Ultime notizie:

Massimo Doris

    Mediobanca, Unicredit dice addio. Del Vecchio compra altro 2,5%. Ecco cosa potrebbe succedere

    Leonardo Del Vecchio sale ulteriormente nel capitale di Mediobanca, avvicinandosi alla soglia del 10%. Secondo quanto riferisce Bloomberg, il patron di Luxottica, che aveva già in mano il 7,5% del capitale di Piazzetta Cuccia, avrebbe acquisito, tramite la holding Delfin, una ulteriore quota del 2,5% attraverso l'operazione di accelerated bookbuilding avviata ieri da Unicredit nell'ambito della cessione della sua intera quota dell'8,4% in Mediobanca. Per superare questa soglia del 10% il preside...

    – Carlo Festa

    Le Borse puntano sui negoziati Usa-Cina, a Piazza Affari svetta Tim

    I listini avanzano in attesa del nuovo ciclo di trattative commerciali tra Washington e Pechino, previsto domani a Washington. A Piazza Affari (+0,6%) occhi puntati sulle banche e sul gruppo tlc per possibili operazioni straordinarie. Realizzi sulle utility

    – di Eleonora Micheli e Cheo Condina

    A Basiglio l'università e i master costruiti intorno ai family banker

    «Dieci anni fa, in piena crisi economico finanziaria, chi pensava ad investire sulla formazione dei dipendenti e dei collaboratori? Noi lo abbiamo fatto». Massimo Doris, che oggi è amministratore delegato di Banca Mediolanum, nel 2008, quando venne inaugurata la Mediolanum corporate academy era,

    – di Cristina Casadei

    «La consulenza ha un valore: va riconosciuto»

    «I Pir sono un successo e hanno dato un grosso contributo all'economia reale. Basta accusarli di essere troppo cari! La consulenza ha un valore e questo va riconosciuto. Se ho un contenzioso legale pago un avvocato, non mi compro il codice civile. Lo stesso vale quando investo i miei soldi».

    – di Isabella Della Valle

    Pmi, la volatilità in crescita si batte con un approccio di lungo periodo

    Dall'astro nascente alla stella cadente il cammino può essere assai breve quando si abita nel firmamento dei mercati finanziari. Sostenere però che i Pir rischiano di trasformarsi in un flop dopo l'inatteso successo iniziale sarebbe ingeneroso, oltre che lontano dalla realtà. Dopotutto nei primi

    – di Maximilian Cellino

1-10 di 43 risultati