Ultime notizie:

Massimo Carminati

    Mafia Capitale, falsa testimonianza: chiesto il processo per la deputata dem Campana

    Si apre, dunque, un nuovo fronte processuale relativo al maxi procedimento Mafia Capitale, l’associazione di tipo mafioso presumibilmente capeggiata dall’ex Nar Massimo Carminati, di cui avrebbe fatto parte anche Salvatore Buzzi, ritenuto il «braccio imprenditoriale» dell’organizzazione.

    – di Ivan Cimmarusti

    Mondo di mezzo, è mafia: ribaltato il verdetto di primo grado

    La Corte d'Appello di Roma ribalta la sentenza di primo grado, riconoscendo che l'ex estremista di destra Massimo Carminati aveva costituito e coordinato un'organizzazione mafiosa secondo i criteri stabiliti dall'articolo 416 bis del codice penale. ... Così nella primavera del 2015 la sesta sezione penale della Corte di Cassazione (presidente Antonio Agrò e relatore Gaetano De Amicis) confermava l'impianto accusatorio della procura di Roma: l'allora ipotizzato clan di Massimo Carminati era una...

    – di Ivan Cimmarusti

    Mondo di Mezzo, la Corte d'Appello di Roma emette la sentenza di secondo grado

    Una posizione accusatoria per la verità smentita dal primo grado, che ha mandato assolto Massimo Carminati e tutta la presunta struttura dall’accusa di mafia. ... Tra gli altri, l’ex Nar Massimo Carminati è stato condannato a 20 anni; il ras delle coop Salvatore Buzzi a 19; l’ex capogruppo del Pdl in Comune Luca Gramazio a 10; l’ex ad di Ama Franco Panzironi a 10; l’ex responsabile del tavolo per i migranti Luca Odevaine a 6 anni e 6 mesi; l’ex presidente...

    – di Ivan Cimmarusti

    Le mani su Roma, dalla banda della Magliana fino a Mafia capitale

    Lo voleva la banda della Magliana, lo vogliono i suoi eredi: mettere le mani su Roma. Perché a Roma continuano a portare tutte le strade, perché qui tutto finisce e tutto si mescola. "Il mondo dei vivi e quello dei morti", per dirla con una celebre intercettazione. Proprio come avviene in certi

    – di Raffaella Calandra

    Mondo di Mezzo, il procuratore generale: «Era una associazione di stampo mafioso»

    La presunta struttura criminale «che faceva capo a Massimo Carminati non era una semplice associazione a delinquere ma un'associazione di stampo mafioso». Il procuratore generale di Roma Pietro Catalani compare davanti ai magistrati della Corte d'Appello della Capitale per chiedere che sia

    – di Ivan Cimmarusti

    Nel caveau dei Carabinieri a Roma il tesoro miliardario dell'arte rubata

    I visitatori che ospita ogni anno si contano sulle dita di una mano eppure è il museo d'arte più ricco in Italia e tra i più ricchi al mondo. Non solo. La mostra non comprende mai gli stessi beni e le stesse opere. Dipende dai nuovi ingressi così come il ricambio è legato ai tempi di consegna al

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

1-10 di 170 risultati