Ultime notizie:

Martin Margiela

    Si può creare anche senza produrre, ecco la moda che fa tendenza assemblando

    Non chiamatelo riciclo: da Margiela a Marni, da Givenchy a Paco Rabanne, gli esempi apripista del recupero inventivo ... Il recupero dell'esistente - non chiamiamolo riciclo - la nobilitazione degli scarti e di ciò che è frusto o addirittura logoro sono pratiche virtuose, vecchie almeno come gli object trouvè degli artisti Dada e la récupération sofisticatamente pauperista dei bricoleur di The House of Beauty and Culture (Londra, 1986) e poi di Martin Margiela, nume tutelare dai tardi anni Ottanta...

    – di Angelo Flaccavento

    Da Ermenegildo Zegna Couture inno totale e visionario al riuso

    Sostenibilità è un termine così abusato, nella moda, da aver perso ogni peso e significato. Il più delle volte, sentendolo, si ha l'impressione che si parli del trend del momento, o peggio ancora della nuova strategia di storytelling - imbattibile ma farlocca. Non potrebbe essere diversamente: con

    – di Angelo Flaccavento

    Lussemburgo underground tra musei d'arte moderna, casematte, festival e skatepark

    Metropoli accelerata che si muove tra la tradizione e la modernità. Città multiculturale costruita (più di mille anni fa), nel cuore di una fortezza medievale; città che vibra di assidua vitalità - accoglie, infatti, popolazioni di 150 nazionalità. Attorniata, nelle sue due parti, alta e bassa, da

    – di Orazio Labbate

    Bottega Veneta sceglie il Millennial Daniel Lee

    Si chiama Daniel Lee, ha 32 anni di cui sei passati in forza a Céline, dove è arrivato a ricoprire la carica di design director per il ready-to-wear. Prima ancora era stato da Maison Martin Margiela, Balenciaga e Donna Karan. E' lui il nuovo direttore creativo di Bottega Veneta, colui che è chiamato

    Sfilano le stampe psichedeliche di Pucci e le rivisitazioni di Les Copains

    Uno dei luoghi comuni più diffusi nel sistema internazionale della moda è la prevedibilità delle sfilate milanesi, in termini di offerta ma soprattutto di spettacolo. Ovvietà dimenticabili. Milano è una città che nasconde bene i propri tesori, proteggendoli da sguardi indiscreti. Ogni tanto la moda

    – di Angelo Flaccavento

    Da Fendi eleganza artigiana Max Mara esalta con il rosso

    A chi parla e di cosa parla veramente la moda con la M maiuscola, quella che si vede in passerella? L'interrogativo si reitera ad ogni fashion week, mai trovando risposta soddisfacente. D'acchito verrebbe da dire che oggetto di tanto comunicare sono i vestiti, e che il ricevente del flusso,

    – di Angelo Flaccavento

1-10 di 78 risultati