Ultime notizie:

Martin Luther King Jr

    Il mio Paese è un ragazzo ribelle

    Quattro scrittori, un cantautore, un'artista visiva e un politologo, scelti da "IL" tra i più straordinari talenti della nostra epoca, ci raccontano la loro visione (personale e insieme collettiva) degli Stati Uniti. E ci aiutano a capire, alla vigilia di un appuntamento elettorale forse decisivo, che cosa sia oggi, e che cosa potrebbe essere domani, quel loro grande Paese. Questo è il secondo pezzo di una serie

    – di David James Poissant

    L'architettura 2020 che non vuole pesare sul pianeta

    Gli edifici più iconici in consegna quest'anno in tutto il mondo hanno un obiettivo comune: ridurre i consumi o persino produrre più energia di quella necessaria allo stabile

    – di Paola Pierotti

    La forza di un carisma diffuso

    Ero seduto al caffè Mediterraneum di Berkeley il 4 aprile 1968 quando alle 6 del pomeriggio Martin Luther King, non ancora quarantenne, fu assassinato a Memphis, Tennessee. Frequentavo abitualmente quel caffè, punto d'incontro del "Movimento" in California, nel periodo in cui preparavo The New

    – di Massimo Teodori

    Il voto in Alabama dimostra che i pesi e contrappesi democratici (Senato) negli Usa funzionano

    Colpo di scena nel voto in Alabama che però segnala come il sistema elettorale e di rappresentanza ideato dai padri fondatori con due camere parlamentari  funziona a tutela dei diritti delle minoranze. Insomma la democrazia liberale non è solo un voto nell'urna ma un sistema a tutela dei diritti di tutti i cittadini. Il democratico Doug Jones vince una corsa all'ultimo voto in Alabama strappando ai repubblicani un prezioso seggio in Senato e sconfiggendo il favorito Roy Moore. Ed è una sconfitta...

    – Vittorio Da Rold

    Cosa resta ai Dreamers del Sogno americano

    Nel 1968, lo spericolato giornalista Hunter S. Thompson meditò sulla "Morte di quella cosa che è il Sogno americano". Che cosa si intendeva per Sogno americano? Cosa lo ha reso americano?

    – di Edmund Phelps

    Cosa resta ai Dreamers del Sogno americano

    Nel 1968, l'avventato giornalista Hunter S. Thompson meditò sulla "Morte di quella cosa che è il Sogno americano". Ma che cosa si intendeva per Sogno americano? Che cosa lo ha reso specificatamente americano?Secondo alcuni, il Sogno era la convinzione tutta americana che la loro economia fosse una

    – di Edmund Phelps

1-10 di 22 risultati