per le auto e sulle reali conseguenze della messa fuori commercio della benzina super, smentendo molte versioni ufficiali fornite dall’industria.

Nel novembre 2007, ha anticipato le notizie sulla riforma del bollo auto, pur lavorando in un mensile.

Nel 2010, premio Direct Line-Ansol sulla sicurezza stradale per i bambini.

Ai primi di agosto 2013, unico a scrivere che dietro la strage del bus precipitato dal viadotto Acqualonga dell’A16 (40 morti, fino ad allora il più grave incidente stradale della storia italiana assieme al rogo nel traforo del Monte Bianco del 1999) c’erano anche carenze dei guard-rail, che teoricamente erano appena sttai riqualificati nell’ambito degli impegni di Autostrade per l’Italia con lo Stato per vedersi prorogare la concessione al 2038. Si apriva il primo squarcio su un sistema che probabilmente ha portato al crollo del Ponte Morandi ad agosto 2018.

  • Luogo: Milano
  • Argomenti: Circolazione stradale nelle sue varie implicazioni (multe, assicurazioni, sicurezza, economia, appalti, energia)

Ultimo aggiornamento 02 maggio 2019

Ultimi articoli di Maurizio Caprino

    Controesodo 2019, come sopravvivere a traffico, scioperi e Tutor

    Tra il 23 e il 26 agosto chi viaggia in auto dovrà fare i conti con il peggiore weekend di rientro estivo. Per Autostrade è solo da bollino rosso ma meteo incerto, sciopero dei casellanti e ritorno del tutor rendono necessaria più di una premura. Ecco una guida per arrivare a casa senza danni

    – di Maurizio Caprino

    Autostrade, concessione salva anche se il Governo non fosse caduto

    La sera di giovedì 8 agosto, appena la situazione politica è precipitata, il vicepremier M5S, Luigi Di Maio, ha avvertito che la crisi del governo Conte avrebbe impedito di togliere la concessione ad Autostrade per l'Italia (Aspi, ritenuta dai pentastellati responsabile del crollo del Ponte

    – di Maurizio Caprino

    Come era fatto il Ponte Morandi

    Stralli, impalcati a cassone, impalcati cassone eccetera. Quante volte avete letto un articolo sul crollo del Ponte Morandi senza capire esattamente che cosa volesse dire? La chiave sta nell'associare questi e altri termini tecnici poco noti alle parti del viadotto visibili nelle tante fotografie

    – di Maurizio Caprino

    Perché è crollato il Ponte Morandi: che cosa sappiamo un anno dopo

    Perché il Ponte Morandi è crollato? Per capirlo, sono stati mobilitati persino i satelliti. La verità è, per quanto se ne sa finora, che una risposta netta non è arrivata nemmeno dallo spazio. Ma un anno di indagini della magistratura e ricerche degli scienziati ha già detto più di qualcosa. Quantomeno agli esperti

    – di Maurizio Caprino

    Sciopero autostrade nei giorni dell'esodo, quali rischi ai caselli

    Potrebbe non essere uno sciopero come gli altri, quello dei lavoratori delle autostrade proclamato per domenica 4 agosto e lunedì 5. Normalmente, agitazioni del genere comportano ai caselli la chiusura delle piste di pagamento manuale, presidiate dagli operatori, causando disagi comunque limitati.

    – di Maurizio Caprino

    Smartphone alla guida, nell'esodo controlli anche con auto-civetta

    Non lo sapremo mai con certezza: tutte le prove sono andate distrutte nell'incendio. Ma, se martedì 30 luglio sul raccordo bolognese Casalecchio-A14 c'è stato un tamponamento mortale come quello che il 6 agosto 2018 nello stesso luogo ha causato un'esplosione che ucciso due persone e danneggiato

    – di Maurizio Caprino

    Perché Autostrade è in sciopero nel weekend dell'esodo

    Le autostrade italiane hanno tanti viadotti e gallerie, ma alla manutenzione di queste strutture i gestori destinano solo il 2,2% della loro spesa complessiva. Una quota che l'autorità anticorruzione definisce «estremamente esigua». Nel frattempo, il ministero delle Infrastrutture vara nuove regole per impedire proroghe infinite delle concessioni, che però potrebbero fallire. Per un'altra iniziativa dello stesso ministero

    – di Maurizio Caprino

    Weople rispetta la privacy? Lo dirà la Ue

    Guadagnare soldi vendendo i propri dati personali. Weople, la "banca" che li acquista, si è presentata al pubblico pochi mesi fa in questo modo e dichiarando che la sua attività consente alle persone non solo di «dar valore ai propri dati», ma anche di «agire i più importanti diritti Gdpr»

    – di Maurizio Caprino

    Completamento Asti-Cuneo: soldi dai rincari della Torino-Milano

    Alla fine, l'autostrada Asti Cuneo (A33) verrà completata soprattutto con i rincari dei pedaggi sulla Torino-Milano (il primo tratto della A4). Lo ha confermato il Cipe, che ha dato il via libera definitivo. Ma le condizioni non saranno così favorevoli al gestore (il gruppo Gavio) come era stato inizialmente previsto.

    – articoli di Maurizio Caprino e Filomena Greco

1-10 di 3913 risultati