Le nostre Firme

Maurizio Caprino

vicecaposervizio |  @caprino_m |  m.caprino@ilsole24ore.com |

Nato a Messina nel 1968, cresciuto ad Arzano (sì, il paese di «Io speriamo che me la cavo», alle porte di Napoli) e Taranto, laureato in Economia e commercio a Bari nel giugno 1991. A novembre 1992, l’ingresso nel giornalismo, all’Ifg (Istituto per la formazione al giornalismo) di Milano. Nel 1994 un’esperienza di otto mesi da stagista-abusivo a «La Notte» (il quotidiano del pomeriggio chiuso all'inizio del 1995).

Assunto a «Quattroruote» nel marzo 1995. Al Sole 24 Ore da novembre 2003.

A «Quattroruote», esperienza maturata su multe, guasti, assicurazioni, prezzo dei carburanti, incidenti, autovelox e...tutto ciò che indurrebbe a non uscire mai di casa. Nominato vicecaposervizio nel 2001.

La specializzazione portò varie collaborazioni in radio e tv, in qualità di ospite esperto su questi temi. Dall’esordio a «Unomattina» nel gennaio 1997 ad altre trasmissioni tv, fino a programmi radiofonici di denuncia («Radioacolori» con Oliviero Beha) e di servizio (su Radiouno Rai, Isoradio e Radio24). Nel gennaio 1998 l’esordio a «Mi manda Raitre», sfociato in una consulenza formalizzata dal 2003 al 2009.

Dal novembre 2003, al Sole 24 Ore, nell’ambito della nascita del dorso regionale Sud del Sole-24 Ore, come responsabile della sede di Bari (che aveva competenza su Puglia e Basilicata), pur continuando a occuparsi anche degli argomenti di specializzazione. Inizialmente come redattore ordinario, dal 2005 come vicecaposervizio.

A febbraio 2012 il passaggio alla sede centrale del Sole 24 Ore, a Milano, nella redazione Norme e tributi.

Sin dal 1996, ha curato nell’ambito della normale attività in redazione varie pubblicazioni, allegate alle testate per cui lavorava e prevalentemente di servizio, sulle materie di specializzazione.

Nel 1999-2001, ha informato in particolare sulla successione delle norme antinquinamento per le auto e sulle reali conseguenze della messa fuori commercio della benzina super, smentendo molte versioni ufficiali fornite dall’industria.

Nel novembre 2007, ha anticipato le notizie sulla riforma del bollo auto, pur lavorando in un mensile.

Nel 2010, premio Direct Line-Ansol sulla sicurezza stradale per i bambini.

Ai primi di agosto 2013, unico a scrivere che dietro la strage del bus precipitato dal viadotto Acqualonga dell’A16 (40 morti, fino ad allora il più grave incidente stradale della storia italiana assieme al rogo nel traforo del Monte Bianco del 1999) c’erano anche carenze dei guard-rail, che teoricamente erano appena sttai riqualificati nell’ambito degli impegni di Autostrade per l’Italia con lo Stato per vedersi prorogare la concessione al 2038. Si apriva il primo squarcio su un sistema che probabilmente ha portato al crollo del Ponte Morandi ad agosto 2018.

  • Luogo: Milano
  • Argomenti: Circolazione stradale nelle sue varie implicazioni (multe, assicurazioni, sicurezza, economia, appalti, energia)

Ultimo aggiornamento 10 ottobre 2018

Ultimi articoli di Maurizio Caprino

    Auto tra bonus ed Ecotassa: le mosse giuste per l'acquisto

    Chi vincerà a fine mese? I concessionari, che in questi giorni spingono per vendere le auto (soprattutto a benzina) destinate a essere soggette all'ecotassa a partire dal 1° marzo? O i clienti, che invece sono tentati di scommettere sulla possibilità di trovare quelle stesse auto proprio a marzo,

    – di Maurizio Caprino

    L'ispettore dei bus non può multare in tutta la città

    Gli ispettori delle aziende di trasporto pubblico non possono essere utilizzati come ausiliari della sosta: la loro competenza nell'accertamento delle violazioni è limitata a quelle commesse da chi lascia un veicolo fermo su una corsia riservata ai mezzi pubblici. Lo ha ribadito la Cassazione con

    – di Maurizio Caprino

    Truffe benzinai: ecco il telecomando che tarocca il contatore

    Il contatore gira regolarmente, ma il carburante non finisce nel serbatoio del cliente: resta nella cisterna del benzinaio. Non per un guasto all'erogatore, ma per una truffa: si "seleziona" il cliente, si preme il tasto di un telecomando e il gioco è fatto. L'ultimo caso lo ha scoperto nei giorni

    – di Maurizio Caprino

    Le auto più rubate del 2018: il boom delle suv

    Prima o poi doveva succedere. E, nel 2018, è accaduto davvero: alle auto più rubate in Italia (di solito, prevalentemente piccole e medio-piccole), si sono aggiunte le suv. L'anno scorso, per questa categoria di vetture, il numero dei furti è salito del 62% rispetto al 2017. E dire che in generale

    – di Maurizio Caprino

    Le imprese chiedono quote garantite nelle vendite di camion elettrici

    Il lungo negoziato sui tagli alle emissioni di CO2 per i mezzi pesanti entra nella sua fase decisiva e le grandi aziende tornano a sollecitare la Ue perché fissi «un obiettivo ambizioso di vendite obbligatorie per gli esemplari a zero emissioni». Lo chiede una lettera inviata ieri da sei operatori

    – di Maurizio Caprino

    Non c'è ancora fattura elettronica per le revisioni

    Nelle revisioni dei veicoli la fattura elettronica è in ritardo. Il consorzio Poste Motori, il quale cura l'incasso delle somme versate dagli utenti che sottopongono i propri veicoli ai controlli obbligatori, non è ancora in grado di emettere fatture elettroniche. Lo ha denunciato ieri mattina la

    – di Maurizio Caprino

    I medici contestano le compagnie sulle convocazioni

    L'Ordine del medici contro la prassi di far convocare chi subisce lesioni fisiche in incidenti direttamente dai sanitari che lavorano per le compagnie assicurative. Il presidente provinciale di Milano ha scritto all'associazione delle compagnie (Ania) e all'autorità di vigilanza (Ivass) per

    – di Maurizio Caprino

1-10 di 3821 risultati