Ultime notizie:

Martha Nussbaum

    Perché occorre «liberare» il liberalismo

    E' l'ora del liberalismo. Purché esca dalla gabbia in cui si è rinchiuso. Il panorama politico sta cambiando rapidamente. A destra, il vecchio conservatorismo sta mostrando il suo vero volto, assai poco moderato: quello di un sovranismo a tinte populiste, decisamente illiberale, anche se sopravvive, a stento, al suo interno qualche voce dai toni liberali. A sinistra la socialdemocrazia è diventata una confusa proposta in cui si mescolano elementi di solidarismo di matrice cristiana o vagamente s...

    – Riccardo Sorrentino

    I rischi della cancel culture

    Accade sempre più spesso che ogni tema di discussione pubblica - che riguardi la salute (sì o no al coprifuoco, al vaccino, eccetera) o l'identità e i diritti dei cittadini (da cui per esempio la polemica sull'esistenza dell'identità di genere e la sua nominabilità in un testo di legge) - diventi

    – di Vittorio Lingiardi e Guido Giovanardi

    Un favore ai creditori a spese di chi compra la prima casa

    Il Codice della crisi d'impresa, nella sua versione su cui sta lavorando in queste settimane la Commissione nominata dal ministero, contiene una norma concernente le conseguenze del fallimento sui contratti preliminari di vendita immobiliare che, se non fosse la stessa relazione accompagnatoria a

    – di Niccolò Nisivoccia

    Il circolo vizioso di rabbia e disinformazione

    Che la rabbia sia una cattiva consigliera non lo dice solo un proverbio ungherese ma anche l'esperienza quotidiana di ciascuno di noi. Ora uno studio, che verosimilmente non passerà alla storia, pubblicato sulla rivista Experimental Psychology dimostra, se ce ne fosse bisogno, che la rabbia favorisce la disinformazione. Ai 79 probandi della ricerca è stato mostrato uno spezzone di film. Poi sono stati divisi in due gruppi, uno sottoposto a condizioni di neutralità, l'altro a un trattamento desti...

    – Giuliano Castigliego

    Se il libro è filtrato, una conversazione con Cosimo Accoto, Maria Gabriella Ambrosioni, Giovanni Francesio, Lea Iandiorio, Ivan Ortenzi, Alessandro Zaccuri

    "Nel regno digitale immateriale", scrive Kevin Kelly, "dove nulla è statico o fisso, tutto è in divenire, anche il libro diventa un librare, evolvendo da cartaceo a digitale, confrontandosi con altri sistemi di comunicazione e apprendimento". Se il libro diventa un "librare": questo il titolo/quesito/ipotesi che ci conduce in un viaggio su cosa è stato, cos'è oggi e cosa sarà domani il libro, attraverso Dieci Conversazioni con scrittori, editori, esperti. Come guida per orientarci in questo camm...

    – Marco Minghetti

    La modernità radicale come evo del conflitto e dell'ambivalenza (2003) #LungaLettura #LongRead

    Le uniche "cose" prevedibili, con riferimento alla vita, all'Umano, ai sistemi sociali (e alla loro iper-complessità), sono proprio?l'imprevedibilità e l'errore. (Dominici, 1998, 2003 e sgg.)   In questo tempo sospeso e surreale, illusi da quella che chiamo "simulazione della prossimità", abbiamo (forse) più tempo per riflettere, pensare, evadere con la lettura e la creatività /immaginazione (anche se ciò, evidentemente, non vale per le tantissime persone in difficoltà?); abbiamo (forse) più t...

    – Piero Dominici

    Oltre la rabbia

    Don't worry! Quante volte ce lo siamo sentiti dire in questa o in mille altre analoghe forme (non prendertela, non di curar di lor ma guarda e passa, non serve a niente inc...)? Da tempo gira sui social e anche nei congressi questa slide Fin tanto che siamo calmi, cioè che la rabbia riguarda qualcun altro, sorridiamo divertiti con filosofica pacatezza. Ma quando ci pestano i piedi, ci rubano il posto nella fila, ci insultano onlife, la nostra squadra o il nostro partito perde, temiamo di p...

    – Giuliano Castigliego

    Salvini, la pubblicità negativa e l'effetto tribale

    Esercizio di logica numero 1: state organizzando una festa per il fine settimana e quel vostro amico simpatico che avevate invitato per animare un po' la serata, vi chiama per dirvi che non potrà venire. Per questo la vostra festa sarà un fiasco? No, perché magari lui non viene, ma verranno altri

    – di Vittorio Pelligra

1-10 di 50 risultati