Ultime notizie:

Matteo Baronetto

    Michelin 2021 premia (giustamente) la sostenibilità. Milano scivola di due posizioni

    La novità principale sono le stelle verdi. Quest'anno la guida Michelin ha voluto premiare i ristoratori che fanno della sostenibilità e della lotta allo spreco alimentare un impegno vero. Non sono pochi, in giro per il mondo, quelli che non si limitano a un furbo green washing ma ci credono veramente. In Italia la Rossa ne ha premiati 13: Dalla famiglia Iaccarino, antesignana - in tempi non sospetti - dell'orto privato (ma si può sminuire a orto quella meraviglia che coltivano a Punta Campan...

    – Fernanda Roggero

    Del Cambio, 263 anni e sentirli tutti (per fortuna)

    263 anni e sentirli tutti. Viva chi ha l'orgoglio della propria storia, un'identità forte, la responsabilità di essere un testimone della città, il rigore della tradizione e la spensieratezza di imboccare - quando serve - strade ardite. Buon compleanno Del Cambio! Il ristorante storico di Torino, una bomboniera nel cuore elegante della città. Capace di commuovere chi cerca scampoli di aristocratiche atmosfere sabaude e al tempo stesso attirare i globetrotter del gusto richiamati dalle suggestio...

    – Fernanda Roggero

    Torino entra col botto nel circo gastronomico internazionale

    Torino entra col botto nel circuito delle destinazioni gastronomiche internazionali. Con pazienza sabauda ha aspettato di avere un parterre de roi e una regia funambolica per creare un evento che si preannuncia indimenticabile. Appuntamento il 30 ottobre alla Mole Antonelliana, il più iconico dei luoghi torinesi, per la cena-spettacolo "Circo Fellini", centro della prima edizione di Buonissima, rassegna di alta gastronomia, arte e altre bellezze. Nell'anno di Torino Città del Cinema e nel cente...

    – Fernanda Roggero

    Pagine bianche

    «E' un mondo di mezzo quello che stiamo vivendo. Abbiamo fogli bianchi nei quali disegnare nuovi scenari, ripensando gli spazi fisici, le relazioni, i mercati». E' quanto mi ha detto qualche giorno fa Filippo Berto, 43enne imprenditore del mobile nell'azienda di famiglia arrivata alla seconda generazione, intervistato su Nòva del Sole24Ore. Con i suoi cinquanta dipendenti, 10 milioni di fatturato e un e-commerce in sei lingue (cinese compreso) Berto non si è arreso. E sta provando a ripensare l'...

    – Giampaolo Colletti

    Haute cuisine: rischiosa la posta in gioco al Bocuse d'or per Cracco e l'Italia

    E' ripartita la corsa al Bocuse d'or, il concorso di alta cucina sogno di ogni chef. Nell'ultima edizione l'Italia ha giocato un ruolo chiave lanciando una sfida di alto profilo, Alba si è mobilitata con Enrico Crippa capofila, Torino ha ospitato la finale europea. Però l'esito finale a Lione non è stato positivo. Quest'anno la sfida è ripartita. C'è in campo sempre Crippa, ma i big di Alba si sono sfilati, adducendo altre priorità. Nella cittadina piemontese patria del tartufo bianco è rimasto ...

    – Vincenzo Chierchia

    I ristoranti storici che resistono ai pop up

    Il Del Cambio di Piazza Carignano a Torino inaugura una nuova stagione con una serie di novità, tra cui le visite guidate gratuite, l'aperitivo del giovedì al Tavolo della Cantina e il lancio di due liturgie culinarie d'Oltremanica: il Brunch al Bar Cavour e l'Afternoon Tea alla Farmacia

    – di Maria Teresa Manuelli

    Alici e gelsi bianchi, uova e calamaro: Baronetto "milanese" ancora per una sera

    Ancora una possibilità, stasera, per gustare i piatti di Matteo Baronetto a Milano. Il cuoco piemontese è tornato nella città che lo ha visto per anni alla guida della cucina di Carlo Cracco per quattro serate nell'hub di Identità Golose in via Romagnosi. Baronetto ha creato tutti piatti nuovi per l'occasione, deliziando gli ospiti con creazioni inaspettate e nitide nei gusti. Si inizia con un inusitato nighiri, lardo, zafferano e si prosegue con un gioco di specchi tra uovo e calamaro accompagn...

    – Fernanda Roggero

1-10 di 32 risultati