Ultime notizie:

Massimo Terrizzano

    2018 anno nero per la finanza: in rosso bond, azioni, oro e petrolio

    Il 2018 potrebbe entrare nel guinness dei primati: tutte le principali classi di investimento a livello globale (azioni, obbligazioni, oro e petrolio) sono in rosso. In questo contesto estrarre valore dai mercati finanziari per un gestore è diventato quasi impossibile . Molti risparmiatori,

    – di Vito Lops

    La «Corporate Europa» sfida Wall Street

    Nonostante i positivi dati sul Pil nel terzo trimestre ieri le Borse europee hanno chiuso in calo. Per l'indice continentale Stoxx 600 (-0,59%) quella di ieri è stata la sesta seduta consecutiva con il segno meno. Ad alimentare le prese di profitto degli investitori ha contribuito la stagione dei

    – Andrea Franceschi

    L'inflazione batte i rendimenti: ecco le vie d'uscita per il risparmiatore

    Da poche ore la Germania ha venduto in asta titoli di Stato (Bund) a 5 anni tasso sottozero (-0,39%). Se si considera che da quelle parti l'inflazione viaggia all'1,6% siamo di fronte a un rendimento reale negativo pari a -2%. L'inflazione è molto più alta anche rispetto ai rendimenti che Berlino

    – di Vito Lops

    Lo sprint dei fondi con le small cap

    E' lo sprint delle società a piccola e media capitalizzazione (small e mid cap) a spingere i fondi comuni azionari focalizzati su Piazza Affari. I migliori prodotti da inizio anno classificati come «azionari Italia» hanno rendimenti a doppia cifra grazie al rimbalzo delle aziende di minori

    – di Marzia Redaelli

    Il dollaro attende le politiche fiscali di Trump

    Il Re dollaro è (quasi) nudo. Quasi (e non del tutto) perché gli operatori fanno fatica ad incorporare nell'andamento del biglietto verde l'enorme flusso di notizie delle ultime ore. Se è vero - come diceva l'ex governatore della Federal Reserve, Ben Bernanke - che «la politica monetaria è fatta al

    – Vito Lops

    Banche e Spagna trainano i listini

    Dopo aver chiuso in netto rialzo l'ultima settimana (Piazza Affari +3,5% e Borse europee +1,2%) i mercati occidentali proseguono nell'attuale mini-trend impostato al rialzo guadagnando nella seduta di ieri in media (indice Eurostoxx 50) lo 0,5%. Il Ftse Mib della Borsa milanese ha chiuso a +0,8%

    – Vito Lops

    Che mondo sarebbe con il petrolio a 20 dollari?

    Il petrolio è la materia prima che fa girare il mondo e, in questo momento, è anche la trottola che sta facendo ballare i mercati. Da inizio anno sia il Brent del Mare di Londra che il Wti di New York hanno perso quasi il 20% scendendo sotto i 31 dollari al barile, sui minimi da dicembre 2003. Da

    – Vito Lops

    Siamo in guerra, ma perché le Borse salgono e Parigi è la migliore d'Europa?

    Diciamocela tutta: molti analisti, almeno nel brevissimo, non ci hanno preso. Nel week end le previsioni della maggior parte dei gestori indicavano un lunedì nero e sedute successive turbolente. Ma a conti fatti, per quanto sia ancora presto per tracciare un bilancio definitivo, la prima reazione

    – Vito Lops

    Borse, nel terzo trimestre in fumo 11mila miliardi. E da qui a dicembre?

    Il terzo trimestre dell'anno si è concluso davvero male per i mercati azionari. In termini di capitalizzazione le Borse globali valgono ora 11mila miliardi di dollari in meno rispetto a fine giugno. Le Borse europee hanno ceduto l'11%, si è difesa Piazza Affari che ha perso il 5% restando l'unico

    – Vito Lops

1-10 di 12 risultati