Persone

Massimo D'Alema

Massimo D'Alema è nato a Roma il 20 giugno 1949 ed è un politico e giornalista italiano. Ex Presidente del Consiglio dei ministri e dei Democratici di sinistra è stato Ministro degli Esteri. L’onorevole ha rivestito i ruoli di Segretario nazionale del Partito Comunista Italiano, del Partito Democratico della Sinistra e della Federazione giovanile comunista italiana. È stato deputato della Puglia per il Partito Democratico e Presidente del Comitato Parlamentare per la Sicurezza.

Massimo D'Alema ha studiato Filosofia ed ha intrapreso la carriera giornalistica, diventando direttore de l'Unità dal 1988 al 1990. L’impegno politico è iniziato nel 1963, quando si è iscritto alla Fgci, della quale è stato Segretario nazionale (1975-1980). Nel 1968 D’Alema è entrato nel Comitato centrale del Pci, nel 1983 nella Direzione e nel 1986 nella Segreteria. Alla Camera dei deputati nel 1987, dopo 3 anni è stato Coordinatore politico e poi Segretario del Pci. Rieletto, ha assunto l'incarico di Presidente dei deputati del Pds. Nel 1994 è stato nel collegio della Puglia, riconfermato nel 1996. L’anno successivo è diventato Presidente della Commissione parlamentare per le riforme istituzionali. Dal 1998 al 2000 ha rivestito il ruolo di Presidente del CdM. Nel 2000 è stato Presidente del Pds e nel 2003 Vicepresidente dell'Internazionale Socialista, riconfermato nel 2008. Nel 2004 è entrato al Parlamento Europeo come Presidente della Delegazione Permanente per le relazioni tra l’Ue e il Mercosur. Nel 2006 è stato Ministro degli Esteri nel governo Prodi. Confermato Deputato nella Circoscrizione Puglia per il Pd, dal 2010 è stato Presidente del Comitato Parlamentare per la Sicurezza, ruolo che ha ricoperto fino al 15 marzo 2013, non si è candidato nelle ultime elezioni parlamentari del 2013.

Nel 2007, il GIP Clementina Forleo ha ipotizzato per D'Alema il concorso in aggiotaggio nell'ambito della scalata alla Banca Nazionale del Lavoro (BNL) organizzata dalla Unipol di Giovanni Consorte. Essendo all'epoca D'Alema parlamentare europeo, il Parlamento europeo, chiamato in causa, ha ritenuto opportuno non autorizzare l'uso del testo delle telefonate intercorse tra D'Alema e Consorte per la loro scarsa rilevanza nell'ambito dell'inchiesta.

E' stato insignito delle seguenti onorificienze: Ordine al Merito del Cile, Grand'Ufficiale della Legion d'Onore (Roma 18 dicembre 2001) e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Piano (Vaticano 20 novembre 2006).

E' sposato con Linda Giuva, archivista e docente di archivistica all'università di Siena ed ha due figli, Giulia e Francesco.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Partiti politici | Massimo D'Alema | Clementina Forleo | Banca Nazionale del Lavoro | DS | Comitato centrale | Internazionale Socialista | PCI | PDS | Unipol Assicurazioni | Legione d'onore | Comitato Parlamentare | Federazione Giovanile Comunista Italiana | Linda Giuva | Puglia | Presidente del Consiglio dei ministri | Roma | Mercosur | Giovanni Consorte | Camera dei deputati | Confermato Deputato |

Ultime notizie su Massimo D'Alema

    Coronavirus: la sfida di Vissani che apre a Roma

    A Milano strade deserte, alberghi chiusi e ristoranti vuoti. Uno scenario spettrale, in queste sere, per quella che fino a pochi giorni fa era definita la capitale gourmet d'Italia. Gianfranco Vissani, chef stellato di lungo corso, rilancia la sfida e apre a Roma. A un passo da Piazza Navona nasce  Il Tuo Vissani, un nuovo modo di concepire la cucina di ricerca. Gianfranco Vissani arriva finalmente nella capitale con un progetto contemporaneo di cucina insieme all'imprenditore Domenico Iozzi (a ...

    – Vincenzo Chierchia

    Il riformista Craxi e l'irruzione dell'odio nella vita politica

    Nel ventennale della morte il libro dell'inviato della Stampa Fabio Martini dal titolo «Controvento, la vera storia di Bettino Craxi» ha innanzitutto il pregio, restituendoci il clima dell'epoca, di segnalare come la categoria dell'odio politico fa il suo ingresso nella storia repubblicana proprio con e contro Craxi

    – di Emilia Patta

    Le scissioni della sinistra al microscopio: chi è uscito, quanti voti ha preso e il futuro

    Matteo Renzi ha lasciato il Pd. Qualche settimana fa c'era stato l'addio di Carlo Calenda. quella dell'ex ministro dello Sviluppo economico è la sesta scissione in dodici anni. Il Pd, partito nato nel 2007 con l'obiettivo di unire l'anima post-comunista e quella cattolica della sinistra italiana, in dodici anni di storia è stato attraversato già da molte scissioni. Adesso è la volta dell'ex premier2 con motivazioni differenti. Qui l'articolo sul sole.com. Del resto a sinistra sono abituati. L...

    – Infodata

    Le scissioni della sinistra al microscopio: chi è uscito e quanti voti ha preso

    Matteo Renzi, come anticipato dal Sole 24 Ore del 14 settembre, ha deciso. «Se lo avessi fatto tra sei mesi tutti lo avrebbero letto come una minaccia al prosieguo della legislatura - spiega l'ex premier ed ex segretario del Pd -. Fatto ora che il governo sta partendo serve a fare chiarezza, in tutta sicurezza». Non è ancora una scissione ma poco ci manca. Qualche settimana fa c'era stato l'addio del ministro Calendo. quella di Calenda è la sesta scissione in dodici anni. Il Pd, partito nato n...

    – Luca Tremolada

1-10 di 1504 risultati