Le nostre Firme

Martin Feldstein

Martin Feldstein, nato nel 1939, è un economista statunitense seguace delle dottrine neoclassiche.

Laureato ad Harvard nel 1961 ha conseguito il Ph.D. alla Università di Oxford nel 1967. E' professore di Economia all'Università di Harvard e Presidente emerito del National Bureau of Economic Research (Nber), istituto indipendente di studi economici e sociali che ha guidato dal 1977 al 1982 e poi ancora dal 1984 al 2008.

Tra il 1882 ed il 1984 Martin Feldstein è stato consigliere economico del Presidente degli Stati Uniti d'America Ronald Reagan, nonché capo del Council of Economic Advisers.

Attualmente è membro del board della Eli Lilly & Company, società attiva nel settore farmaceutico.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultimi articoli di Martin Feldstein

    Reconsidering the Euro for Italy

    Although Italy was an enthusiastic adopter of the euro when the single currency began, the Italian experience of the past decade suggests that was a mistake. Real GDP in Italy is actually lower now than it was a decade ago. Italy's unemployment rate exceeds 11% and the ratio of its government debt

    – di Martin Feldstein

    Lasciare l'euro? Ora sarebbe complicato

    Quando nacque la moneta unica europea, l'Italia la adottò con entusiasmo, ma l'esperienza dell'ultimo decennio fa ritenere che si sia trattato di un errore. Il Pil reale in Italia è più basso di dieci anni fa, la disoccupazione è al di sopra dell'11% e il debito pubblico ormai supera il 130% del

    – di Martin Feldstein

    Gli stimoli repubblicani: più Reagan che Keynes

    Fin dal momento in cui Donald Trump ha vinto le elezioni presidenziali, la stampa e i mercati finanziari si sono concentrati sulla sua proposta di tagliare le tasse e spendere mille miliardi di dollari in infrastrutture nei prossimi dieci anni. L'aspettativa che queste politiche sospingano la

    – di Martin Feldstein

    Una riforma bipartisan per il welfare americano

    PEZZO LUNGO, DI 156 RIGHE CHE CONTIENE UNA PROPOSTA BIPARTISAN (un piano di imposta negativa sul reddito) PER CREARE UNO STRUMENTO FISCALE CONTRO LA POVERTA', VISTO CHE QUELLI ATTUALI E QUELLI PROPOSTI IN LORO VECE SONO COSTOSI E INEFFICACI

    – di Martin Feldstein

    Quanto corrono deficit e debito Usa

    Due recenti annunci ci hanno ricordato che negli Usa le politiche di bilancio stanno attraversando un momento delicatissimo. L'Office of Management and Budget del presidente Obama ha annunciato che il deficit del governo federale per quest'anno fiscale si aggirerà intorno ai 600 miliardi di

    – di Martin Feldstein

    Debito pubblico, una bomba da disinnescare

    I capi di Stato e di Governo dei 7 Paesi industrializzati più importanti sono in Giappone per discutere dei problemi comuni in materia economica e di sicurezza. Un problema importante che merita la loro attenzione è l'incremento insostenibile del debito pubblico dei maggiori Paesi sviluppati. Se

    – Martin Feldstein

    I limiti del Qe in versione europea

    Perché la policy del quantitative easing (Qe o allentamento monetario) della Federal Reserve americana è riuscita meglio della versione adottata dalla Banca

    – Martin Feldstein

    I quattro fronti «caldi» per le tensioni globali

    L'inizio dell'anno è il momento giusto per soppesare i rischi. Ci aspettano importanti rischi economici tra i quali anomalie dei prezzi degli asset provocate

    – Martin Feldstein

    Lo spauracchio della deflazione

    Le più grandi banche centrali del mondo sono ossessionate dall'obiettivo di allineare il tasso di inflazione nazionale al target comune annuo del 2%. Questo vale per gli Stati Uniti, dove il tasso di inflazione annuale era di -0,1% negli ultimi dodici mesi, per il Regno Unito dove i dati più

    – Martin Feldstein

1-10 di 100 risultati